636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

La magnifica assenza che sarebbe quella di Fabio Fazio

Magnifica Presenza di Ferzan Ozpetek è un bel film. Diverte, ha un buon ritmo, una storia brillante e alcune trovate originali. Probabilmente non è il miglior film di Ozpetek, ma vale la pena di essere visto, al contrario delle mie aspettative. Siccome però non sono laureato in cinema, ma sono laureato in soldi, concluderei qui la mia recensione e passerei all’origine delle mie scarse aspettative sul film e di gran parte dei mali del mondo: Fabio Fazio.

Fabio Fazio è una persona che, su una scala che va da Mario Monti a Bruno Vespa, stimo meno di Bruno Vespa. Viscido, fintamente di parte, si lamenta in continuazione per le condizioni in cui è costretto a fare le sue trasmissioni, ma poi guarda  caso, è il più pagato della Rai, con 2 milioni di euro l’anno, ed è sempre in onda sia con governi di centrodestra, sia con governi di centrosinistra, sia con governi tecnici, sia con governi di saltimbanchi.

Aggiungiamo a tutto questo che secondo me non è nemmeno bravo a fare il mestiere per cui è pagato così tanto e il quadro è completo. Nella sua trasmissione, Che tempo che fa, gli ospiti sono chiamati nel 95% dei casi a promuovere un proprio cd, libro o film in uscita. Nel corso delle interviste, quindi, sia il conduttore che il personaggio chiamato a fare promozione, dovrebbero invogliare il telespettatore ad acquistare il prodotto o ad andare a vedere il film in questione.

Prendiamo il caso specifico dei film. Fabio Fazio (e i suoi autori) hanno la straordinaria capacità di scegliere delle clip tratte dalle pellicole in uscita che danno un’impressione completamente opposta alla vera essenza del film. Faccio un esempio. Qualche tempo fa, avevo visto da Fazio la presentazione del film di Sorrentino This Must Be the Place. Avevo visto due clip che erano state mostrate durante l’intervista. La prima cosa che ho pensato è stata: “piuttosto che andare a vedere questo film mi leggo un intero libro di Marino Bartoletti, mentre un giapponese pazzo mi tortura lo scroto”. Poi alla fine sono andato al cinema a vederlo e l’ho amato. Settimana scorsa è successa la stessa cosa con Magnifica Presenza. Ho visto due clip e ho pensato: “questa volta Ozpetek ha firmato la cagata pazzesca”. Venerdì sera sono andato al cinema a vederlo e l’ho apprezzato molto, come da recensione molto puntuale e professionale da me fatta all’inizio del post.

Qual è dunque la morale della favola? Che Fabio Fazio deve morire male. Artisticamente parlando, si intende.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (24):

  1. LaEli

    19 marzo 2012 at 11:04

    Mah, io invece non la penso come te. Ti concedo il fatto che sia un conduttore abbastanza mellifluo e che non abbia nulla “di parte”, ma in una televisione spazzatura spesso urlata, ha ancora un tocco abbastanza lieve.
    Un episodio su tutti: qualche anno fa aveva ospite Grossman che da poco aveva perduto il figlio. Non un solo accenno al fatto, con tanto di autore stesso che ne parla, ringraziando Fazio di non averlo tirato in ballo.
    Ha tanti difetti e quando deve fare promozione, mette la sua bella vetrina e fa solo quello: promozione.
    Io non ho visto le clip dei film che citi, per cui non posso esprimermi in merito..ma sotto Vespa per me c’è solo Fede.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      19 marzo 2012 at 11:35

      Io penso sia tra l’altro molto peggiorato con gli anni. Posso essere d’accordo con il discorso che fai sul taglio e il tono delle sue interviste, ma la cosa che infastidisce è prima di tutto il suo essere sempre riverente con tutti, poi il fatto che tutti quanti presentano album/film/libri straordinari, stupendi, bellissimi. E poi il suo usare questa tattica del lamentarsi sempre di tutto e passare per la vittima della situazione.
      Ricordo che all’epoca dell’editto bulgaro (che riguardava, come sappiamo, Biagi, Santoro e quell’altro… Luttazzi) lui sui giornali andava in giro a lamentarsi del fatto che era stato epurato dalla rai, quando non era vero perché in realtà era passato a La7 con ricchissimo contratto da capogiro. Ecco, questo mi infastidisce profondamente.

      Rispondi
      • LaEli

        19 marzo 2012 at 15:25

        Sì, che sia peggiorato è vero.
        Mah, alla fine allora salviamo solo Augias e tanti saluti ;-P

        Rispondi
        • Signor Ponza

          20 marzo 2012 at 10:20

          Su quello siamo più che d’accordo. Lui rimane al top di tutte le scale di preferenza.

          Rispondi
  2. Matteo

    19 marzo 2012 at 11:54

    C’è da dire che gli effetti della vendita dei libri, post-ospitata a Che tempo, si vedono però eh. Ci hanno fatto su anche uno studio quelli del Servizio Classifiche Arianna ed è impressionante l’influenza che ha l’ospitata da Fazio sulle vendite delle settimane successive. Poi lui è un po’ insignificante anche per me, però il format della trasmissione è confezionato a dovere per restare nel palinsesto vita natural durante di Fazio.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      20 marzo 2012 at 10:21

      Su quello non ho dubbi, anzi. Ho solo certezze. Però sinceramente il suo modo di fare e di essersi guadagnato quello spazio non lo apprezzo.

      Rispondi
  3. Handymapper

    19 marzo 2012 at 13:52

    Concordo. Fabio Fazio deve andare a cagare bello duro. I suoi editoriali soporiferi, il suo essere un surrogato ligure di Bruno Vespa con già una gobba in crescita, il suo sguardo vacuo che quando fissa l’ospite sembra gli stia facendo la conta dei peli sotto il naso.

    Ben ricordo le sue apparizioni a Loretta Goggi in quiz e a Mi Manda Lubrano: i suoi odiosi riccioli mi rendevano astioso e mi impedivano di divorare il trash televisivo di cui già all’epoca ero ghiotto.

    Rivederlo in versione impegnata è ancora più vomitevole. Il radical-chic che si spera muoia presto. E invece…

    PS: Ozpetek stavolta m’ha lasciato così così…

    Rispondi
    • Signor Ponza

      20 marzo 2012 at 10:23

      Io lo ricordo come simpaticissimo imitatore di Gianni Minà. Simpaticissimo come una cagata bella dura.

      Rispondi
  4. Chit

    19 marzo 2012 at 16:24

    Pienamente concorde con te!? Mi ha stufato tanto quanto il ragù di mia mamma solo che non essendo (Fazio ndr) vitale al mio sostentamento… evito sacrificio e sforzo di “sorbirmelo”!? 😀

    Rispondi
  5. Devis

    19 marzo 2012 at 17:47

    anche a me è sempre stato sulle pelotas!!!! Ed è pure brutto (e detto tra noi ha pure il cosino piccolo come i salamini beretta).

    Ma veniamo più a noi…
    Volevo andarlo a vedere al cinema. Adesso non ci vado più. Uffa… 🙁

    Scusa la mia latitanza, ma mi son preso un paio di giorni sabbatici. Sai perchè.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      20 marzo 2012 at 11:47

      No ma ora voglio sapere come fai ad avere certe informazioni riservate! 😀

      Rispondi
      • devis

        22 marzo 2012 at 03:23

        E non è l’unico del quale SO queste cose 🙂

        Rispondi
  6. Hariel

    19 marzo 2012 at 22:08

    ahahahaha povero Fazio!
    però in effetti io di lui l’unica cosa che ogni tanto ( ma proprio raramente) vedo sono le parti su youtube della Littizzetto! ci sarà un perchè?
    Ozpetek non capisco ancora se mi piace…ma proverò a vedere il film 🙂

    Rispondi
    • Signor Ponza

      20 marzo 2012 at 12:16

      Devo dire che anche la Litty ultimamente sta diventando un po’ ripetitiva e scontata. Però dopo tanti anni è anche abbastanza comprensibile.

      Rispondi
  7. Davide

    19 marzo 2012 at 22:26

    Non sono assolutamente d’accordo…il suo mestiere lo sa fare benissimo! Visto che sono stato per due volte nel pubblico di Che tempo che fa ti posso assicurare che non sbaglia una virgola, non si impapera mai e tratta gli ospiti e il pubblico con eleganza e rispetto. E’ molto professionale e umile a differenza di molti presentatori che fanno il sorrisino in camera e a telecamere spente sono maleducati di prima categoria. Secondo me la Rai potrebbe sfruttarlo molto meglio e mi piacerebbe vederlo a Sanremo l’anno prossimo!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      20 marzo 2012 at 12:29

      Il suo Sanremo era stato senza dubbio originale, infatti penso che in quel contesto possa essere anche la persona adatta.

      Rispondi
  8. Brigida

    19 marzo 2012 at 22:28

    io sono affezionata a Fazio dai tempi di “quelli che il calcio” che è stato una piccola rivoluzione nel panorama televisivo italiano (unica pecca l’aver riesumato i Savoia). Oggi lo guardo poco ma le sue trasmissioni ospitano personaggi di grande livello e la scrittura è di una discrezione che oggi come oggi non ha pari in tv…
    Stimarlo meno di Vespa mi sembra un sacrilegio!!!! 🙂

    Rispondi
    • Signor Ponza

      20 marzo 2012 at 12:38

      Su Quelli che il Calcio d’accordissimo. Su Che tempo che fa invece non credo abbia inventato nulla, però chiaramente i personaggi che ospita meritano tutto il rispetto e l’attenzione possibile. Servirebbero però anche delle interviste all’altezza, secondo il mio modesto parere.

      Rispondi
  9. Davide

    26 marzo 2012 at 18:32

    Resta l’unico che ha fatto vedere Marchionne per quella merda che è e così tanti altri che pensavano di andare lì a fare i piacioni e se lo sono presi in der posto… se poi mi trovi un programma dove gli ospiti non promuovono qualcosa… Comunque lo criticano tutti ma poi lo guardano tutti: significa che comunica qualcosa di interessante.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: