La mia palestra

La mia palestra è un posto strano. Tanto per cominciare gli istruttori non hanno il fisico da istruttori, quindi bella credibilità. C’è quello magrolino magrolino che penso sia il primo uomo sulla faccia della terra che ha delle braccia e delle gambe più sottili delle mie. C’è quella magrolina, bruttina e per niente simpatica, oltre che poco competente che uno si chiede: ma allora, che cosa ti hanno assunto a fare? Poi sì, c’è quella carina dal fisico impeccabile, però da sola non può reggere il confronto con tutti i suoi colleghi. Perché poi c’è quello basso e tozzo, quello che non parla la lingua italiana e altri che non sto qui a descrivervi. Che poi uno capisce perché è una palestra che si paga poco.

Non è una palestra come le altre e lo si capisce anche dalle persone che la popolano. Al contrario delle aspettative, non è piena di tamarri e di zarri di perferia, pur essendo ubicata in periferia. Piuttosto è popolata da strane creature che vanno dai 14 a 70 anni. C’è il sosia di Valerio Staffelli, c’è quello che frequentava il tuo stesso liceo e non saluti, ma c’è anche quello che frequentava il tuo stesso liceo e saluti. Ci sono gli uomini piccoli piccoli pieni di muscoli in ogni dove e quelli grandi grandi pieni di ciccia in ogni dove; poi ci sono tantissimi giovani fan dell’NBA, visto che vengono tutti vestiti con le magliette delle squadre di basket americane (secondo me non sanno nemmeno cos’è un terzo tempo), ma ci sono anche le donne che passano quasi tutto il tempo passando dalla cyclette, al tapis roulant a quella specie di step più evoluto ma che comunque fa rassodare i glutei. Ah, e poi fanno quel macchinario che ti aiuta ad aprire e chiudere le gambe che secondo me dovrebbe rimanere una prerogativa femminile, perché io settimana scorsa l’ho fatto per la prima volta nella mia vita e per i successivi sei giorni praticamente non potevo camminare in modo decente.

La mia palestra è un mondo a sé, un po’ strano e che per molti aspetti giustifica il prezzo ridicolo a cui ti vendono l’abbonamento annuale. Però un po’ sto iniziando ad affezionarmici.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: