636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

La proposta di far votare gli Erasmus era pura propaganda elettorale

Ormai è ufficiale, non se ne può fare nulla. In questi giorni, però, si è fatto molto rumore per cercare di dare la possibilità di voto all’estero agli studenti impegnati nel programma Erasmus. Tanto rumore per nulla, mi verrebbe da dire. Anche se ovviamente le pressioni per fare un tentativo in questo senso sono arrivate da tutti i principali esponenti politici, incluso Mario Monti. Dal mio punto di vista si è trattato solo di un bieco tentativo di strizzare l’occhio ai giovani studenti che, mi auguro, non cadano in queste trappole.

Modificare in breve tempo la normativa per dare la possibilità di votare agli Erasmus italiani era infatti cosa assai improbabile, oltre che poco sensata. Che senso avrebbe avuto far votare solo gli studenti in Erasmus? E quelli fuori dall’Europa? E i lavoratori che si trovano per un periodo limitato all’estero? Se diritto di voto deve essere, allora lo dovrebbe essere per tutti. Per tutte queste ragioni, solo un ingenuo avrebbe potuto credere a questa proposta. Ma i politici, si sa, sono tutto fuorché ingenui.

Studenti Erasmus Ubriachi

Una diapositiva raffigurante un gruppo di studenti Erasmus poco prima di recarsi al seggio elettorale

E hanno anche la coda di paglia. Strizzare l’occhio ai giovani con questa mossa è ben poca cosa se si guarda all’assoluto silenzio che proviene in modo più o meno indifferenziato da tutti i partiti nei confronti di quella che Beppe Severgnini (tagliatemi le mani se dovessi ancora parlarne in modo positivo), in questo articolo, chiama “generazione trasparente“.

Un’altra elegante assenza in questa campagna elettorale. Per fortuna che quest’anno dura poco.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (4):

  1. Halfblood

    23 gennaio 2013 at 17:37

    la domanda che realmente mi pongo è se in fondo questa nostra politica abbia un vero senso? Se tutto quello che fanno e dicono i politici non sia solo un modo un modo per creare notizia e scalpore. Tanto sappiamo bene che tutto quello che promettono poi non lo mantengono e fanno tutt’altra cosa!
    Beh… poi l’articolo di Severgnini non mi è parso poi così sbagliato.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      26 gennaio 2013 at 21:38

      La soluzione è quella di informarsi e usare la testa per valutare razionalmente l’operato della politica. Il problema è che molti Italiani si sono fatti ormai sedare dall’informazione pre-confezionata e a senso unico di gran parte della televisione. Spero che Internet possa essere una rivoluzione in questo senso, a partire dalla nostra generazione.

      Rispondi
  2. duhangst

    25 gennaio 2013 at 09:02

    Assolutamente concorde, una propaganda stucchevole e anche triste, visto che loro sapevano bene come sarebbe andata.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      26 gennaio 2013 at 21:40

      È questo che mi fa imbestialire, il fatto che loro ci considerino proprio degli stupidi.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: