La svolta di Sonia Peronaci: cosa cambierà?

Preceduto da un annuncio in grande stile, condiviso sulle bacheche dei foodie di tutta Italia, Sonia Peronaci lascia Giallo Zafferano. Il sito che lei stessa aveva creato, lei madre e madrina del foodblog su cui tutti, volenti o nolenti, siamo andati a finire almeno una volta nella vita. Anche solo perché avevi chiesto al tuo medico la ricetta per l’Aulin, lui ti aveva rimandato, ormai per abitudine, al sito di ricette più famoso d’Italia. Secondo solo a Una cucina per Chiama. Cosa ne sarà adesso di Sonia? Si trasferirà in qualche mensa scolastica a scodellare il purè per i vostri nipotini? Assolutamente no!
Sonia Peronaci riparte in grande stile con un suo sito personale: Soniaperonaci.it!

high5

Ovviamente sentendomi molto vicino al settore, come se questa fosse stata la decisione di un vertice NATO, mi sono chiesto: che conseguenze porterà? È veramente la scelta giusta?

think

Secondo me sì, e i motivi sono semplici.

Sonia Peronaci ha quello sguardo da zia sfortunata, zitella che vive ancora con i genitori e non ha amici con cui fare aperitivi. Lo stesso sguardo timido e dimesso anche quando cucina il suo miglior tiramisù davanti alle telecamere di mezza Italia. Forse è per questo che GZ non le dava abbastanza visibilità? Un sito con il suo nome e cognome è la giusta dose di autostima che il suo ego meritava, Signorponza.com insegna.

giphy (3)

Ha già rilasciato una video ricetta in inglese. L’Italia è il Paese di pizza, pasta e mozzarella, il cui orgoglio nazionale ormai è solo sul cibo. Eppure le star della cucina le importiamo dall’estero: Jamie Oliver, Gordon Ramsay, Ernest Knam. Benedetta Parodi non è stata abbastanza, troppo fighetta? Troppo impacciata in cucina? Sonia potrebbe essere la grande scommessa da esportare all’estero, casomai diventare la food celebrity che sbanca negli States, arrivare proprio lì dove il pollo alla piastra di Elisabetta Canalis non ce l’ha fatta. Sonia Peronaci è Il Volo del foodie, la nostra quota international!

giphy (5)

Il giusto grado di curvyness per una che ama mangiare, la giusta genuinità per non montarsi la testa e chiedere solo Hilton Hotel durante le trasferte perché comunque siamo un paese in bolletta, il giusto impatto PZSQ per sfondare ancora di più sul web! Il suo nuovo sito inoltre è molto più fruibile di Giallo Zafferano, invece troppo enciclopedico. Qui c’è tutta la sua personalità, foto e ricette anche migliori. Insomma Sonia si è fatta furbetta e ci prova a diventare la Nigella Lawson nostrana. Speriamo non finisca sui tabloid di Rozzano perché pippa cocaina anche lei.

giphy (4)

Commenti via Facebook

clippermark

Ho 26 anni e sono nato in Abruzzo anche se negli ultimi anni ho iniziato a cambiare città come le mutande. Vado spesso in Germania per cercare di capire come mai mettano l’ananas sulla pizza ma voglio viverci da quando ho scoperto che mi piace. Da ormai 4 anni scrivo ricette sul mio blog "Una cucina per Chiama" ma tutto è iniziato quando da piccolo ho visto in TV Antonella Clerici: io però ho imparato a cucinare.
Dicono di me: "stai sempre in giro", dico di loro: "fatevi i cazzi vostri".
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: