L’evoluzione della settimana del lavoratore medio in GIF

Lunedì

[La sveglia suona]

Meraviglia, adesso mi sveglio e vado a fare un brunch [nella mente compaiono immagini di pancake con mirtilli e zucchero a velo, uova strapazzate con bacon, succo di papaya]

lunedì

Ma perché suona la sveglia se è domenica? E’ domenica, no? Cioè, deve essere domenica. Ieri era domenica. Quindi oggi non è domenica. Perciò oggi è lunedì. Lunedì.

[Nella mente si figura questo]

LEAVE_BRITNEY_ALONE!_gif

Cazzo, merda, culo, cazzo, merda, culo, merda, culo, cazzo.

Vabbè mi alzo.

Martedì

[La sveglia suona]

Voglio morire. Seriamente. Mo-ri-re. MORIRE MORIREEEEEEEEEEEE

[Si declina questo pensiero in tutti i modi possibili]

martedì

Devo cambiare la mia vita. Oggi, tipo. Stamattina entro in ufficio e mando tutto all’aria, vado dal capo e gli cago sulla scrivania, poi mi alzo e me ne vado. Anzi, prima saluto tutti con noncuranza, poi entro nell’ufficio, mi calo i pantaloni e dico qualcosa d’effetto tipo “Ecco cosa penso di te”. Anzi, la faccio direttamente sulla MIA scrivania, così non accendo nemmeno il computer. Oppure potrei entrare in sala riunioni, prendere parola e poi fare la cacca davanti a quello in piedi che presenta.martedì3gmercoledì 2

[Ci si crogiola per circa venti minuti sulle possibili declinazioni della situazione]

Vabbè mi alzo.

Mercoledì

[La sveglia suona]

Che palle, è solo mercoledì. Ancora mercoledì. Siamo a metà, però. Stasera saremo a più-che-metà-settimana.

tina

Devo cambiare la mia vita. Oggi, tipo. Stasera mi metto a cercare opportunità di lavoro all’estero, magari a Londra. Piuttosto che passare la mia vita lì faccio panini a Piccadilly Circus. Oppure vado a vivere ai Caraibi, apro un bar o un ristorante italiano. Vado a preparare spaghetti, che il cibo italiano è amato in tutto il mondo.

beach

Vabbè mi alzo.

Giovedì

[La sveglia suona]

Che palle. Palle. Ma non finisce mai questa settimana?

giphy

[La mente piomba sui meeting che si procrastinano da lunedì e alle mail a cui si deve rispondere dall’inizio della settimana, e l’unicaa reazione  possibile è questa]

mercoledì

Però dai è giovedì, il che significa che domani è venerdì. TOP. Stasera aperitivo dai. Sì, devo uscire presto e non farmi fagocitare dai meeting delle 18. Oggi rispondo di no, col cazzo hce mi fermo fino a tardi. Basta.

Vabbè mi alzo.

Venerdì

[La sveglia suona]

Ma non è ancora sabato? Vabbè ma oggi è venerdì, quindi è implicito che una persona sia meno produttiva oggi. Ci sta. Poi cazzo, è venerdììììììì VENERDììììììììììì

venerdì

Dai che domani dormo e faccio un botto di roba. Daje.

venerdì2

Vabbè mi alzo.

Commenti via Facebook

Wannabefre

Credo nell'ironia e nel sarcasmo come armi per conquistare il mondo.

Sognavo di fare il prete, ma poi ho finito per studiare economia. Se però mi chiedete cosa sia il cuneo fiscale io vi rispondo che cuneo lo potete dire a vostra sorella, razza di maleducati.

Vivo di pasta, sushi e Nutella sui biscotti di pastafrolla, pertanto credo che le persone che non mangiano siano meschine e abiette.

Sono una figa, perché oltre ad avere gli occhi verdi e una faccia che si abbina ai centrotavola fatti all'uncinetto, so anche la tabellina del cinque a memoria. Il mio sogno di vita è essere pagata per trasformare ossigeno in anidride carbonica.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: