Le 5 canzoni da riesumare

Da questa mattina, quando la sveglia mi ha ricordato che sono ancora troppo povera per licenziarmi e vivere di arcobaleni e pensieri felici, risuona nella mia testa Alvaro Soler, e dopo la terza ora, sono abbastanza sicura di essere pronta per un TSO urgentissimo.

Ho cercato di pensare ad altro, ma mi è venuto in mente solo Iglesias, con quella che mi pare sia la canzone dello scorso anno, solo cantata al contrario, tipo messaggi satanici.

A questo punto mi pare sia opportuno rimpinguare la mia libreria musicale, ed inserire cinque canzoni degli anni passati che però mi riconducono a fatti recenti.

Abbronzatissima – Edoardo Vianello

Rigorosamente nella versione alla pianola Bontempi di Jerry Calà, colpevole di aver avuto l’autorizzazione per girare l’ennesima cagata inguardabile pellicola imperdibile con un cast all’insegna d’eccellenza: 2016 ODISSEA NELL’OSPIZIO. Aspetto l’uscita come si aspetta il ciclo dopo un threesome.

Tomorrow – Amanda Lear

Tornata alle cronache negli ultimi giorni per essersi accaparrata il merito di aver lanciato donne del calibro di Simona Ventura e Alba Parietti. Senza che nessuno di noi le avesse fatto nulla per meritarlo.

People from Ibiza  – Sandy Marton

Saliamo anche noi sul carrozzone del gossip-non-gossip dell’estate. Borriello sì, Borriello no, Iannone, De Martino o il garzone della pizzeria “La Pagnocca”?  Che sia vero o no, quest’anno se non sei stato con Belen ad Ibiza sei proprio il figlio della schifosa. Quindi, per chi come me non è andata a mostrare il culo in Spagna, rimane un solo interrogativo: se Borriello non avrà un contratto per la prossima stagione, quante persone dovrà mantenere la Rodriguez ?

Un, dos, tres (Maria) – Ricky Martin

Mentre noi continuiamo con la nostra vita, la nostra eroina sta preparando un settembre frizzante con l’atteso trono gay. Sarà l’occasione per fare un po’ di selezione naturale tra le vostre amicizie. Ricordatevi che internet dà voce agli idioti (e così si spiega il motivo della mia presenza qui), e non mancheranno perle di omofobia. Vere chicche gli appassionati dell’analfabetismo funzionale

Teardrop  – Massive Attack

Perché non so voi, ma io sono davvero stanca di aver paura di leggere le prime pagine e contare gli episodi di violenza. C’è bisogno di calma, di poter vivere serenamente senza nascondere le proprie preferenze, senza aver paura di nulla, senza aver paura delle persone. Qualsiasi siano le motivazioni stupide che stanno dietro a queste cose, io dico solo BASTA.

Commenti via Facebook

Diana Prince

Sono nata su un'isola e continuo a viverci. Ho una cultura appena sotto la media, ma da quando riesco ad avere accesso veloce a Google si nota appena. Odio arrivare in ritardo, ma anche arrivare in anticipo. Proprio per questo non mi presento mai da nessuna parte. Dopo aver visto diplomare Donna Martin non mi è rimasto nessun altro sogno nel cassetto.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: