Le 5 ragioni per cui non fare un account su Google+

Dopo lo strabordante successo della prima puntata pilota di “Le 5 ragioni per cui non…” ho deciso di dedicare la nuova puntata di questa rubrica a un altro social network di cui già si è molto parlato su queste pagine: ovvero Google+.

E smettetela di dire che non lo usa nessuno.

Ecco quindi le 5 ragioni per cui non fare un account su Google+:

  1. Androidiani accaniti contro i fanboy Apple, arrabbiati come se la Apple avesse ucciso loro la mamma. Paradossalmente prendono in giro il fanatismo della Apple finendo per risultare l’esatta copia, con l’unica differenza di essere in salsa open-source.
  2. I populisti che finiscono quotidianamente nei temi caldi e che, ogni giorno, trovano una nuova vittima da crocifiggere. Illudendosi che la diminuzione degli stipendi dei parlamentari possa risolvere tutti i problemi di questo Paese. Nella maggior parte dei casi esprimono i concetti con un italiano a dir poco claudicante.
  3. I sostenitori di Beppe Grillo. Che a volte, inevitabilmente, si sovrappongono alla categoria precedente.
  4. Quelli che hanno scambiato Google+ per un sito di incontri e, di conseguenza, pubblicano solo foto di se stessi, pensando di poterselo permettere.
  5. Non vorrei nemmeno darvi l’idea che Google+ sia un posto troppo serio e del tutto immune da bimbiminkia. Prego la regia di agevolare l’immagine.
Bimbeminkia su Google+
Al di là di questi cinque motivi, ce ne sono migliaia, ma che dico migliaia, migliardi di motivi per iscriversi e utilizzare Google+. Che ho sapientemente raccolto in questo post. Non dimenticatevi di cerchiare o mettere un +1 anche sulla pagina del Signor Ponza.
Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: