Le Cronache di Narniapolitano: la decadenza, la sedia e il governo.

becauseisaidso

Benvenuti alla nuova puntata della rubrica che Crozza spulcia settimanalmente per decidere di cosa parlare (CREDEGHE).

Questa è una settimana che veramente ci vorrebbero mille recap di Pretty Little Liars per raccapezzarcisi: PDL e Forza Italia si sono scissi ufficialmente, gli ultimi indecisi hanno deciso a chi leccare il culo  chi incarnasse meglio i propri ideali e i giochi son fatti, con Forza Italia all’opposizione. Ora, immaginatemi in bikini e gonnellino hawaiano ad ondeggiare al ritmo di “ve lo avevo detto”. Farò questa danza nella vostra mente anche il giorno in cui Alfano farà cadere il governo Letta per riunirsi con Silivio.

Tra l’altro anche il povero Silvio è tornato nelle prime pagine dei giornali. Per aver avuto il coraggio di chiavarsi Barbara d’Urso? No, quello è veramente il punto più basso del tutto. Ma perché dopo, boh, sei stagioni di Beautiful, il Parlamento ha finalmente votato la decadenza da senatore del nostro amico B. Il giubilo nel Paese è stato tale che nemmeno quando l’Italia vinse i mondiali o aprono i Saldi all’Outlet di Valmontone. Tutti felici, tutti a fare battute, tutti a fare l’elicottero con l’uccello in strada. Per quanto anche io ho avuto il mio brivido di goduria, questa sensazione è durata giusto il tempo di pensare al fatto che dopo venti anni, dopo mille processi, dopo mille campagne elettorali, l’Italia si libera “solo per ora” di Berlusconi grazie ad una condanna e non grazie ad un’opposizione politica seria e di sostanza. Se avessimo una sinistra decente in questo Paese, nessuno di loro si sarebbe sentito felice, ma avrebbero provato vergogna per la loro inettitudine, ma dato che il massimo che possiamo avere è Renzi direi che posso pure mettermi l’anima in pace e lasciar stare.

Detto questo, molti (anche io!) hanno fatto la battuta “decaduto sivlio, caduto il governo”. Beh sì, la maggioranza terrà? Ce lo chiediamo tutti. In entrambi i casi ci andiamo a perdere, è chiaro. Se dovesse mantenere la maggioranza attuale avremo altri mesi di inconsistenza politica e di compromessi sui compromessi che alla fine ci porterebbero solamente a protrarre la lenta agonia del Paese fino a quando qualcuno, fatti i suoi conti, pronto con la sua campagna elettorale, non decida di togliere la spina a questo governo che vive davvero per miracolo.

Italian President Giorgio Napolitano at the meeting of ANCI

E tra gli artefici della vita di questo Governo c’è proprio Re Giorgio Napolitano. Il titolo del post ovviamente fa riferimento a lui e alle sue ultime dichiarazioni. Napolitano ha infatti indicato la necessità per il governo Letta di fare una verifica parlamentare sulla tenuta della maggioranza delle non-più-larghe intese. Perdonatemi se mi ripeto, ma questo non è il compito del Presidente della Repubblica: siamo una Repubblica Parlamentare e le ingerenze di Napolitano sono veramente fuori da ogni limite costituzionale. E’ vero che Napolitano agisce perché vede che la classe politica non riesce ad essere autonoma ma soprattutto matura per poter intervenire su una situazione grave in cui versa il Paese, ma questo non toglie che stiamo assistendo a qualcosa che non si è mai visto. Anche sui giornali si parla di Napolitano-Letta come di un’unità unica, in cui Napolitano è praticamente la testa pensante e decidente e Letta la marionetta mossa per eseguire. Basta leggere questo estratto da un articolo dell’ANSA: “Sarà quella la prima occasione per Napolitano e Letta per verificare assieme quale strada intraprendere: se, cioè, ‘spingere’ il presidente del Consiglio ad aprire una crisi formale, oppure se limitarsi ad un voto di fiducia senza dimissioni”. Ma vi pare normale? A me no. Ma infondo io son un povero illuso a pensarci bene.

Detto questo vi lascio, ho portato lo sconforto nelle vostre vite mediocri e adesso me ne vado ad infestare il mondo come nemmeno la Yersina Pestis. Mi raccomando, non accettate mai caramelle dagli sconosciuti.

Infinitamente vostro, Aldo.

Commenti via Facebook

solodallamente

Nella prossima vita voglio rinascere in grado di scrivere biografie accattivanti, per il momento mi limito a confermarvi che sono troppo intelligente per essere anche bello e che nella vita quello che conta davvero è la pizza. Il mio animale guida è Taylor Swift, con la quale condivido la dote di essere odiato da tutti (a ragione).

Latest posts by solodallamente (see all)

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: