Le impressioni contano

In questi 24 (sì, sono 24, è stata dura scrivere questo numero, ma l’ho scritto) anni ho già imparato qualcosa. Ad esempio ho praticamente imparato a fare il nodo alla cravatta (il “praticamente”, in effetti, fa la differenza), anche se ho ancora grandi difficoltà a togliermela a fine giornata.

Ho imparato anche che nella maggior parte dei casi il sottoscritto ha ragione e che devo quasi sempre fidarmi della prima impressione. In pratica, mi è sempre capitato che la sensazione che una persona mi dà la prima volta che la conosco è confermata poi andando avanti nel tempo. Vale con le persone, ma anche con tutto il resto. Eccetto le canzoni. Se una canzone mi piace al primo ascolto, allora non avrà futuro. Tipo On A Mission di Gabriella Cilmi: la prima volta che l’ho sentita in radio stavo per orgasmare. Già al terzo ascolto mi ha fatto venire l’andropausa. E viceversa. Cioè Not Myself Tonight di Christina Aguilera mi faceva cagare quando l’ho ascoltata in anteprima, ma ora è già nella mia Top 25.

Il succo è che per tutte le cose, bene o male, il tempo mi ha dato sempre ragione. La cosa difficile è stare ad aspettare, ma a volte ne vale la pena.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: