636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

L’equilibrio non esiste

In questi giorni in cui ho avuto tanto tempo per pensare (=ho avuto tanta cacca da fare) mi sono convinto sempre di più che la vita è una continua ricerca dell’equilibrio. Una complessa, infinita, insidiosa e a volte frustrante ricerca dell’equilibrio.

Il punto però è che l’equilibrio non esiste. E se esistesse allora non esisterebbe nemmeno la sua ricerca. E’ un po’ come il Sacro Graal. Il Sacro Graal non esiste, ma è proprio questo che attribuisce un senso alla sua leggendaria ricerca.

Lo so, sto filosofeggiando. Ma se Sara Tommasi può parlare in qualità di esperta di finanza e Marino Bartoletti in qualità di esperto di qualsiasi sport, io mi sento autorizzato a parlare di una cosa che mi succede in prima persona, cioè la vita che vivo.

I miei profondi ragionamenti mi hanno quindi portato a stabilire che l’errore più grande a cui l’uomo può credere è che questo equilibrio esista, illudendosi allo stesso tempo di riuscire a raggiungerlo. La vita è un continuo bilanciare e controbilanciare i piccoli spostamenti che il nostro corpo fa da una parte e dall’altra del filo teso su cui camminiamo quotidianamente, districandoci tra vita privata, lavoro, studio, divertimento, piacere, amici e famiglia.

L’importante è solo riuscire, con pazienza e determinazione, a camminare senza mai farsi buttare giù.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (20):

  1. il Savonarola

    29 giugno 2012 at 12:00

    “E se esistesse non ci sarebbe allora non esisterebbe nemmeno la sua ricerca.”

    Alla prossima maturità, vogliamo Signor Ponza come analisi del testo.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      29 giugno 2012 at 12:23

      Il Signor Ponza ormai scrive i post di notte quindi ogni tanto si perde per strada qualche parola. Ringrazio comunque per la critica, sempre ben accetta come tutte le critiche su questo blog. Tiè.

      Rispondi
  2. KK

    29 giugno 2012 at 12:43

    Ecco perché non lo ritrovo mai questo dannato equilibrio! Le ho provate tutte a partire dal bifidus… zero risultati! Ciondolo, continuo a ciondolare!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      29 giugno 2012 at 13:12

      Io col bifidus ho avuto ottimi risultati, ma solo per la ricerca dell’equilibro intestinale. Per la ricerca dell’equilibrio nella vita ho fatto tanti tentativi e continuerò a farli ovviamente, più consapevole che il massimo che possiamo fare è avvicinarci all’ipotetico equilibrio.

      Rispondi
  3. Roberto ®

    29 giugno 2012 at 13:41

    Boh…sicuramente ho sbagliato blog… Vabbeh..piacere 😀

    Rispondi
    • Signor Ponza

      1 luglio 2012 at 11:33

      Forse non è sbagliato il blog, ma il blogger! Prometto di riprendermi al più presto 🙂

      Rispondi
    • Signor Ponza

      1 luglio 2012 at 11:42

      Anch’io diciamo che l’ho scritto soprattutto per dirlo a me stesso e in qualche modo tranquillizzarmi 🙂

      Rispondi
  4. Federico

    29 giugno 2012 at 14:54

    Forse è meglio dondolarsi tra l’estasi e la noia cercando le risposte più plausibili. Ciao.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      1 luglio 2012 at 11:53

      La ricerca della domanda giusta è già un ottimo passatempo

      Rispondi
  5. Pier(ef)fect

    29 giugno 2012 at 14:58

    condivido l’ultima frase, alla fine è inutile e frustrante cercare continuamente un equilibrio… meglio cercare di star bene senza troppe fisime o paranoie

    Rispondi
  6. Marta Barzotto

    29 giugno 2012 at 15:47

    Perché essere felici per una vita intera sarebbe quasi insopportabile (cit.)

    Rispondi
    • Andrea

      29 giugno 2012 at 20:52

      E poi il dolce non sarebbe così dolce senza l’amaro (cit.)

      Rispondi
  7. Fabry

    1 luglio 2012 at 00:54

    La vita è un brivido che vola via, è tutto un equilibrio sopra la follia. (cit.)

    Rispondi
    • Andrea

      3 luglio 2012 at 15:43

      Guarda, non cito “FU FU PANDA” per non essere troppo spocchioso. 😀

      Rispondi
  8. duhangst

    2 luglio 2012 at 11:09

    E io che pensavo di averlo trovato…
    Mi hai distrutto sai? 😉

    Rispondi
    • Signor Ponza

      3 luglio 2012 at 15:37

      Chiedo perdono. Ma riconoscere e ammettere il problema è metà della terapia! 😀

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: