636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

L’orda: l’arrivo dei vip su Twitter

Non è mia intenzione menarmela, però la mia iscrizione su Twitter risale a più di cinque anni fa, quando eravamo in quattro gatti e si parlava ancora in terza persona. I vip italiani all’epoca non sapevano nemmeno come si scriveva la parola “Twitter” e non avevano nemmeno idea di che cosa fosse Facebook.

Oggi, complice anche quel simpaticone di Fiorello, le cosiddette persone molto importanti sono sbarcate in massa sul social network, nemmeno fossero clandestini sulle coste di Lampedusa in una giornata estiva di mare calmo. Con tutte le conseguenze del caso, tra cui l’estrema bimbiminkizzazione dei nuovi iscritti non vip.

Vorrei quindi fare oggi una rapida carrellata su alcuni di questi vip, per giungere alla fine del post a una precisa conclusione, di cui mi convinco sempre di più.

Francesco Facchinetti si distingue per la ricchezza di contenuti, già dimostrata in occasione della sua folgorante carriera di cantante (bella di padella!) e anche discretamente nella sua carriera di conduttore.

Simona Ventura è una delle mie preferite. Anche su Twitter riesce a dimostrare in poche righe la sua padronanza delle lingue. E anche un appropriato uso dei puntini di sospensione.

Alfonso Signorini dialoga con l’amica Rita Dalla Chiesa, invitandola a vedere la prima puntata del suo Kalispera. Mi sa che nemmeno Rita alla fine l’ha visto. Il suo avatar e il suo stile, pieno di bacii e punti esclamativi trasudano eterosessualità da tutti i pori.

Sempre rimanendo in tema Kalispera, Melissa Satta chiama a raccolta tutti i suoi follower per seguire il programma. Anche qui un tripudio di punteggiatura e un successone in termini di ascolti.

Raffaella Fico riesce a condensare in 140 caratteri lettere in esubero, punteggiatura esagerata e bacini. Mi mancano i tempi in cui era nella casa del Grande Fratello, ostentava la sua verginità e si scandalizzava se un coinquilino le alzava la gonna.

Gerry Scotti è uno di quelli che su Twitter mi sta più simpatico, anche perché almeno fino ad ora non ha preso il vizio che ha in televisione di benedire la gente e di invocare Dio.

Poi c’è anche Fiorello che litiga con Sabina Guzzanti e tanto tanto altro, ma la conclusione a cui volevo giungere è che l’arrivo dei vip su Twitter ci è servito soprattutto per capire che anche loro, gente importante e famosa, sono tanto poracci quanto lo siamo noi.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (29):

  1. Isabel

    22 dicembre 2011 at 11:27

    ma sai che per ora twitter non mi ha conquistato?

    Rispondi
    • Signor Ponza

      22 dicembre 2011 at 16:07

      Per me è il mezzo di comunicazione più semplice e immediato, facile da qualsiasi dispositivo. Poi il blog rimane il primo amore, ma per la vita di tutti i giorni twitter mi ha conquistato.

      Rispondi
  2. Robba12

    22 dicembre 2011 at 12:37

    me ne ero dimenticato che agli albori di twitter si parlava in terza persona… tra tutti sti vip, il mio preferito è il buon Gerry, gli altri fanno un po’ troppo i fenomeni.

    Rispondi
  3. perlinavichinga

    22 dicembre 2011 at 13:14

    a questo si è aggiunto anche il fenomeno delle persone qualunque, che scrivono a tutti questi vipsssss sperando nella risposta di qualcuno. triste!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      22 dicembre 2011 at 16:08

      Sì, è vero! Ci sono quelli che implorano per una reply o retweet… Contenti loro.

      Rispondi
  4. Devis

    22 dicembre 2011 at 13:49

    Guarda, anche la mia iscrizione risale a tanti anni fa ed eravamo ben pochi italiani. Ora è moda… E ci trovi quasi tutti. Oramai ho più. Gente qua su twitter che su facebook 🙂
    Ma ciao carissimo!!! Buona giornataaaaaaa!!!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      22 dicembre 2011 at 16:28

      Sì, anche se facebook lo vedo più come social network di condivisione tra una relativamente ristretta cerchia di amici. Mentre con Twitter sei potenzialmente tu versus il mondo.

      Rispondi
  5. Chit

    22 dicembre 2011 at 16:22

    Non so se è colpa del clima natalizio ma sai che mi hanno fatto tenerezza queste twittate da bambinelli viziati??? 😀

    Rispondi
  6. Giulio GMDB

    22 dicembre 2011 at 16:23

    Ricordo pure io di quando scrivevo in terza persona 😀 Di VIPs seguo solo Jovannotti e non so neppure io perchè… Forse perchè è stato uno dei primi. Gli altri decisamente non mi interessano: se non li seguo in TV perchè mai dovrei dovrei farmi intasare la TL da loro? Molto meglio seguire il @signorponza 🙂

    Rispondi
    • Signor Ponza

      22 dicembre 2011 at 16:51

      Hahah, ti ringrazio, troppo buono. Anch’io comunque seguo solamente Lorenzo, ma anche perché è uno dei miei artisti preferiti e con gli altri proprio non c’è competizione.

      Rispondi
      • Devis

        22 dicembre 2011 at 16:56

        Mi associo!!!!! Molto più istruttivo e simpatico seguire il @signorponza
        Grandissimo!!!! E mio favorito!!!!

        Rispondi
  7. Stefano

    23 dicembre 2011 at 10:29

    Gli unici contatti che ho su Twitter sono tifosi della mia squadra del cuore, che non è manco italiana. Gente comune, insomma. E poi, che senso ha seguire i vip (vip: come odio questo termine…)? Tanto non scrivono mai nulla di interessante, e per di più comunicano solo tra di loro…

    Rispondi
    • Signor Ponza

      23 dicembre 2011 at 13:19

      Sono d’accordo, la cosa che più mi stupisce è che la maggior parte di loro non fa molto più che salutare e scrivere aggiornamenti senza contenuti.

      Rispondi
  8. Guady

    23 dicembre 2011 at 10:55

    ecco, lo sapevo! Ora che ho quasi capito che roba è google+ tu te ne esci dicendo che fa più figo essere tu Twitter!!!
    No vabbè, ma avvisami per tempo! Chessò mandami un fax nà mail un piccione viaggiatore!!!!!!!! (che se no poi esagero e mi cazi!)

    Rispondi
    • Signor Ponza

      23 dicembre 2011 at 13:20

      Hahahaha, ma dai Guady! Io Twitter lo spingo fin dal 2006, sono un vecchio ormai 😀

      Rispondi
  9. Matteo

    23 dicembre 2011 at 12:41

    Mi sono imbattuto in quella prima puntata di Kalispera. L’inviata, quella che stava al Grande Fratello, abruzzese fra l’altro, della quale per fortuna mi sfugge sia il nome che il cognome, risponde alla domanda di Signorini: “Quali sono gli attori partenopei che hanno calcato le scene di quel teatro?” in questo modo: “Una delle attrici partenopee che ha calcato le scene di questo teatro è Michelle Hunziker”. Signorini si arrabbia con la fanciulla che non sa nemmeno che vuol dire partenopeo e io spengo. 🙂

    Rispondi
    • Signor Ponza

      23 dicembre 2011 at 13:22

      Ho capito forse a chi ti riferisce. Se è quella che penso, la cosa che più mi fa rabbrividire è che si tratta di una vera e propria giornalista. Spero almeno sia solo pubblicista. Se no smantellerei l’ordine dei giornalisti all’istante.

      Rispondi
  10. Giovy

    23 dicembre 2011 at 12:43

    Non sono per niente vip… ma sono approdata da poco su Twitter anch’io… devo ammettere di averci messo un po’ ad entrare nel twitter mood… ma ora me lo sto godendo un po’.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      23 dicembre 2011 at 13:26

      Bisogna superare solo la resistenza iniziale, poi secondo me è impossibile non appassionarsi.

      Rispondi
  11. Davide

    23 dicembre 2011 at 17:39

    Ciao…anche io seguo alcuni vip su twitter e ne leggo di tutti i colori…anzi da adesso seguirò anche te:) Buon Nataleeee!

    Rispondi
  12. Roberto ®

    21 gennaio 2012 at 13:16

    Insomma, manco solo io? 😉
    Scherzi a parte, sto valutando l’idea di iscrivermi. Chissà…
    PS: blog molto curioso e interessante. Ti leggerò 🙂

    Rispondi
    • Signor Ponza

      22 gennaio 2012 at 12:05

      E’ un ottimo modo per perdere tanto tempo. Quindi ovviamente lo consiglio! 😀

      Rispondi
  13. Straf

    26 gennaio 2012 at 01:00

    mmm…no. niente twitter, grazie.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: