636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

Mercoledì delle ceneri, l’inizio del periodo di magra

Bentornati a L’ora di religione, nel nuovo appuntamento del mercoledì, visto che esigenze della dirigenza hanno spostato la rubrica di religione per dare spazio al nuovo appuntamento del GF, col caro amico Fabry che salutiamo. Ma sono molto felice di constatare che la religione è entrata anche nelle ossessioni della settimana del Signor Ponza. Il processo di evangelizzazione continua, ma solo dopo la nostra sigla!

Allora prima di iniziare saluto il mio amico Fiorello, che si è rotto la testa investendo una persona qualche giorno fa, pregheremo per te. Va bene, allora, dato che non viene tutto per caso, quale mercoledì migliore per spostare la rubrica se non il più famoso mercoledì del calendario ossia il Mercoledì delle Ceneri? Per parlarci di questo appuntamento chiave del calendario liturgico abbiamo ingaggiato un attore che sul Mercoledì delle Ceneri ci ha scritto un libro di successo, Mr Ethan Hawke.

Iniziamo col dire che il Mercoledì delle Ceneri è il giorno di apertura della Quaresima, che è uno dei tempi forti, quelli di attesa, di cui già abbiamo parlato. Ora vi chiederete come mai questo accade di mercoledì? Il mercoledì capita 40 giorni prima della Pasqua, anche se, in realtà, capita ben 46 giorni prima (diventano 40 solo se dal conteggio dei giorni vengono escluse le domeniche), in ricordo dei 40 giorni che Gesù passò in preghiera nel deserto costantemente tentato dal demonio.

E perché le ceneri? Le ceneri sono utilizzate nella Bibbia come simbolo di pentimento, proprio per paragonare la caducità delle cose terrene rispetto a quelle divine. Infatti durante la celebrazione della Messa, in questo particolare giorno, ogni cristiano viene segnato con delle ceneri benedette, frutto dei rami di ulivo benedetti la domenica delle Palme dell’anno precedente.

La Quaresima è appunto un periodo di pentimento in cui ogni buon cristiano deve aprire il cuore alla fede riconoscendo i propri peccati. Ma come è possibile farlo vi chiederete? La Chiesa consiglia a tutti i cattolici di digiunare ed astenersi dal mangiare carni, questo perché un corpo sazio non è capace di ascoltare il proprio spirito, come invece dovrebbe fare ognuno di noi. È proprio quest’astinenza che da il nome al Carnevale che si chiude in questo giorno in cui non si mangia carne, in contrapposizione al giorno prima che è appunto il Martedì Grasso (per chi ci legge da Milano è il sabato perché le Ceneri non sono di mercoledì ma di domenica).

Ora magari non mangiare carni è anche cool e il digiuno non può che farci bene e prepararci alla prova costume, ma può davvero bastare tutto ciò?

Si può provare anche a fare delle rinunce, dei fioretti, sperando che possano aiutarci a temprare il nostro spirito. Ad esempio, io l’anno scorso mi sono astenuto per 46 giorni dai social network di qualsiasi tipo, mentre quest’anno vorrei provare a eliminare ogni tipo di comfort food (dolci, pizza e quant’altro). In ogni caso i fioretti dovrebbero essere un modo per renderci persone migliori (anche se non so se questa mia rinuncia che mi son ripromesso mi riuscirà, anche perché senza dolci sono una persona intrattabile). Dai sono solo 40 giorni, del resto, poi ci rifaremo.

Allora questa settimana abbiamo imparato che:

  1. le abbuffate di cibo nascondono altre esigenze che non riusciamo ad ascoltare;
  2. ogni tanto dovremmo un po’ pentirci del nostro modo orrendo di condurre questa vita e possiamo iniziare passando dalla cenere, perché, come ripete la Ventura, l’umiltà prima di tutto;
  3. il mercoledì è un nuovo giorno per iniziare una dieta.

L'ora di religione

[Le puntate precedenti de L’ora di religione]
[Leone Lewis su Twitter]

Commenti via Facebook

Leone Lewis

Il fatto che io sia nato il giorno della finale di Sanremo fa di me una di quelle promesse dell'Ariston non ancora mantenute. La mia vita la vivo in attesa di scendere quella scalinata di Gaetano Castelli, immerso nei fiori della riviera. Nel frattempo ho avuto la malsana idea di evangelizzare questo blog di dannati.
Annunci

Comments (18):

  1. Giulio GMDB

    5 marzo 2014 at 11:20

    L’importante è non specificare l’anno di quel mercoledì in cui iniziare la dieta… 😉

    Rispondi
    • LeoneLewis

      5 marzo 2014 at 12:56

      basta che non si rimandi solo al lunedì 🙂

      Rispondi
  2. L'eterna indecisa

    5 marzo 2014 at 11:53

    Amo questa rubrica come amo tutti voi. “un corpo sazio non è capace di ascoltare il proprio spirito”: CAZZO QUANTO E’ VERO! (passatemi la parola!)
    Un bacione

    Rispondi
    • LeoneLewis

      5 marzo 2014 at 12:58

      è una frase molto new age, perché non c’è bisogno di seguire la filosofia yoga per sentirsi fighi, va benissimo anche il cattolicesimo

      Rispondi
  3. Daniii

    5 marzo 2014 at 13:40

    Ok dai, quasi quasi dopo l’exploit di sabato rinuncio all’appagamento sessuale. O a andare avanti a vedere la seconda serie di Girls. O la prima di Looking. O… che fatica!!! 🙁

    Rispondi
    • LeoneLewis

      5 marzo 2014 at 13:43

      forse è meglio non sapere cosa hai fatto sabato

      Rispondi
      • Daniii

        5 marzo 2014 at 13:55

        Veramente l’ho gia’ annunciato proprio su questo blog, nei commenti a Sipario di domenica 😛
        Ho ancora mal di collo…

        Comunque io ogni volta che leggo la tua rubrica sento impellente il bisogno di saperne di piu’ su di te!
        Chi sei davvero? Studi Teologia? Sei un ex seminarista? Sei davvero religioso? O ti piace solo il lato secolare e culturale della religione? Sei il messia froscio che tutti aspettiamo, che portera’ la luce nelle dark room e i pezzenti al Plastic? Dicci o maestro.

        Rispondi
        • LeoneLewis

          5 marzo 2014 at 14:00

          il fascino della religione si fonda sul mistero

          Rispondi
          • Daniii

            5 marzo 2014 at 14:28

            ma a un certo punto il velo va squarciato…

    • Signor Ponza

      5 marzo 2014 at 14:18

      Di Looking me ne sono innamorato dopo la quarta puntata. Lato positivo è che sono solo 8 puntate 🙂

      Rispondi
      • Daniii

        5 marzo 2014 at 14:20

        A me e’ bastata la fotografia stile poliziesco anni 70 aggiornato al 2014 e mi sono innamorato, poi se ci aggiungi la colonna sonora levatevi proprio! Aspetto con ansia la seconda stagione, e sono PAZZO PAZZO PAZZO delle orecchie di Russell Tovey.

        Rispondi
        • LeoneLewis

          5 marzo 2014 at 14:21

          andate a dire queste porcherie al vostro confessore

          Rispondi
          • Daniii

            5 marzo 2014 at 14:23

            Amore quelle due orecchie valgon bene una messa (come Parigi… hai visto che intellettualo sono???)

        • Signor Ponza

          5 marzo 2014 at 20:13

          Il mio problema è che non c’è nessun personaggio che mi piaccia fino in fondo. Per il resto amo tutto.

          Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: