636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza
Sushi Dinner - Justeat a domicilio

Metti una sera la redazione a cena a domicilio con JustEat.it

Sono tempi bui per noi imbranati dei fornelli. Che poi per “imbranati” si intendono, al giorno d’oggi, le persone come me che non sono abituate a cimentarsi con piatti elaborati degni di Masterchef, ma sono comunque in grado di sopravvivere cucinandosi del cibo più o meno basilare. Il dilagare dei cooking show (una piaga socio-televisiva seconda per diffusione solo a quella dei Fratelli in Affari in onda a qualsiasi ora del giorno e della notte su Cielo) mette un’ansia da prestazione ogni volta che ci si avvicini ai fornelli e, ancor di più, quando ci si ritrova in compagnia per cenare.

Tavola Cena

E così, quando l’altra sera la redazione di Signorponza.com si è riunita per assistere e commentare la puntata di Amici (c’era pure Il Savonarola, il primo rubrichista della storia del blog) si è trovata con il #FrigoVuoto, è scattato un po’ di panico. Che cosa fare? La risposta più ovvia, visto che nessuno voleva vestire né i panni di Rachida, né quelli di Carlo Cracco, è stata di ordinare una cena a domicilio.

Rachida gif

Si poneva tuttavia un ulteriore problema: non sono un grandissimo fan dei pacchianissimi volantini che ristoranti e (soprattutto) pizzerie/kebbabbari San Vincenzo-San Giovanni-San Marco da asporto lasciano nella casella della posta. In pratica dalla casella della posta finiscono nel cestino della carta, senza passare dal via.

Avrei potuto pentirmene amaramente, se non fosse che JustEat.it è venuto in nostro aiuto. Facendo quello che 10-100-1000 volantini, per quanto kitsch, non potranno mai fare: offrirti tutte le scelte a tua disposizione in un unico posto. È infatti questa la principale comodità offerta da JustEat.it: accedi al sito (anche da smartphone), inserisci il tuo indirizzo e automaticamente puoi vedere tutti i ristoranti che consegnano nella tua zona e che siano aperti nell’orario da te selezionato. Per ciascun ristorante è quindi possibile consultare il menù completo ed effettuare l’ordine in pochi semplici click, scegliendo successivamente se pagare con carta di credito o in contanti alla consegna. È inoltre possibile, prima di ordinare, consultare le recensioni e le valutazioni degli altri utenti, oltre ovviamente poter fare lo stesso una volta concluso l’acquisto.

Inutile che vi dica che la nostra scelta è ricaduta sul cibo giapponese, perché se non ingurgito una dose settimanale di Sashimi vado in astinenza (per la cronaca: Sashimi >>> Ossigeno). Così, tempo di fare l’ordine (ore 21:10 – il sito indica come orario previsto di consegna 21:50), ascoltare un paio di esibizioni e un paio di lamentele di Moreno ad Amici, ed ecco che alle 21:45 il nostro ordine era davanti a noi sul tavolo. E a quel punto anche i Dear Jack sono diventati meno importanti, al cospetto degli Uramaki Spicy Salmon ordinati tramite JustEat.it.

Insomma, come salvare una serata senza scomodare chef televisivi o libri di ricette.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (12):

  1. Il Savonarola

    29 aprile 2014 at 17:50

    Ci tengo a precisare che cercai di cambiare canale, invano.

    Rispondi
    • Daniii

      29 aprile 2014 at 18:09

      a me incuriosisce troppo sapere cosa ha spinto il Savonarola a chiudersi in un intimo silenzio, tipo Lucio Battisti ecco…

      Rispondi
  2. Daniii

    29 aprile 2014 at 18:10

    Amore ma che tipo di uramaki ti recapita quel just eat li??? No perche’ io ABOVVO i cinesi riconvertiti in giapponesi, sia chiaro!

    Sono troppo snob per il mondo, non c’e niente da fa’… mi manca solo il mio rozzo marinaio che mi chiama “bottana industriale” e poi sono sputato Mariangela Melato.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      3 maggio 2014 at 22:08

      Hahaha non ti preoccupare, il sito aggrega solo i ristoranti che consegnano nella tua zona, poi la qualità e la tipologia di cucina la puoi scegliere tu

      Rispondi
  3. clippermark

    29 aprile 2014 at 21:03

    Cooking-show ‘piaga sociale’ solo per il fatto che io non ho ancora partecipato a nessuno

    Rispondi
    • Signor Ponza

      3 maggio 2014 at 22:10

      Ovviamente. Notare che non ho detto nemmeno una parola fuori posto sui food blogger.

      Rispondi
  4. Fabrizio

    30 aprile 2014 at 00:04

    Non mi pare di aver ricevuto l’invito e guess what, ho il computer rotto e non posso più scrivere sul tuo blog. CIAO.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: