Di nani e di altre storie

Carissimi amici ben ritrovati in questa seconda puntata di Sipario, l’unica rubrica che se Come farsi lasciare in 10 giorni non è il vostro film preferito di tutti i tempi allora potete anche smettere immediatamente di leggere e diventare fan di Lia Celi. La season premiere di domenica scorsa è stata un raro successo di pubblico e di critica come non se ne vedeva dai tempi di Bambola di Bigas Luna, tanto da impormi questa settimana un duro lavoro di ricerca (iniziata 5 minuti fa) per portarvi in tavola solo il meglio di ciò che succede alle nostre amicizie vips. Sta di fatto che la settimana è stata un po’ avara di contenuti (tipo che top news questa), ma del resto se Glee è arrivato alla quinta stagione senza una solida storyline, chi siamo noi per fermarci di fronte a questo piccolo problema? Bando alle ciance, fiato alle trombe, Egidio fammi un segno e… SIGLA!

Vorrei aprire la puntata con il nostro amico della violenza domestica altrimenti noto come Chris Brown, che dalle pagine del Guardian dice in un’intervista di aver perso la verginità alla giusta età di 8 (OTTO) anni. Il simpatico e sobrio cantante afferma di essere oggi quello che Prince era negli anni Ottanta, una specie di icona del sesso, di aver avuto millemila donne e vabbè noi tutti così. Sta di fatto che ogni volta che questo apre bocca succede qualche casino: e infatti dopo le sue dichiarazioni alcuni membri dell’entourage e dell’opinione pubblica iniziano a parlare di stupro subito, in quanto la ragazza con cui ha perso la verginità avrebbe avuto al momento del fatto circa 15 anni. Beh vabbè.

Abbandoniamo la cronaca nera per passare a quella matrimoniale: si separa infatti una delle più potenti (e meno conosciute, almeno in Italia) power couple di Hollywood, ovvero Kris Kardashian e il marito Bruce Jenner, che dopo un anno di separazione ufficiosa (vivevano già in case separate) hanno deciso di definire la situazione in maniera ufficiale. Lei, madre di tutto il cucuzzaro Kardashian, è già al secondo matrimonio: ora il divorzio, consensuale e sembra anche avvenuto in termini amichevoli, sarà una bella guerra per dividersi un impero da 125 milioni di dollari. Sto già organizzando il mio Bling Ring.

Amici are you ready per la fine dei Jonas Brothers? Sì, avete ragione, in effetti i fratelli Giona non sono più rilevanti da tipo 5 anni, però come dire sai com’è margella e sdibeleleiba. Praticamente no, cos’è successo: a due giorni dall’inizio del loro tour mondiale, Joe, Nick e quello grasso e brutto hanno fatto una litigata che Aida Yespica e Antonella Elia sono solo debuttanti allo sbaraglio, una roba come le pazze proprio. Dicheno che causa del litigio sia la “direzione musicale da prendere”, c’è chi vuole fare pop, chi vuole fare rock, chi vuole fare bareback. In ogni caso carissime Jonassine attaccate i lucchetti al Ponte Milvio che qui lo split è imminente.

Facciamo che scrivo il post più RACIST! dell’anno? Ponza prepara ad ipotecare la casa per pagarmi gli avvocati che qui le cose non le mando a dire. Parliamo sempre e solo della regina del Celebrità di questi mesi, la nostra amica Miley Cyrus che vi giuro da settimana prossima non nominerò più. Praticamente è successo che all’infamous performance dei VMA’s, quella dove twerka sul pene di Robin Thicke per intenderci, la nostra beniamina era salita sul palco circondata da nani vestiti da orsacchiotti, una pioggia di nani che avrebbe solo che fatto la felicità di Federica Rosatelli. Com’è come non è, dopo praticamente un mese dall’esibizione, dopo che la Miley è diventata il personaggio numero uno del mondo, succede che una nana si sveglia e dice di essersi sentita degradata e umiliata per essere stata trattata come fenomeno da baraccone, e tipo adesso rilascia interviste a tutto spiano per DENUNZIARE il mondo e dice di piangere ogni notte abbracciata al suo piccolo cuscino nel suo piccolo lettino (NdA potrebbe non averlo detto). ORA. NON VOGLIO DIRE MA. Ho molti amici gay/neri/zingheri/albanesi/nani. Però è ovvio che questo tipo di comportamento poco ossequioso nei confronti della nostra amata non solo ha del sospetto (avrai pure firmato un contratto con scritto quello che avresti fatto sul palco, O NO?), ma di fatto lancia gravi ombre su tutta la categoria ghetto dei “little people” (cit. la lingua inglese). Del resto da che mondo è mondo le persone basse sono generalmente cattive, cattive come solo gli ex ciccioni dimagriti possono esserlo. Comunque detto questo è OVVIO che io stia scherzando e che in realtà voglia bene a tutti.

tumblr_mukk3nM9i31s3o7r2o1_500Chiudiamo con una notizia di cinema perché la cultura per noi è sempre molto importante: eravate già pronte a sbavare sul six pack di Charlie Hunnam come delle luride casalinghe per la trasposizione cinematografica del nostro libro preferito 50 Sfumature di Grigio? Bene, rimettiamoci in carreggiata perché in settimana è arrivata la sorprendente doccia fredda per tutte le fan: l’attore inglese ha infatti dovuto rinunciare alla parte di Christian Grey per “conflitti di calendario”, in quanto aveva già firmato per altri progetti e blablabla. Le cose sono due: o Charlie Hunnam (che ricordiamo per aver interpretato Pacific Rim qualche mese fa) s’è reso conto della porcheria del rischio che avrebbe corso interpretando una parte come questa e quindi s’è tirato indietro, oppure la produzione è stata talmente sommersa di critiche per il casting scelto da dover correre ai ripari. È infatti stra-noto come quelle isteriche delle 50sfumaturiner siano rimaste shockate per la scelta del semisconosciuto Hunnam e come da sempre caldeggino Matt Bomer o Alex Pettyfer come pornoprotagonisti del cuore. Sta di fatto che la produzione è alle porte, quindi l’annuncio del sostituto dovrà essere praticamente imminente.

Con questa news io vi saluto, vi invito a rimanere sintonizzati, a scrivermi a [email protected] per qualsiasi necessità e vi ricordo infine di non prendervela… prendetevi tutto! XOXO

Sipario (app)

[L’archivio di Sipario]
[Il Tumblr di Filodrama]

Commenti via Facebook

Filodrama

Sono nato sabato grasso di Carnevale e vabbè, ho già detto tutto. Mi piacciono le montagne russe e i parchi di divertimento, la perfezione degli alberghi, le poltrone. Non mi piacciono le persone che vincono nella vita. Ho un brutto rapporto con l’entusiasmo, nel senso che non ce l’ho quasi mai e quando mi viene sarebbe meglio non averlo. Ho studiato cinema ma faccio tutt’altro, non colleziono cose simpatiche e non ho un hobby da rivendermi nelle conversazioni con la gente. Vivo a Milano, e la amo senza riserve.

Latest posts by Filodrama (see all)

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: