Emergenza disoccupazione per i Ministri PDL

È notizia di sabato sera che i Ministri del PDL del governo guidato da Enrico Letta hanno deciso in completa autonomia, da uomini liberi quali sono, di dare le dimissioni. A questo punto si apre una crisi di governo che sta occupando le pagine di tutti i quotidiani nazionali e qualche spazio anche su quelli internazionali, anche se sinceramente la cosa preoccupante a questo punto è un’altra: l’emergenza disoccupazione. Questi cinque (ormai ex) Ministri si troveranno da oggi senza un lavoro e senza uno stipendio, e credo che sia nell’interesse di tutti noi che possano trovare ben presto una nuova occupazione, soprattutto per non avere il rischio di ritrovarceli nel prossimo governo.

Mi permetto quindi di dare un suggerimento ai responsabili delle risorse umane di enti pubblici e imprese private, basandomi sulla foto (Lombroso mi leggi?) e sul curriculum vitae dei cinque neo-disoccupati.

Angelino Alfano

Ex Ministro della Giustizia nel governo Berlusconi, Vice Premier e Ministro dell’Interno nel governo Letta, Angelino Alfano è un avvocato siciliano dal quale non mi farei difendere nemmeno se fosse l’ultimo avvocato rimasto sulla Terra. Probabilmente Angelino troverà spazio nel mondo del cinema. Stanno cercando una controfigura per Checco Zalone per il suo nuovo film.

Angelino Alfano Dimissioni PDL

 

Checco Zalone

Beatrice Lorenzin

Beatrice Lorenzin, classe 1971, ha un diploma di liceo classico e, prima delle dimissioni, ricopriva il ruolo di Ministro della Salute. Essendo stato il suo percorso fino a oggi caratterizzato da un forte collegamento tra le sue competenze e i ruoli ricoperti, credo che per lei la prossima occupazione non possa che essere la Presidenza della Commissione che assegna i Premi Nobel.

Beatrice Lorenzin Crisi di Governo

Nunzia De Girolamo

Nunzia De Girolamo ricopriva il ruolo di Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ed è nota alle cronache per essere sposata con Fabrizio Boccia del Partito Democratico. Anche perché il fatto che venga ricordata per questo motivo e per essere una di quelle che in Parlamento mandava bigliettini con scritto “Baci!!!” a Silvio Berlusconi, la dice lunga su quanto abbia fatto fin’ora. Lei la vedrei bene all’ingresso delle discoteche, a ricoprire il ruolo della stronza che controlla se il tuo nome è in lista. E che, anche se l’ha già trovato, scorre apposta la lista per almeno un minuto giusto per farti penare. Alternativamente potrebbe essere quella che sta al guardaroba e che ti fa pagare anche per mettere la sciarpa.

Nunzia De Girolamo Dimissioni PDL

Maurizo Lupi

(Ex) Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Maurizio Lupi ha sempre vissuto e sviluppato la sua carriera nel solco della religione cattolica, fin dai tempi in cui si è laureato in Scienze Politiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Poi ha incontrato Silvio Berlusconi e il cerchio si è chiuso. Ora che anche lui è disoccupato, ma come per il collega Angelino Alfano, potrebbero aprirsi le porte del cinema: già pronto per lui il ruolo di Mariangela Fantozzi nel reboot del film capolavoro che vede protagonista il Ragionier Ugo Fantozzi. (Questa è vecchia, lo so, ma valeva la pena riprenderla).

Maurizio Lupi Mariangela Fantozzi

 Gaetano Quagliarello

Gaetano Quagliarello ricopriva il ruolo di Ministro per le Riforme Istituzionali. Ovviamente di riforme istituzionali in questi mesi non ne abbiamo vista manco mezza. Anche di lui mi fido poco, perché ha la classica faccia di quello che fa le puzzette in ascensore e poi se ne compiace. Lui in realtà proprio disoccupato non rimarrà, perché è professore ordinario alla LUISS di Roma. E io non invidio gli studenti che prenderanno l’ascensore con lui.

Gaetano Quagliariello Crisi di Governo

Le dimissioni dei Ministri del PDL rappresentano allo stesso tempo una buona notizia per i giovani italiani. Si sono infatti aperte ben cinque posizioni in una delle più prestigiose istituzioni del nostro Paese, quindi cinque posti di lavoro in più. Un primo grande risultato per ridurre la disoccupazione giovanile raggiunto dal governo Letta. Anche io vorrei provare a presentare il mio CV, non si sa mai che mi chiamino per un colloquio. Ho escluso a priori il Ministero della Sanità, perché avendo dedicato la mia seppur breve carriera lavorativa a questi temi, dubito mi scelgano mai per diventare Ministro della Salute.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: