636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza
Mtv Europe Music Awards 2013

5 motivi per i quali ricorderemo questa edizione degli MTV Europe Music Awards 2013

EMA

Amici del blog Signorponza.com buongiorno e bentrovati, oggi siamo qui per commentare uno degli eventi più attesi e pazzerelli di questo 2013, ossia gli MTV Europe Music Awards. SONY ci ha chiesto di visionare l’evento nella sua sede di Milano su un nuovo televisore a tecnologia 4K, in modo da non perderci neanche un pelo incarnito della vagiaina di Miley Cyrus. Ovviamente io e le mie colleghe Signor Ponza e Filodrama, quando c’è da sbafare tartine in omaggio non ci tiriamo mai indietro e quindi eccoci qua. (Del televisore Sony 4K onestamente non ho capito molto dato che durante la spiegazione stavo chattando su Grindr di tecnologia non me ne intendo, posso solo dirvi che dovete tutti rompere il salvadanaio e comprarlo: le facce di Maria De Filippi e Simona Ventura ringrazieranno).

Ma veniamo a noi e parliamo di questo fantastico show che si è svolto ieri sera nella meravigliosa location dello Ziggo Dome, ad Amsterdam. Questi i 5 motivi per i quali dimenticheremo mai questa edizione:

5) La pessima conduzione di Red Foo 

Roy Beaded Keane

Nessuno ha mai capito con quale criterio MTV scelga gli host dei suoi show, fatto sta che questo RedFoo proprio non si poteva vedere. Tamarra, antipatica ed inutile i primi tre aggettivi che mi vengono in mente per descrivere la sua conduzione. Insomma, non so a voi, ma a me ha fatto rimpiangere i Sanremo condotti dal terzetto Morandi – Cagnalis – Rodriguez. E per rimpiangere Morandi ce ne vuole! NEXT.

4) Jared Leto e i 30 Seconds To Mars 

Un’altra cosa che non capirò mai è il fenomeno Jared Leto, soprattutto come faccia ad essere considerato un sex symbol. Premettendo il fatto che io non mi farei toccare da lui manco fosse l’ultimo uomo rimasto sulla faccia della terra, converrete con me che stasera era conciato come neanche al campo rom della Bovisa. Che il Dio della moda mi fulmini se sto dicendo un’eresia. Jared, pure per te Miss Italia finisce qui.

3) Le due performance di Miley Cyrus

Cyrus

Per tutti noi che di Miley non ne abbiamo mai abbastanza, la reginetta Diseny questa sera ci ha deliziato non con una, ma bensì con due performance! We Can’t Stop in apertura dello show, performata con una nana al guinzaglio come una Federica Rosatelli qualsiasi, dopodiché è stato il turno di Wrecking Ball, cantata su un piedistallo in mezzo alla platea, con camel toe ben in evidenza e solo il suo faccione come sfondo. Vocalmente perfetta e di un’intensità non indifferente è stata sicuramente una degli higlight della serata.

2) Katy Perry a.k.a. Prosciutto di Parma DOP 

Roy Beaded Keane

Appesa al soffitto dell’arena come un prosciutto in salumeria, Katy Perry ci ha deliziati con il suo ultimo singolo Unconditionally. Diamo a Katy ciò che è di Katy: questa performance non è stata affatto male sia musicalmente che scenograficamente. E poi dai, chi non sogna di fare un giretto in quella tutina coperta di swarosky?

1) La canna di Miley Cyrus

Cyrus Smoke

Dopo esser stata regina incontrastata dei VMA’s, Miley si conferma regina anche di questi MTV Europe Music Awards. Una volta ritirato il (meritatissimo) premio come Best Video per Wrecking Ball, Miley ringrazia i fan dopodichè estrae dalla borsetta Chanel un bel cannone e se lo accende in mondovisione. Che dire, un esempio di classe, stile, eleganza e raffinatezza. Poi dai, c’è solo fare un applauso a chi segue usi e costumi delle popolazioni di cui è ospite: voi ad Amsterdam ci andate davvero per comprare i bulbi di tulipani e gli zoccoli di legno? Standing ovation.

Per oggi è tutto, vi bacio e vi saluto che devo scappare all’Esselunga a comprare le arance da portare in prigione a Signor Ponza e Filodrama. VVB!

M.

Commenti via Facebook

Matteowolk

Vivo a Garbagnate Milanese, la piccola Bel Air di Milano. Uso la data di scioglimento delle Spice Girls come riferimento temporale, ascolto musica per passione e divoro Big Mac per professione. Penso che se il pianeta fosse governato dai gattini vivremmo tutti in un mondo migliore. Sono sobrio quanto il matrimonio di Clemente Russo e ho già lasciato disposizioni per esser fritto non appena morirò. Questa bio è stata scritto in un pesante stato di hangover. Mia cugina è una figa.
Annunci

Comments (11):

  1. L'eterna indecisa

    11 novembre 2013 at 15:52

    Dicessero e pensassero quello che vogliono, ma io Miley l’adoro. Ok che è un pò sciroccata, ma siamo onesti: è vera! Parliamo del cannone di Miley ma nessuno dice nulla degli occhi da fattone di Eminem? La differenza fra lei e gli altri è che lei si mostra per quello che sono tutti. E poi oh, ma che voce ha?!!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      13 novembre 2013 at 23:24

      Miley probabilmente è un po’ cretina (perché è giovane) ed esagera sempre. Questo rischia spesso di essere un boomerang per lei, perché nasconde il fatto che è un’artista coi controcazzi.

      Rispondi
    • Signor Ponza

      13 novembre 2013 at 23:24

      Ma per cosa è famoso? Io non l’ho mai capito e, una volta tanto, la mia domanda è seria.

      Rispondi
      • Guy Overboard

        15 novembre 2013 at 16:11

        Non hai mai visto Fight Club o Requiem For A Dream? Non ha mai sentito una canzone dei 30 Seconds To Mars? O visto un video? Dove hai vissuto negli ultimi 10 anni?

        Rispondi
        • Signor Ponza

          16 novembre 2013 at 12:40

          Fight Club l’ho visto ed è il film in cui ho detto: “ah guarda, qui c’è quel famoso Jared Leto che ancora devo capire perché è famoso”. Per quanto riguarda i 30 Seconds To Mars, ti sfido a citare 3 canzoni che vai in giro per la strada fermando i passanti e che loro possano conoscere.

          Rispondi
          • Guy Overboard

            18 novembre 2013 at 06:59

            Dipende se becchi degli Echelon o dei genitori di ragazzi fan. E’ tutto relativo, caro 🙂

            E poi se fosse come dici tu, che la riconoscibilità di una persona si basa sul numero di passanti che ti rispondono, anche per gente come Lorde o Ellie Goulding dovrebbe valere la domanda “per cosa sono famose”?

  2. Robert Frobisher

    11 novembre 2013 at 22:36

    Miley vocalmente impeccabile mi sembra un po’ too much, ma ammetto che rispetto alla media è ascoltabile. Mi spiace perchè nell’intervista da Ellen mi era sembrata quasi simpatica e come al solito ha dovuto concludere nella banalità più totale che non sconvolge nessuno. Personalità zero.

    Ho invece trovato stupenda a livello scenografico l’esibizione di Katy, e rispetto alla sua media non mi hanno sanguinato le orecchie.
    In generale ho nostalgia dei tempi in cui Madonna cantava (male) The power of goodbye, non riuscivo a prendere sonno dall’emozione.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      13 novembre 2013 at 23:26

      Katy mi sembrava tanto un’esibizione del Cirque du Soleil e quindi mi è piaciuta. Essendo praticamente immobile, la sua voce è stata meno peggio del solito.

      Rispondi
  3. Ilbrembils86

    12 novembre 2013 at 14:29

    Edizione pessima, come premi e come conduzione. Non so in base a quale criterio abbiano scelto Redfoo, si è dimostrato fastidioso, monotono ed incapace scaldare l’ambiente (basta di urlare “Party People” e shufflare, non siamo al Number One).
    IMHO avrei visto bene Iggy Azalea o Ellie Goulding (ubriaca) a condurre.
    Esibizioni nella norma, le mie preferite restano quelle degli Imagine Dragons e di Katy Perry, anche se rispetto alle super performances dei VMAs sembra di assistere alla recita delle medie.
    Sulle premiazioni VELO PIETOSO. La vittoria dei Tokio Hotel come “Best fanbase” e gli zero premi a Justin Timberlake penso esprimano pienamente il livello a cui siamo arrivati.
    Capitolo Miley: il suo team si sta impegnando a crearle un’immagine scandalosa, però sembra tutto “forzato”, senza l’innata tendenza all’autodistruzione di (una a caso) Lindsay Lohan. Detto ciò, non vedo l’ora di un suo Greatest Hits con “Can’t Be Tamed”, “See You Again” e “Robot” in versione 2014.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      13 novembre 2013 at 23:26

      Dai ma Justin Timberlake ha fatto due album e dei video in cui la parola d’ordine è una sola: NOIA. Che cosa avrebbe dovuto vincere?

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: