636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

Neanche la politica può vivere senza Ruzzle

Quelli che vi racconto oggi sono due tentativi che il centro-sinistra ha fatto per risultare simpa a tutti noi, cioè quelli che Studio Aperto chiama “il popolo di internèt”.

Il primo è un tentativo, a mio modesto parere, tutto sommato riuscito. Il Partito Democratico ha infatti pubblicato sul suo canale tv YouDem un finto telegiornale (del futuro, datato 5 giugno 2013) che celebra i primi cento giorni del quinto governo Berlusconi, ironizzando su quello che potrebbe succedere se vincesse il PDL. Nonostante fossi partito prevenuto come quando leggo un articolo di Gramellini, devo dire che il risultato non è affatto male.

Il secondo invece ha visto protagonisti sia SEL che il PD. Entrambi hanno deciso di puntare sul fenomeno del momento, ossia il gioco che spopola su tutti i telefonini cellulari ad eccezione del 3310: Ruzzle. In questo caso l’effetto non è granché, ma soprattutto la domanda è una: avranno chiesto il permesso di poter utilizzare il gioco per fare pubblicità? Perché la figura di merda è sempre dietro l’angolo, così come la sconfitta inaspettata alle urne.

Bersani Ruzzle

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (4):

  1. gmdb

    30 gennaio 2013 at 11:34

    Ma si sta preparando un governo di politici o un governo di bimbiminkia?

    Rispondi
    • Signor Ponza

      30 gennaio 2013 at 12:23

      Potrei comunque preferire i bimbiminkia ai puttanieri, ci devo pensare 😀

      Rispondi
  2. Roberto ®

    1 febbraio 2013 at 20:54

    Io li approvo! Dopo aver visto i supereroi della home del PD di qualche mese fa per le primarie, mi sarei aspettato un’altra buffonata…

    Rispondi
    • Signor Ponza

      2 febbraio 2013 at 12:25

      Concordo, anche a me quella dei Fantastici 5 era sembrata una trovato troppo poco seria, tanto che pensavo si trattasse di un fake. In questo caso già mi sembrano molto più centrati.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: