Pochino Express – Nona puntata

Pochino Express

Quella che segue è la cronaca di Pechino Express vista dagli occhi di due concorrenti in gara, Fabry e Signor Ponza (aka I BLOGGER) che, per motivi poco chiari, sono stati oscurati dalla produzione.

Le parole del blogger Fabry sono evidenziate in BLU, mentre le parole del blogger Signor Ponza sono evidenziate in BORDEAUX.

——————————–

Siamo finalmente giunti in Thailandia e questa odissea sta per volgere al termine. La Thailandia terra conosciuta… Per quella roba lì, insomma. No scherzo, se no la Rai non ci chiama più a partecipare ai suoi reality show. La Thailandia è un bellissimo Paese con paesaggi magnifici e gente ancor più magnifica.

In gara siamo rimasti noi (anche se ci hanno tagliati al montaggio), le Cinquetti, le Modelle, i Laureati e gli Sportivi. Oggi dovremo percorrere oltre 600km. Già a me e Fabry gira la testa, quando Costantino poi inizia a parlare “di una serie di prove a catena” i nostri cervelli esplodono, visto che solitamente non siamo in grado di capire le istruzioni di una singola prova.

La prima prevede che io e Fabry abbiamo a che fare con dei bambini. Se fossi cinico, potrei affermare che con i bambini ho lo stesso feeling che aveva Anna Maria Franzoni.

La Thailandia comincia malissimo, appena sbarcati nella terra del Sole, veniamo inchiodati  alla solita prova inutile che questa settimana coinvolge i bambini, e sapete che io amo i bambini, proprio come mia zia Anna Maria F. La stupida e ignobile prova che ci fa perdere tempo prezioso consiste nell’imparare alcune parole tailandesi da questi ragazzini delle elementari per poi ripeterle davanti ad una maestra. Preferirei essere a fare l’aperitivo con Angela Favolosa Cubista, ma tant’è. 

https://twitter.com/colpodiscema/status/394923087004581889

Anche noi come Costantino avremmo voluto ricevere un abbraccio da parte degli sportivi. E invece nemmeno quello e mai una gioia.

Nona puntata di Pochino Express - Costantino e gli sportivi

La missione successiva prevede che io e Fabry decoriamo con della pittura degli ombrellini tradizionali. Io avviso il mio compagno di avventura che alle elementari e alle medie avevo l’esonero per l’ora di religione e per quella di arte. Quindi lui inizia a bestemmiare.

Poi ci spediscono da alcuni artigiani che dipingono gli ombrellini, ma quindi cosa dobbiamo fare? Che senso ha continuare a giocare, ormai siamo in semifinale, lasciamoci cadere in fondo alla classifica e basta. Io e Ponza decidiamo quindi di spendere il nostro budget giornaliero in un grazioso caffè a sorseggiare bevande tipiche locali, e qua nasce uno dei siparietti più belli della storia della televisione che purtroppo per voi non hanno mandato in onda.

“Ponza ma non ho capito, quando arriviamo in Cina?”

“Ama, non andiamo in Cina.”

“Ponza, si chiama Pechino Express, ci andiamo per forza in Cina.”

“Ti dico di no, l’ultima tappa e Bangkok.”

“Ponza, non mi perculare. Pechino è in Cina, il programma si chiama Pechino Express quindi andiamo in Cina. Chiuso il discorso.”

“No, in questa edizione la Cina non è prevista, credimi Fabry.”

“Ponza, è come se facessero Grey’s Anatomy senza Meredith Grey. MA COSA STAI DICENDO?”

“Io non vorrei prenderti a sberle, ma ti dico che in Cina non ci andiamo e piantala!”

“Guarda che vado a scrivere Ask Fabry sul blog di Daria Bignardi, la devi piantare!”

“Fabry sono pieno. In Cina non ci andiamo, adesso stai buono e apri Grindr.”

“Ponza, sono basito dalla tua bassezza morale.”

Nel frattempo i laureati, per la prima volta nella loro vita, sono in testa e viaggiano spediti verso il primo traguardo della giornata. Facendo per altro dell’ironia sull’intelligenza delle altre coppie in gara.

Nona puntata di Pochino Express - Figli di

Nonostante siamo come al solito indietrissimo, ci giungono voci di irregolarità da parte dei Figli Di. Convinti che all’interno di un reality show televisivo fossero al riparo da occhi indiscreti, hanno deciso di pagare per avere un passaggio in auto, contravvenendo a una delle regole basilari di questo programma. Speriamo che la produzione nella persona della produzione  prenda provvedimenti se no facciamo un casino che nemmeno quando a Fabry non funzionava più Grindr.

La prova successiva consiste nel reggere una candela, ma puLtroppo non c’è nessuno che limona.

Nona puntata di Pochino Express - Figli di

Prima di affrontare la notte, i Laureati se la spassano come se fossero nella suite del GF, i Figli Di fanno un corso di cucina avanzata dalla Benedetta Parodi del luogo, mentre gli sportivi danno vita a un film porno con la scusa di imparare l’arte del massaggio thai.

Le modelle invece si cimentano con maestria con l’arte della boxe.

Nona puntata di Pochino Express - Modelle Boxe Gif

Riprendiamo la gara ma ormai la nostra coppia si è incrinata, Ponza ha insinuato in me il seme del dubbio. Veramente non andremo in Cina? Lo dice solo perché vuole arrivare in fondo da solo? Siamo qui solo per le telecamere? Succede che mentre gli altri sono a vedere fiori io sono nero, mi aggiro per le strade di questa fatiscente cittadina e per i suoi sgradevoli esercizi commerciali. Non so cosa faccia il mio compagno di squadra, non mi interessa perché sono in questo negozio di ventagli top che mi metto in tasca un piccolo orpello e sbam, mi arrestano. 

Passo quindi un giorno in cella ma vi risparmio i dettagli, vi basti sapere che io totally così:

La prova del giorno successivo ci vede impegnati nel trasportare banane. Sono sicuro che se ci fosse stato ancora Fabry con me avrebbe già preso sedici chili di banane e non vi dico come avrebbe fatto a trasportarne così tante. Le banane saranno infatti le protagoniste della prova vantaggio che però disputeranno solamente I laureati e le Modelle.

Per vincere la prova, devono affrontare un complesso percorso a ostacoli che prevede anche la presenza di voraci elefanti. Non mi divertivo così tanto dai tempi di Giochi Senza Frontiere o Mai Dire Banzai.

Nona puntata di Pochino Express - Daniel tette gif

Nona puntata di Pochino Express - Daniel cade gif

Vincono le modelle e noi ci rimettiamo in cammino verso la tappa successiva. Io sono un po’ preoccupato per il mio compagno di viaggio, ma il cachet che ci offre la Rai mi impedisce di ritirarmi e andare a sincerarmi delle condizioni di Fabry. Ma presto arriva la chiamata di Costantino che ci invita a trovare un posto della notte. Io sinceramente ho zero voglia di cercare da solo un’alta casa dove dormire e penso che tutto sommato una notte in prigione sia allo stesso tempo più facile e confortevole. Vado da Fabry.

Alla fine l’amore vince sempre, e Signor Ponza di presente in prigione per liberarmi. MI fa piacere vederlo, ci abbracciamo e scoppio in lacrime, ma la mia non è emozione, è che per pagare la cauzione mi ha venduto l’iPhone. Passo il resto della tappa a rimpiangere di essere partito perdendomi le banane, gli elefanti e le passive figlie di che vengono quasi squalificate.

Lascerò quindi che siano le immagini e i tweet a raccontare gli ultimi momenti di questa tappa, quella in cui scopriamo chi sono i finalisti.

Le vincitrici (e prime finaliste) della tappa sono – chi l’avrebbe mai detto – le Modelle. Secondo posto per gli Sportivi, terzo per i Laureati. A rischio eliminazione ci sono i Figli Di – aka Le Cinquetti. Che vengono davvero eliminati. Ora voglio proprio vedere che cosa si inventeranno gli autori per rendere la prossima puntata, nonché ultima, interessante.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: