Gli Azzurri, una squadra ex-voto

Appuntamento a sorpresa de L’ora di religione, proprio il giorno de L’ora di latino, perché siamo nel pieno degli esami di maturità e un ripasso fa sempre bene. Proprio per dimostrare che la religione è sempre un tema di attualità oggi parlerò dei Mondiali di calcio.

Perché la nazionale è azzurra - Suora tifosa

Tutti vi sarete chiesti nella vita ogni volta che gioca la Nazionale, o quando da piccoli d’estate restavamo incollati a vedere Giochi senza frontiere, MA PERCHÉ SE LA BANDIERA ITALIANA È VERDE, BIANCA E ROSSA, IL NOSTRO COLORE È L’AZZURRO? Oggi risponderò a questa domanda per chi ancora non ne conosce la storia.

L’azzurro, unito al tricolore, è il colore della Repubblica italiana ma affonda le sue origini nella monarchia di casa Savoia: è il colore distintivo del casato piemontese ed è stato uno dei colori simbolo dell’Unità d’Italia, quando l’azzurro incorniciava lo stemma dei Savoia all’interno del tricolore italiano (stemma che fu tolto dal tricolore con l’istituzione della Repubblica).

In origine l’azzurro in questione era di una tonalità più vicina al pervinca, tonalità che ancora oggi porta ancora il nome di Blu Savoia. Il motivo per cui questo colore è legato a quelli che sarebbero stati i futuri re d’Italia risale ai tempi delle crociate, quando Amedeo VI di Savoia issò sul suo galeone uno scialle di quello che diventò Blu Savoia accanto allo stendardo del casato. La scelta del colore non è casuale ma fu scelta come voto per invocare la protezione della Madonna, da sempre associata alle tonalità color cielo.

Ancora oggi l’azzurro è il colore dei nastri delle medaglie e dei riconoscimenti, soprattutto in ambito militare: nelle occasioni pubbliche gli ufficiali indossano ancora una fascia azzurra come riconoscimento dell’alto grado di carriera. Lo stesso colore è inoltre stato adottato anche dalle varie federazioni di atleti per rappresentare l’Italia nelle competizioni sportive.

Facendola breve, quindi, anche dietro il colore della divisa della Nazionale si nasconde un profondo significato religioso: quella bellissima tonalità che fa risaltare il blu degli occhi di Marchisio e che sta bene su chi è più abbronzato e chi meno. Mentre per quanto riguarda quell’orrendo colore fluo delle scarpette, la Madonna non ha nessuna responsabilità.

E allora Forza Azzurri e… in braccio a Gesù!

(Per le reazioni di Sabrina nazionale ringrazio capatesuspigolo)

L'ora di religione

[Le puntate precedenti de L’ora di religione]
[Leone Lewis su Twitter]

Commenti via Facebook

Leone Lewis

Il fatto che io sia nato il giorno della finale di Sanremo fa di me una di quelle promesse dell'Ariston non ancora mantenute. La mia vita la vivo in attesa di scendere quella scalinata di Gaetano Castelli, immerso nei fiori della riviera. Nel frattempo ho avuto la malsana idea di evangelizzare questo blog di dannati.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: