Perché lui ha successo e io NO? #2

Nella scorsa puntata ho parlato di come riconoscersi nella categoria dei perdenti. Tutti coloro che, nella vita, non avranno mai successo perché sorpassati da un familiare più sveglio, un collega più furbo o semplicemente da chiunque non rientri nella categoria troppo buoni troppo coglioni.

Questa volta cerchiamo di capire perché tutti gli altri ce la fanno. Riescono. Ottengono un aumento nonostante siano ancora nel periodo di prova. Sono contemplati in svariati testamenti pur non essendo parenti con il defunto.

Crederci sempre arrendersi mai.

Come ci insegna nostra mamma adottiva l’importante è credere di essere qualcuno, anche se in realtà non siete un beneamato cazzo. Imparate dalle fashion blogger e dal loro entourage. Inventate.

image

Quando mi capita di chiacchierare con una persona che conosco da dieci minuti, scopro sempre titoli interessantissimi e fantasiosi; è impressionante l’ingegno e la creatività delle persone nel momento in cui si trovano a descrivere il proprio lavoro.
Paper social manager: quella che fa le fotocopie per tutto il piano.
Editor project manager: quello che scrive al Pc le direttive comunicategli dall’anziano capo che non si è ancora convertito all’utilizzo del pc.
Strategic food planner: la signora della mensa che calcola quanti piatti di cacio e pepe mettere in tavola.

Sentirsela calda.

Bollente. Coloro che fanno proprio questo principio sono in grado di raccontare per mesi e mesi il fatto di aver aiutato un anziano ad attraversare la strada. Anche se si è trattato di un episodio di pochi minuti, queste persone saranno in grado di mitizzare l’avvenuto e di cambiare, con il passare dei mesi, il contenuto stesso della storia. Alla fine, racconteranno di aver sventato un tentativo di borseggiamento, salvato il vecchietto ed eroicamente rinunciato alla ricompensa che la vittima voleva offrigli. Ovviamente in questa storia rientrerete anche voi, perché verrà fuori che eravate nei paraggi e non avete messo un dito in aiuto dei più deboli. Stronzi che siete.

Far valere le proprie opinioni.

I veri vincenti il successo se lo vanno a cercare, proprio come uno stercorario sta dietro alla sua pallina di cacca. Queste persone sanno perfettamente che la gente fa schifo, e sono consapevoli del fatto che nessuno, di propria sponte, si offrirà di dar loro un aumento. Di conseguenza, i vincenti chiedono. Pretendono. Rompono vivacemente le palle affinché venga riconosciuto il loro diritto di salire un gradino più su nella piramide sociale. Voi intanto ancora sperate che il capo si ricordi il vostro nome e siete intimamente convinti che, anche senza presentare richieste, prima o poi vi sarà riconosciuto un aumento. Certo.

Stupid Gif

Tre pilastri, tre regole di vita che ciascuno dovrebbe far proprie per riuscire a diventare Qualcuno e smettere di essere Nessuno. Ce la potete fare, confido in voi, anche se qualche dubbio ce l’ho, visto che state leggendo questo blog.

Baci vincenti,
Wannabefre

Commenti via Facebook

Wannabefre

Credo nell'ironia e nel sarcasmo come armi per conquistare il mondo.

Sognavo di fare il prete, ma poi ho finito per studiare economia. Se però mi chiedete cosa sia il cuneo fiscale io vi rispondo che cuneo lo potete dire a vostra sorella, razza di maleducati.

Vivo di pasta, sushi e Nutella sui biscotti di pastafrolla, pertanto credo che le persone che non mangiano siano meschine e abiette.

Sono una figa, perché oltre ad avere gli occhi verdi e una faccia che si abbina ai centrotavola fatti all'uncinetto, so anche la tabellina del cinque a memoria. Il mio sogno di vita è essere pagata per trasformare ossigeno in anidride carbonica.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: