Perché non sono pronta a diventare madre

Quando vedo molte neomamme in giro per strada, mi rendo conto di quanto io in realtà non sia pronta. Non riesco ancora ad accettare il fatto che parte del mio cervello sarà polverizzato in un attimo, anni di studi e di intelligenza sociale vengano spazzati via nel tempo di un cambio di pannolino.

Non fraintendetemi, io non ho nulla conto le mamme, ho un sacco di amiche mamme, però. Però, Sempre più, i comportamenti da chioccia sono quelli che rendono insopportabile la loro condizione di genitrici. Secondo me, prima di figliare, è giusto passare un test, una prova, una sorta di esame. Tutto quello che si deve vagliare è questo: “Riuscirai a mantenere la tua mente lucida una volta che avrai ascoltato il primo vagito di tuo figlio? Riuscirai ancora a discernere il bene dal male, il giusto dallo sbagliato?”. Domanda semplice, risposta tutt’altro che scontata. Ecco una serie di comportamenti che sempre più incontro per le strade, in coda al supermercato, origliando la vicina di treno mentre viaggio. Ecco degli atteggiamenti che ritengo i più meritevoli di tutto il mio bisasimo, quelli su cui concentro tutto il mio odio.

Ho anche creato una Scala di Biasimo, per rendere più oggettiva l’analisi. Che cosa manca? Siete d’accordo con la mia analisi? Se dissentite da quello che ho scritto, vabbè vi dedico questo.

  • Passeggini, passeggini ovunque

Ci avete fatto caso anche voi? I nati negli anni duemila sono perlopiù incapaci di camminare fino ai cinque/sei anni. Malformazione genetica? Involuzione umana? Più semplicemente, pigrizia dei genitori. Avete provato ad andare ad Expo? Impossibile non essere investiti dalla quantità di passeggini sul Decumano. Fate il conto del numero di trasportini con bambini che ormai non hanno più i denti da latte da almeno tre anni, tutti comodamente annoiati nel loro mezzo. Aiutatemi a dire BASTA. Aiutatemi a non urlare contro alle mamme “SANTIDDIO, SUO FIGLIO E’ PRATICAMENTE LAUREATO E ANCORA NON CAMMINAAAAAAAA?”

Livello di biasimo di Wannabefre: 3 Vittorio Sgarbi su 5Sgarbi3

  • Ciucci, ciucci ovunque

Per la giuoia dei dentisti, gli infanti si trascinano questa meravigliosa abitudine di succhiare un’appendice della tetta ben oltre la soglia consigliata dai pediatri. Il pupo almeno così non frigna, non si lamenta e la madre può procrastinare il momento in cui dovrà togliere il ciuccio. Sto incontrando più seienni con il dito in bocca che etero. Per dire.

Livello di biasimo di Wannabefre: 2 Vittorio Sgarbi su 5Sgarbi2

  • L’acquisto della Macchina Familiare

Questa è la mia parte preferita, quando una coppia decide di buttare dalla finestra i presevativi Pianificazione Familiare e decide di mettere in cantiere un pupo. Prima ancora di aver riposto il profilattico nel cassetto, la coppia è già in concessionaria a staccare un assegno da quarantamila euro per una macchina  suv accessoriata-per-bambini-senza-dimenticare-l’optional-schermo-integrato-per-il-piccolo-principe-così-sta-buono-quando-si-viaggia. Quelli della mia generazione sono sopravvissuti a viaggi in 112 o in Panda tre porte; oggi, invece, pare che avere un bambino implichi necessariamente il possedere un orrore cingolato a cinque porte. Non capisco bene se si tratti di uno status o di una paura latente dei genitori di non riuscire ad avere con sé tutto il possibile. Aiutatemi a capire questa cosa, perchè veramente mi fa impazzire. Io totally Amanda Bynes, ma anche Amanda Knox.

Livello di biasimo di Wannabefre: 4 Vittorio Sgarbi su 5Sgarbi4

  • Ma io ho un figlio

Niente, se hai un figlio praticamente tutto un  po’ ti è dovuto. Attenzione, non sei incinta, hai un bambino. Il più delle volte nel passeggino, come detto. Sempre per tornare all’esempio Expo, mi è capitato di vedere delle spudorate pretendere di passare davanti alla coda chilometrica al padiglione del Kazakistan perchè muniti di prole. La reazione della gente mi ha fatto capire di essere in un mondo giusto, in cui la legge della prevaricazione verbale e dell’insulto ha ancora la meglio. Quella volta abbiamo vinto noi, ma tutte le altre? In posta? Al Cinema? E i Marò?

Livello di biasimo di Wannabefre: 5 Vittorio Sgarbi su 5Sgarbi5

Commenti via Facebook

Wannabefre

Credo nell'ironia e nel sarcasmo come armi per conquistare il mondo.

Sognavo di fare il prete, ma poi ho finito per studiare economia. Se però mi chiedete cosa sia il cuneo fiscale io vi rispondo che cuneo lo potete dire a vostra sorella, razza di maleducati.

Vivo di pasta, sushi e Nutella sui biscotti di pastafrolla, pertanto credo che le persone che non mangiano siano meschine e abiette.

Sono una figa, perché oltre ad avere gli occhi verdi e una faccia che si abbina ai centrotavola fatti all'uncinetto, so anche la tabellina del cinque a memoria. Il mio sogno di vita è essere pagata per trasformare ossigeno in anidride carbonica.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: