636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

Piccola guida allo shopping on-line di vestiti

Credo di avere un problema.

Avevo sempre visto con scetticismo lo shopping online, soprattutto se si trattava di shopping di vestiti. Mi ero sempre chiesto: come è possibile acquistare una maglietta, un cardigan, un paio di scarpe senza prima provarle?

Bene, qualche settimana fa, costretto a passare le mie giornate sdraiato a letto sul fianco destro, violentato dalla noia estrema ho deciso di spendere qualche soldo su ASOS, così per vedere l’effetto che fa. Tanto per 20 euro con consegna gratuita, si può fare. Viva il consumismo. E così, circa 10 giorni dopo, il Corriere citofona a casa mia per consegnarmi il pacco contente il mio primo acquisto on-line. Un paio di scarpe e una maglietta. Entrambi perfetti in tutto: taglia, colore, vestibilità, morbidezza, profumo. Tutto.

Il risultato è che ora non so più come uscire da questo tunnel. Infatti, per una persona come me che odia il contatto con altri esseri umani, il dover rivolgere la parola ad altre persone e a dover uscire alla luce del sole, questa rischia di diventare peggio di una droga. E infatti sono già al secondo acquisto. Venerdì scorso (in largo anticipo) è arrivato il secondo tanto atteso pacco. Ero così felice che mi è spuntata la coda e ho iniziato a scodinzolare.

Ci sono tuttavia dei rischi dai quali voglio mettervi bene in guardia:

  • sebbene non ci sia movimento di soldi fisici sotto ai vostri occhi, né strisciamento di carta di credito, il saldo del conto corrente a fine mese si abbassa lo stesso;
  • i vestiti sono spesso mostrati in fotografie da modelli fisicati, attraenti e sexy. Nel 99% dei casi voi non siete così, per cui bisogna cercare di immaginare come vestirebbero quei capi con quel 50% di massa muscolare in meno;
  • se i capi non piacciono, sono stretti oppure troppo larghi, è possibile chiedere il rimborso o la sostituzione. Badate bene, però, che la fatica di incartare il tutto, imbustare e spedire vi farà passare qualsiasi voglia di farlo;
  • e sì, quella cosa lì che avete intenzione di acquistare non vi serve per niente, ma la comprerete lo stesso.
Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (10):

  1. eli

    4 luglio 2011 at 10:02

    Io sono nel tunnel da un anno…sono iscritta almeno a 4 siti di acquisti on line. Ponza, credimi: sei perduto anche tu ormai…

    Rispondi
  2. Guady

    4 luglio 2011 at 17:31

    ehm…sono anche io sul fianco dx causa fuoco di sant antonio…. eh ho già dato su ZALANDO (con tanto di post annesso)….inizio ad avere paura!!!!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      5 luglio 2011 at 09:37

      Non iniziate a suggerirmi nuovi siti che poi è colpa vostra se la mia dipendenza aumenta.

      Rispondi
  3. findarto

    8 luglio 2011 at 00:28

    Oh Ponza non sai quanto ti voglio bene in questo momento. Su asos ho già comprato delle cosine e pensavo di prendere anche delle scarpe…tu come ti sei trovato? avevo letto in giro che calzano piccole mi conviene prendere il numero più grande?

    Rispondi
    • Signor Ponza

      8 luglio 2011 at 12:34

      Io ho preso le scarpe del mio numero (anzi, sono sempre indeciso tra due, e ho scelto il più piccolo) e calzano perfettamente. Erano marcate ASOS.

      Rispondi
  4. Gaia

    19 luglio 2011 at 15:00

    Guarda… fare shopping online è davvero fantastico. Ogni volta aspetto con ansia l’arrivo del corriere! Io ho una lista lunghissima di siti che ho già provato e valgono la pena. Il mio outlet online favorito è http://www.fashionis.it , lo conosci?
    Un altro consiglio: visita i siti ufficiali. Per esempio: questi giorni c’era una super promozione sul sito Il Bisonte ( http://shop.ilbisonte.com/it/promozioni )…
    Buon shopping on line!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: