Ponza Gone Wild

Torno a casa dopo una riunione iniziata alle 19 e finita alle 22. Avrei solo voluto mettere qualcosa sotto i denti e andare dritto a letto, ma tra le intenzioni e la fisiologia del corpo umano ci passa un oceano. E quindi eccomi qui fra le coperte, quando arriva la notte la notte e resto solo con me, in attesa che torni l’ispirazione per chiudere gli occhi e farmi stuprare da Morfeo. Decido dunque di scrivere un post, perché è da troppi giorni che il blog si è fermato, ma il codice supremo del perfetto blogger impone di non pubblicare un post a notte inoltrata, altrimenti non lo legge nessuno. Quindi ve lo beccate domani mattina, quando ormai tutto il popolo del web (cit. Studioaperto/Repubblica.it) avrà già espresso i suoi interessantissimi pareri sul nuovo singolo di Madonna: Girls Gone Wild.

Ovviamente questa atmosfera zarra da giostre della festa patronale di Corsico e il ritmo pompato, tipico di un qualsiasi  “BONOLA, CI SEI???“, mi hanno conquistato fin dal primo ascolto. Così come il testo profondo che parla di ragazze che si accendono come pistole fumanti e che si candida già come favorito al prossimo premio Mogol.

Tra il popolo della Rete, tuttavia, si inizia ad annusare un diffuso senso di delusione attorno alle ultime creature musicali di Madonna, tant’è che mi vien da chiedere: non è che anche i madonnari hanno deciso di abbandonare la nave scuola?

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: