636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza
Italia's Got Talent Proposta Matrimonio Gay

Mi piacerebbe dire che fa schifo, ma non posso

Ricapitoliamo: ieri sera, durante la seconda semifinale di Italia’s Got Talent in onda in diretta su Sky Uno, c’è stata una proposta di matrimonio. Stefan, uno dei ballerini dei “Les Farfadais” ha chiesto al suo compagno di sposarlo, con tanto di anello consegnato in ginocchio, come da tradizione. A voi il video.

Poi ci sono io. Io che detesto i programmi tv in cui vengono spettacolarizzati i sentimenti, dove le relazioni tra le persone vengono messe sul palco e “sfruttate” (consapevolmente o meno, poco mi interessa) per l’audience e per avere eco sui social network. Così come approvo poco la scelta di chi decide di mettere in piazza i momenti importanti della propria vita, decidendo di condividerli con il pubblico televisivo e non solo con le persone care. Ma ognuno è libero di fare ciò che vuole. A me però fa schifo.

Ma in questo caso non posso dirlo. Sapete perché? Perché il mio schifo sarebbe interpretato male. Sarebbe interpretato male perché quella a cui abbiamo assistito non è una “normale” proposta di matrimonio, anche se dovrebbe esserlo. È la proposta di matrimonio di due persone che in Italia non possono sposarsi e non possono veder riconosciuto il proprio rapporto. Questo video non è una semplice proposta di matrimonio. Purtroppo è anche un messaggio. Un messaggio su quanto l’Italia sia ancora incredibilmente arretrata su questi temi e su quanto lavoro ci sia da fare, sia dal punto di vista legislativo, sia dal punto di vista culturale.

Dico “purtroppo” perché sogno un futuro in cui io possa dire che questa proposta di matrimonio in diretta tv mi fa tanto schifo quanto mi potrebbe fare quella tra un uomo e una donna.

Ma la strada è ancora lunga. Come dimostrano i commenti raccolti sotto al post contenente il video sulla pagina Facebook ufficiale di Italia’s Got Talent.

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (9):

  1. L'eterna indecisa

    8 maggio 2015 at 15:34

    A me schifo non fa, e ti dico non mi da nemmeno fastidio. Che non lo condivida è un altro conto, però voglio sia chiaro: non è che io non condivida il gesto perchè parte da un uomo ed è rivolto ad un uomo, non lo condivido perchè non mi piace questo tipo di spettacolarizzazione in generale, a prescindere dai gusti e dai sessi. Se mai un giorno dovesse capitarmi di ricevere una proposta di matrimonio in diretta TV, già solo il gesto mi farebbe propendere per il no.
    Detto questo, faccio parte di quella piccola (ma nemmeno tanto piccola) fetta di persone che vivrebbero nel tuo “mondo ideal” ed accetterebero (ed in effetti accettano già) questo genere di cose.
    Un abbraccio
    PS: quello che riceve la proposta è un bono da paura!

    Rispondi
  2. entropid

    8 maggio 2015 at 16:14

    C’è da dire che se fosse stata una coppia eterosessuale ti avrebbe fatto schifo ma non avresti nemmeno scritto questo articolo. Quindi, in un certo senso, tu stesso elevi ad anormalità ciò che vorresti fosse normalità.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      8 maggio 2015 at 16:18

      È esattamente così, infatti da questo deriva l’importanza del messaggio che cito. Che è il motivo per cui ne parlo e se ne parla così tanto in queste ore. Sarebbe abbastanza curioso non riconoscere che questa scena sulla televisione italiana sia anormalità.

      Rispondi
    • Daniii

      8 maggio 2015 at 18:42

      Io non direi che la eleva ad anormalita’. Semplicemente sta facendo notare che appunto, stiamo a parlare di sta cosa perche’ in questo paese e’ ancora considerata una cosa anormale. E quindi anche basta! Svegliamoci e mettiamoci alla pari con chi gia’ vive non dico nel mondo ideale, ma almeno in un mondo dove i diritti ci sono per tutti.

      Rispondi
  3. Pier(ef)fect

    8 maggio 2015 at 22:27

    Totalmente e imprescindibilmente d’accordo con te Ponza. Intanto credo sempre poco alla spontaneità di questi atti in tv, ma a parte il messaggio che lanciano, è uno di quei casi in cui avrei detto “potevate farlo a casa vostra con una cena a lume di candele”

    Rispondi
    • Signor Ponza

      9 maggio 2015 at 12:23

      Infatti, questo dovrebbe valere a prescindere dall’orientamento sessuale. Ma purtroppo non è così e la colpa è dell’arretratezza di questo Paese.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: