Provaci ancora, Italo. Provaci ancora, Luca Bazooka.

Qualche tempo fa vi avevo parlato della mia prima esperienza con Italo, alternativa a Trenitalia sulle tratte dell’alta velocità ferroviaria. Il mio giudizio era stato complessivamente positivo, anche se avevo evidenziato alcune criticità del servizio.

Oggi, ad alcuni mesi di distanza e dopo qualche viaggio in più lungo la tratta Milano-Roma, sono sul punto di rivedere al ribasso il rating di Italo, perché lo spread dei disservizi si sta pericolosamente innalzando.

Tanto per cominciare il punto dolente: il wifi che non funziona mai. Io sarò anche malato che non riesco a stare senza internet per più di 30 secondi, mentre ho una buona capacità polmonare e riesco a stare senza ossigeno anche per due minuti. Ma non mi pare possibile che, a distanza di molti mesi, il wifi non sia funzionante sul 90% dei treni di NTV. E il 90% è una statistica fatta da me stesso, ok, però ha più valore ad esempio dei sondaggi di Berlusconi. Tenendo conto che l’87,45% (anche qui, fonte: Signor Ponza Surveys Corp.) dei passeggeri sulla tratta Milano-Roma viaggia per lavoro, dover buttare via tre ore senza poter lavorare è abbastanza penalizzante. Dove per “lavoro” si intende ovviamente aggiornare lo status di Facebook.

Italo Montezemolo

Inoltre, sarò stato sfortunato, ma il servizio di prima classe (giusto perché me lo pagano, non perché sono improvvisamente ricco) non è stato assolutamente all’altezza. Praticamente ignorato nonostante le mie ripetute richieste di poter ordinare (e pagare!) per avere la cena, ho dovuto darmi al digiuno come le modelle perché quando finalmente sono stato preso in considerazione era “tutto finito”. Insomma potete immaginare le mie bestemmie che spero siano arrivate fino alle orecchie del dotato Luca Cordero Bazooka di Montezemolo (prego regia agevolare la diapositiva).

Insomma, qualche mese per risolvere i problemi iniziali era più che lecito concedere. Il tempo per le giustificazioni direi però che è finito e che da oggi in poi si debba criticare (o elogiare) il servizio di Italo con la stessa spietatezza con cui si critica Trenitalia. E da questo punto di vista non mi sento di poter dire che Italo sia superiore. Anzi.

PS: Anche Luca Bazooka ha votato ai Siparietti Awards. Tu cosa aspetti?

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: