636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

Questione di leaking s01e01 – Justin Timberlake “The 20/20 Experience”

Evviva finalmente ce l’ho fatta! No, non parteciperò a Miss Italia e non farò la valletta al prossimo Festival di Sanremo, ma una rubrica sul blog del Signor Ponza mi sembra duecentomila volte meglio. Per prima cosa un ringraziamento ad Andrea che ha reso possibile tutto ciò: su “Questione di leaking” potremo discorrere di quelle che sono due tra le mie più grandi passioni oltre ai gattini e ai Big Mac, ossia uscite musicali e concerti. Vorrei farvi presente che il Signor Ponza ha scelto me perché “ne so”, io invece vorrei fare presente a lui che le mie canzoni preferite sono questa e questa, che per me la più grande band mai esistita sono le Spice Girls e che il compositore del mio cuore è Max Martin, quindi prevedo un pentimento in 3, 2, 1…

File:Justin Timberlake album.jpg

Per questa prima puntata recensiamo il disco di Justin TimberlakeThe 20/20 Experience”, in uscita nei negozi italiani il prossimo 19 Marzo, ma già in streaming sulla piattaforma web iTunes. Il nostro porno attore cantante preferito non partoriva un album da ben 7 anni; in questa pausa dal mondo della musica non è che sia stato tutto il tempo a mangiare pollo fritto e bere Coca Cola sul divano di casa come una Beyoncé qualsiasi, ma ha trovato il tempo di intraprendere una discreta brillante carriera da attore e di sposare la nostra sorellina Camden preferita, Jessica Biel, in un favoloso resort pugliese (Puglia sempre più the place to be).

Dopo tutto questo tempo ci aspettavamo un album che ci riportasse ai fasti di Like I Love You e Sexyback, due capolavori della musica pop/r’n’b, ed è proprio a questo punto che sulle nostre teste si eleva, con tanto di fuochi d’artificio e giochi di luce in stile Las Vegas, il più grande EINVECE della storia dell’umanità. Ma vediamo nello specifico le tracce una per una:

  1. Pusher Love Girl: apre l’album questa nenia di ben otto minuti. Ok, bello il sound black, belle le atmosfere che ci fanno credere di essere tutte delle nigga coi capelli crespi, ma otto minuti di miagolii di Justin mettono alla prova anche la fan più accanita.
  2. Suit & Tie: il primo singolo del disco, senza infamia senza lode.
  3. Don’t Hold The Wall: uno dei momenti più riusciti, suoni orientaleggianti e i classici beatbox di Timbaland come base. Anche qui la nota dolente è la durata: 7 minuti di canzone mi fanno venire voglia di prendere a testate il muro.
  4. Stawberry Bubblegum: da questo brano in poi ho iniziato a chiedermi di quale droghe faccia uso Justin. Lenta, monotona e pure questa lunghissima. Non ci siamo. 
  5. Tunnel Vision: la base di questa quinta traccia mi ricorda un pochino quelle di Future Sex /Love Sounds, il precedente album di Justin. Nulla di entusiasmante ma nel disastro generale si salva.
  6. Spaceship Coupe: sette minuti di lamenti in cui Justin blatera di sesso e astronavi. Anche qui non ce la si fa.
  7. That Girl: probabilmente estratta dal contesto di questo disco potrebbe anche risultare carina. Sound retrò, ma l’effetto noia è sempre dietro l’angolo.
  8. Let The Groove In: qui Justin prova a farci ballare ma i tempi di “Rock Your Body” sono lontanissimi.  Dopo sette minuti di questa samba ho solo voglia di puntarmi una pistola alla tempia.
  9. Mirrors: il brano più riuscito dell’album nonché secondo singolo già #1 in UK. Finalmente tutto sembra funzionare, e dopo 50 minuti di disco direi che era l’ora.
  10. Blue Ocean Floor: nonostante sia un pezzo lento (come tutto il resto d’altronde) mi piace. Ispirato e quasi new-age, insomma, the best for last.

Se siete riusciti ad arrivare fino alla fine dell’album svegli vi faccio i miei complimenti perché io ho dovuto bere quattro lattine di Redbull. Non so se sotto ci sia una cospirazione della Camomilla Bonomelli, se Jessica Biel gli abbia succhiato via l’anima come un dissenatore o se più semplicemente Justin si sia rotto il cazzo di fare musica, ma quel che è certo è che una delusione del genere non la provavo da quel giorno in cui mi vietarono di entrare nella stanza delle palline IKEA per sopraggiunti limiti d’età.

Scusami Justin, ma solo due gattini su cinque per te!

VOTO:   

Presto il Signor Ponza mi fornirà anche una casella e-mail personale alla quale potrete scrivere commenti, insulti o lasciarmi i vostri numeri di telefono, intanto vi saluto che devo andare a segnare sul calendario i giorni che ci separano dal nuovo singolo di Anna Tatangelo!

Miao!

Commenti via Facebook

Matteowolk

Vivo a Garbagnate Milanese, la piccola Bel Air di Milano. Uso la data di scioglimento delle Spice Girls come riferimento temporale, ascolto musica per passione e divoro Big Mac per professione. Penso che se il pianeta fosse governato dai gattini vivremmo tutti in un mondo migliore. Sono sobrio quanto il matrimonio di Clemente Russo e ho già lasciato disposizioni per esser fritto non appena morirò. Questa bio è stata scritto in un pesante stato di hangover. Mia cugina è una figa.
Annunci

Comments (38):

  1. clippermark

    15 marzo 2013 at 11:14

    Matteowolk ti amo e ora il venerdì diventerà il giorno più bello della settimana e ti leggerò sempre.
    Io col cazzo che ascolto il CD di Justin Timberlake, chissene, a me interessano i suoi addominali. Almeno nel booklet ci sono sue foto nude?

    La votazione con i gattini mi ha fatto morire ++++! Sei fantastico, resta sempre come 6, ecco il mio voto per te!

    Rispondi
  2. Honey Boo Boo (@matteowolk)

    15 marzo 2013 at 11:23

    preparati che a Maggio sarò l’inviato del Signorponza al concerto dei One Direction, roba da far invidia a Marco Liorni!

    Rispondi
    • clippermark

      15 marzo 2013 at 11:59

      Non sai quanto ti invidio! 🙁 Io sarò in cameretta abbracciato ai peluches 🙁
      Hai anche il pass per entrare dentro le mutande?
      Scrivi anche una fanfiction!

      Rispondi
        • Signor Ponza

          17 marzo 2013 at 19:35

          Reporter d’assalto (=assalto alle mutande dei One Direction). Le fan fiction le facciamo però fare a Clippermark che presto avrà una rubrica tutta dedicata a questo.

          Rispondi
  3. Robert Frobisher (@endymion85)

    15 marzo 2013 at 11:49

    Ho trovato un errore e ho rilevato che nel video di What makes you beautiful ci son solo tre ragazze. If you know what I mean.

    Rispondi
      • Signor Ponza

        17 marzo 2013 at 19:37

        Diventerà il contest più seguito del web. Dovremmo istituzionalizzarlo!

        Rispondi
  4. Valerio

    15 marzo 2013 at 13:02

    Che sia iniziata la parabola discendente di un cantante che, al di là del sex appeal da toro del consorzio allevatori modenesi, propone solo sussurri e gridolini? Per un istante ho creduto che Michael Jackson avesse trovato un degno erede, ma sarebbe come pensare che Jo Squillo possa essere considerata la Luise Veronica Ciccone delle Rotonde di Garlasco. Il tentativo di ricicciarsi in altro modo è lodevole, come quello che facciamo noi ogni week end nei locali. Ahimè, però, a quanto pare non basta. In tutto questo, di una cosa sono sicuro: se Justine precipita più velocemente di una commessa de La Rinascente sulle scale mobili rotte, tu hai solo iniziato a salire. Quindi, caro mio, applausi meritati. Miao.

    Rispondi
  5. Daniii

    15 marzo 2013 at 14:00

    AMO AMO AMO alla follia.

    Anche io ho come canzone-feticcio CRAZY…è una colonna portante del pop e della musica mondiale tutta, di tutti i tempi e tutte le ere geologiche!!!

    E poi..non mi ricordavo che nel video comparisse Sabrina di Sabrina Vita da strega!!!! A dimostrazione che britney allora era una teenager bimbominchia e lobotomizzata proprio come tutti noi!!!

    Che dire..la penso come te sull’album di Giustino…davvero stavolta ha voluto strafare…è figo d’accordo, ma non è che gliele possiamo perdonare tutte! E poi insomma…a me uno figo ma che mi tiene per due ore a parlare de la Lettre sur l’unité de temps et lieu dans la tragedie (ok scusate il francese) di Manzoni…anche no. Se sei figo fottimiti…non stare a fare pure l’intellettuale…2 gattini anche per me.

    Per te invece tutta la truppa di una gattara che neanche sandra milo nei giorni peggiori e un bacio dove vuoi tu 😛

    Rispondi
    • Honey Boo Boo (@matteowolk)

      15 marzo 2013 at 16:55

      ahahahah ma ti amo tantissimo che hai CRAZY come canzone-feticcio, io credo di ricordare ancora la coreografia, anzi dopo un paio di long island potrei riproporla senza problemi!

      e grazie dei gattini 🙂

      Rispondi
  6. ipercuba

    15 marzo 2013 at 14:51

    Premettendo che non mi ha obbligata nessuno a commentare questo post, che non ho una pistola spara colla a caldo e glitter puntata alla testa, che non conosco Matteowolk se non per quello che leggiamo tutti su Gente e Diva e Donna tutte le settimane, che Justin Timberlake per conto mio potrebbe fare i featuring ai Club Dogo che magari è la volta buona che ci togliamo dai coglioni Daniele Vit se non ci pensa la Carrà ad affondarlo in 321, che non ho mai strappato le pagine centrali del Cioè con Justin e che non ho mai incrociato i nostri segni nell’oroscopo finale perchè ha quel non so che che non mi convince ma figuratisedicodino, trovo questo post il capolavoro letterario degli ultimi duecento anni, ma proprio che ricetta del Mars fritto di Benedetta Parodi vomitati addosso soffocando.

    Rinnovando le mie minacce al Signorpì, un bacino sul nasino a tutti.

    Rispondi
    • Honey Boo Boo (@matteowolk)

      15 marzo 2013 at 16:57

      ahahahah ma quanto sei scema in una scala da 1 a valeria marini? io direi almeno marina ripa di meana.

      grazie di essere passata però, i love you.

      Rispondi
  7. Blake

    15 marzo 2013 at 15:17

    prima di commentare il post volevo dire che

    I <3 Matteowolk

    ok, ora dico: completamente d'accordo con la recensione!
    e mi piace proprio il modo che hai di scrivere.
    non vedo già l'ora di leggere le prossime recensioni 🙂

    Rispondi
    • Honey Boo Boo (@matteowolk)

      15 marzo 2013 at 16:59

      ti ringrazio! devo dire che fino ad ora non ho trovato una persona a cui sia piaciuto quest’album.. son curioso di vedere quanto venderà!

      alla prossima puntata 🙂

      Rispondi
      • Signor Ponza

        17 marzo 2013 at 19:49

        Ma l’album è ufficialmente uscito? Si sanno già i primi dati di vendita?

        Rispondi
  8. filodrama

    15 marzo 2013 at 16:08

    matteo ti dico solo che non devi osare ad avere più fans e commenti di me, fabry e annabelle perchè ti giuro che la redazione del Signor Ponza si basa su un sottile equilibrio di falsità e nessuno di noi nè dimentica nè perdona.
    detto questo, sei bravissimo e ti amiamo tutti!! ♥

    Rispondi
  9. DISCO REX

    15 marzo 2013 at 17:02

    Hai scritto “fasti” e quindi questa recensione è tutto.
    Comunque anche io l’ho trovato noioso. Preferisco i singoli, anche un po’ Tunnel e Groove. Ma in generale speravo in una cosa da fisting e non viagra allert.

    Rispondi
    • Honey Boo Boo (@matteowolk)

      15 marzo 2013 at 17:10

      non avrei saputo esprimere il concetto in maniera migliore, e mi fa piacere vedere che la pensiamo allo stesso modo visto che alla venegoni je fai una pippa!

      Rispondi
  10. DanieleEMERITO (@danieleflani)

    15 marzo 2013 at 17:03

    Solamente tanti ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ e tanto ammmore per matteowolk! :3
    Il pensiero sul disco lo sai. “PIENA”!

    Rispondi
  11. Signor Ponza

    17 marzo 2013 at 19:53

    Con un po’ di ritardo, ma do il benvenuto ufficiale anche qui nei commenti a Matteowolk e alla sua rubrica 🙂

    Rispondi
  12. Viviana

    17 marzo 2013 at 21:36

    ciao Matteowolk, non conosco i tuoi precedenti come conoscevo Filo o Fabry, ma basta un poco di stalking e ti amerò come tutti gli altri, Cioè, già mi sei piaciuto. Quindi benvenuto e grazie al signor Ponza, che mette su delle squadre di giovani talenti che Simona Ventura fatti più in là.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: