636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

Questione di leaking s01e10 – Tra i garriti dei gabbiani dischiudiamo i nostri ani

Signori e signore, ladies and gentleman, Damen und Herren… ariciao! Immaginatemi su una spiaggia assolata con un cappello di paglia, un mojito in mano e un escort brasiliano che mi fa aria mentre con il mio laptop scrivo questo post. Il fatto che io sia invece in pigiama, con in mano una fetta di pizza, l’altra sulla testiera, un occhio allo schermo e l’altro su Abito da sposa cercasi è del tutto trascurabile, ma almeno, quando a lettura conclusa correrete in bagno a rimettere il cenone di capodanno 2004, sarò giustificato.

Ma veniamo a noi, stiamo andando incontro all’estate per cui, a parte i tormentoni di rito, gli album interessanti latitano. Le uscite discografiche infatti si concentrano verso gli ultimi mesi dell’anno, periodo in cui dovrò a chiedere al Signor Ponza uno spazio extra (Questione Di Leaking non rinnovato per la seconda stagione, mi leggi?). Ad ogni modo, quest’ultima settimana qualche perla ce l’ha regalata.

Iniziamo con Miley Cyrus. L’abbiamo attesa, bramata, desiderata e finalmente è arrivata. We Can’t Stop è stata presentata ufficialmente tre giorni fa durante il programma di Ryan Seacrest su Kiss Fm (con tanto di me e Signor Ponza collegati in diretta streaming). Allora, il pezzo in se non è male, a me personalmente ha fatto venire voglia di prendere una macchina decappottabile e fare le ondine con le mani mentre attraverso il deserto in compagnia delle mie BFFs. È vero anche ci aspettavamo un tormentone dance su cui fare tanti limoni duri contro i muri, per cui boh, alla fine sono un po’ deluso. Riprovaci Miley, sono che sicuro andrà meglio con il prossimo singolo.

VOTO: 

Appena Radio Kiss FM ha finito di passare il brano di Miley, ha trasmesso loro, i Capital Cities con Safe and Sound. Io onestamente loro non li conoscevo ma questa canzone mi ha tipo RA-PI-TO. A parte che il video è fighissimo e che il barbuto me lo farei dibbrutto, questo pezzo diventerà una hit, mi ci giuoco la collezione di porno shorts estivi!

VOTO: 

Passiamo poi a Wild il nuovo singolo di Ana Laura Ribas Jessie J con un titolo probabilmente ispirato alle sue avventurose vicende all’isola dei Famosi. Lei non me la sono mai scagata più di tanto, non so perché, l’ho sempre considerata un po’ una Katy Perry di Quarto Oggiaro. Devo ammettere però che con questa nuova canzone mi ha fatto venire una voglia di ubriacarmi e rantolare sul dancefloor del Borgo del Tempo Perso che non ne avete idea. Per cui promuovo a pieni voto, brava Ana Jessie!

VOTO: 

Chiudiamo infine con king Immanuel Casto che questa settimana ha lanciato la sua ultima fatica Tropicanal. L’autore di hit immortali quali Escort 25 e Che Bella La Cappella, pubblicherà il suo nuovo album Freak & Chic il prossimo Settembre e se i brani dell’album saranno tutti al livello di Tropicanal, beh chiudete l’industria musicale che Immanuel ha vinto tutto. “Io rimango come un mango da aprire qui per te“, “Alle Hawaii prima lo prendi e poi lo dai”, “Giunge dalla costa un ritmo pederasta” e soprattutto “Tra i garriti dei gabbiani dischiudiamo i nostri ani” riflettono un tale lirismo, un amore per la rima baciata e per la filologia romanza da cancellare con un colpo di spugna 800 anni di storia della lingua italiana da Dante ad Ungaretti.

VOTO:  e lode. 

E purtroppo siamo giunti alla fine di questo episodio di Questione di Leaking. Io vi ricordo sempre di seguirci su Spotify e su Facebook (a proposito, un grazie immenso al mitico @danieleflani che in questi giorni si sta occupando della pagina). Ci vediamo settimana prossima e TENETEVI FORTE perchè sia Paola & Chiara che le Lollipop hanno pubblicato dei dischi nuovi, ma d’altronde questo è il mese del Gay Pride e non poteva andare diversamente. Vi voglio bene tutti, meeeew.

[L’archivio di Questione di leaking – Clicca sulla copertina per leggere le recensioni]

Woodkid - The Golden AgeJustin Timberlake - The 20/20 ExperienceQuestione di leakingQuestione di leaking (app)WillpowerEllie Goulding Live @ Magazzini GeneraliDemiDaft Punk - Random Access MemoriesOne Direction “Take Me Home Tour” @ Forum D’Assago, Milano

[Matteowolk su Twitter]

[Manda Così è (se vi pare) in NOMINATION ai #MIA13]

Commenti via Facebook

Matteowolk

Vivo a Garbagnate Milanese, la piccola Bel Air di Milano. Uso la data di scioglimento delle Spice Girls come riferimento temporale, ascolto musica per passione e divoro Big Mac per professione. Penso che se il pianeta fosse governato dai gattini vivremmo tutti in un mondo migliore. Sono sobrio quanto il matrimonio di Clemente Russo e ho già lasciato disposizioni per esser fritto non appena morirò. Questa bio è stata scritto in un pesante stato di hangover. Mia cugina è una figa.
Annunci

Comments (22):

  1. Filo

    7 giugno 2013 at 11:23

    matteo sono NERO per i 3 gattini a Miley!

    cioè dai, volevi la solita hit generica dance truzza che Arianna feat. Pitbull levati?

    io dico che We Can’t Stop è canzone super estiva, un po’ da tramonto, un po’ da mojito, un po’ anche ispirazionale che ti fa pensare alle cose belle della vita! io ho apprezzato moltissimo la strada intrapresa da Miley, e più passa il tempo più mi conquista!

    Jessie J non so, cerco a tutti i costi di farmela piacere, ma anche qui, io sono PIENO di questa dance generica PIENO MARIA GIOVANNA! sembra una fucking kelly rowland di 4 anni fa!

    Per Immanuel boh, amo APPRESCINDERE ma secondo me ne ha fatte di meglio, Tropicanal mi sembra un po’ un passettino indietro rispetto ad Adult Music, anche a livello di contenuti.

    COMUNQUE RIMANGO NERO PER MILEY

    Rispondi
    • Signor Ponza

      7 giugno 2013 at 12:12

      Mi trovo d’accordo con Filodrama e sono anche un po’ spiazzato perché potrei andare a recuperare i tweet di @matteowolk che dice “Can’t Stop capolavoro assoluto, canzone della vita *squirt squirt*”.

      Rispondi
      • Giustino is da Law

        7 giugno 2013 at 19:10

        Immanuel Casto mille gattini. Il resto è la noia. Basta con stemmerde, aò.

        Rispondi
          • Giustino is da Law

            8 giugno 2013 at 13:04

            <3 ovviamente. Non me lo perderò 🙂

            A proposito, domenica questa vado a vedere i City and Colour. Non so se è il tuo genere, non so se ci vai ma nel caso avvisa. Cieu 🙂

          • Signor Ponza

            8 giugno 2013 at 18:01

            Un po’ ti invidio che sei ancora giovane e riesci a uscire la domenica sera. Io totally zombie il mattino seguente a lavoro.

      • Matteowolk

        7 giugno 2013 at 21:09

        Ama hai ragione ma ieri sera m’è preso così!

        Rispondi
    • clippermark

      7 giugno 2013 at 19:59

      Capisco la delusione di Filo, è la stessa che ho provato io per i soli tre gattini per il concerto dei 1D.
      Ma d’altronde Matteo non le manda di certo a dire ed è giusto così. Anche questo post ci insegna qualcosa: che la vita è dura e non va sempre come vorresti e sono contento che in un certo senso è grazie a Miley che impariamo certe cose.

      Rispondi
      • Signor Ponza

        7 giugno 2013 at 20:23

        Miley però insegnaci a fare i Party negli USA con i bong che in realtà non sono bong ma vasi che ci piaci di più!

        Rispondi
    • Matteowolk

      7 giugno 2013 at 21:08

      Ama ma tre gattini non sono pochi anzi, è come un 7 a scuola!

      Se la ascoltassimo in macchina durante un coast-to-coast io, te e il signorponza ci starebbe dibbrutto però poi la sera per andare a fare le mignottone in discoteca avremmo bisogno di altro.

      Io comunque sono fiduciosissimo, son certo che il disco non scontenterà nessuno!

      Rispondi
  2. Daniii

    7 giugno 2013 at 11:31

    Allora, thumbs up per i Capital Cities (anche se son fin troppo in linea con quello che propone la musica fatta da band di “uomini” adesso.)

    Non ciurliamo nel manico, che la Miley haffattonaccazzata. I livelli di brit sono far far away. in ogni caso aspettiamo il prossimo singolo, volgio dire una che si tromba uno dei fratelli Hemsworth deve per forza avere qualcosa di buono!

    E per favore, PER FAVORE non iniziamo con sta storia dell’Immanuel Casto. Lui è lesso come na patata, molle come un fico, le rime baciate da che mondo e mondo fanno cagare, e Tropicanal musicalmente é un plagio totale di Sweet Nothing di Florence e Calvin.

    Amen.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      7 giugno 2013 at 12:09

      Allora no, non ci siamo. Qui non è questione di rima baciata, ma di qualità della rima. Che poi Immanuel Casto non sia una Laura Pausini maschile credo sia appurato, ma che sia un genio nell’aver inventato un genere musicale bisogna riconoscerglielo.

      Rispondi
      • Daniii

        7 giugno 2013 at 13:54

        Guarda Ponza, io glielo riconosco senza problemi. Ha il merito di aver inventato qualcosa che qui non c’era. Certo, vogliamo dire che senza i gem boy non ci sarebbe mai stato un casto? Io lo direi, anche se indubbiamente il Casto ha CREATO qualcosa. Mi spingo a dire che alcune canzoni non sono male, anzi secondo me una Escort25 non ti sfigura assolutamente se la paragoni con qualsiasi cosa passi ora per radio.

        Il problema è LUI. Odioso e autoreferenziale fino allo sfinimento.

        E poi dai, che si reinventasse un po’. Qui ormai tutti fanno come lady gaga, ma non è che se per una volta sganci una scoreggia che sa di fragola invece che di merda come tutte le altre, allora poi pretendi di camparci sopra per tutta la vita.

        Rispondi
        • Matteowolk

          7 giugno 2013 at 21:05

          Scusate la brevità delle risposte, mi sento Susanna Agnelli stasera. Ma ad uno che canta la frase “Tra i garriti dei gabbiani dischiudiamo i nostri ani” come fai a non dargli 5 gattini, eh? eh? eh?

          Rispondi
          • Signor Ponza

            8 giugno 2013 at 10:51

            Io rimango, come un mango, da aprire qui per te.

  3. Stefano

    7 giugno 2013 at 11:32

    Ripeto. Voglio una Jessie J da comodino che sgancia urletti a comando.
    E comunque non vedo l’ora delle Lollipop e sopratutto della recensione di P&C perchè sicuramente quest’estate tutti #VamosABailarInQuestaGIUNGLA!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      7 giugno 2013 at 12:07

      Fosse per me direi 5 gattini e disco italiano dell’anno per “Giungla”. Domenica sera invece tutti al Just Cavalli per sentire in anteprima Ciao (Reload), che sono sicuro riscriverà la storia della musica trash.

      Rispondi
      • Matteowolk

        7 giugno 2013 at 21:03

        Cioè ciao, Domenica il Just Cavalli è THE PLACE TO BE.
        Ciao (Reload) sarà la canzone dell’estate me lo sento.

        Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: