I mezzi pubblici secondo Dua Lipa

Hai voluto la villetta in campagna anche se lavori a Milano? Hai voluto non pagare un onestissimo affitto a 3 zeri per un appartamento minuscolo in centro a due passi dal tuo ufficio?
E allora mi spiace caro mio, ma ti tocca fare il pendolare.

Tu così:

Gioia ma soprattutto grandissimo dolore di chiunque ne soffra, il pendolarismo è a tutti gli effetti una malattia, di quelle brutte e croniche. Soprattutto quando coinvolge l’utilizzo di mezzi pubblici italiani, il pendolarismo diventa la fiera delle horror stories, un concentrato infinito di aneddoti raccapriccianti che un giorno quando NON avremo la nostra pensione, potremo raccontare ai nostri nipoti immaginari (perché in effetti non avremo neanche quelli).

Parafrasando New Rules, la hit atomica di Dua Lipa, oggi me la sento sufficientemente calda da redigere quelle che sono le 3 regole fondamentali dei mezzi pubblici per cercare, almeno in teoria, di mantenere un livello base di dignità. Pronti?

1. One, don’t pick up the phone. Perché figlio mio va bene tutto, ma sono le 8 del mattino e sono abbastanza certo che tu non sia né Gentiloni né il primario del San Raffaele, quindi onestamente penso tu possa aspettare di scendere alla tua fermata del bus/treno/tram per fare questa importantissima telefonata riguardante il GF Vip. Sappiamo tutti che fino alle 9.30 non si parla con gli sconosciuti.

2. Two, l’igiene personale a casa. Non mi interessa se questa mattina ti sei dimenticato di tagliarti le unghie delle mani o se quel nodo nei capelli non si districa. Il sedile della 43 non è il luogo adatto per farti la toeletta. Ah, ovviamente lavatevi a casa, le basi. Grazie e ciao.

3. Three, usiamo le motherf***ing cuffiette. Abbiamo tutti attraversato la fase Bonola ci sei, e su questo non discuto. Però amici, quando ascoltate la vostra musica o mandate messaggi vocali, per piacere usate le cuffiette, gli auricolari, le vostre Beats comprate sulle bancarelle. Non mi interessa, ma non inquinate l’acustica generale.

Di queste e di molte altre italian horror stories dei mezzi pubblici parliamo nella sesta puntata di PZSQ, un episodio quasi interamente dedicato ad Halloween, tra attività paranormali e paure molto quotidiane!

Recupera subito la puntata 3×06!

 

Ovviamente siamo anche su Apple Podcast! Lascia una recensione carina dai, soprattutto se ti abbiamo fatto schifo! <3

Puoi inoltre ascoltare tutte le canzoni messe in onda durante lo show iscrivendoti alla nostra playlist su Spotify o quella su Apple Music. Insomma, non hai davvero più scuse per non diventare un Pazzesco anche tu!

Pazzesco è il grande varietà di Radio Stonata:
in onda tutte le domeniche a partire dalle 19.30.
Ti aspettiamo!

 


Se non vuoi perdere tutti gli aggiornamenti del nostro blog che ha sempre tante cose da dire, seguici anche sul canale Telegram del Signorponza Blog!

Commenti via Facebook

Filodrama

Sono nato sabato grasso di Carnevale e vabbè, ho già detto tutto. Mi piacciono le montagne russe e i parchi di divertimento, la perfezione degli alberghi, le poltrone. Non mi piacciono le persone che vincono nella vita. Ho un brutto rapporto con l’entusiasmo, nel senso che non ce l’ho quasi mai e quando mi viene sarebbe meglio non averlo. Ho studiato cinema ma faccio tutt’altro, non colleziono cose simpatiche e non ho un hobby da rivendermi nelle conversazioni con la gente. Vivo a Milano, e la amo senza riserve.

Latest posts by Filodrama (see all)

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: