Come rimettersi in forma per l’estate – Guida pratica per pigri amanti del cibo

Anche se siamo della fazione “l’importante è la felicità interiore“, è inutile negare o procrastinare il momento in cui ci troveremo a fissarci, nudi e inermi davanti allo specchio. Quel momento arriverà, forse per alcuni è già giunto, e a poco servono le scusanti che si affollano nella mente: Mi piaccio così / in fondo mi piace mangiare / non rinuncio alla pasta.

Spaghetti Full House Shake

Punto numero uno. Smettiamola con le balle, non è vero che “l’importante è piacere a se stessi”. Questa è una frottola tanto grande quanto il ricovero “per stress” di Gianluca Grignani. Nessuno sarà mai in pace con se stesso fino a quando non lo sarà anche con gli altri. E a meno che non siamo tutti dei Dalai Lama, a tutti noi importa del giudizio della gente. Anche se siete felicemente sposati e non vi interessa rimorchiare la stagista neoassunta. Anche se il vostro ragazzo vi ama con sei rotoli di grasso. Anche se la vostra vita professionale va alla grande e tutti ammirano la vostra arguzia. Non importa, perché in fondo a tutti interessa piacere e compiacere il prossimo, altrimenti non saremmo tutti su Instagram a ritoccarci e fludificarci la faccia.

txt-lets_get_real

Quindi, ora che abbiamo capito che tutte quelle manfrine che ci ripetiamo nella testa altro non sono che delle affermazione sciocche, banali, spregevoli (volevo scrivere stronzate, ma ho preferito lavorare di sinonimi più gradevoli), possiamo quindi passare allo step successivo:

Come mi rimetto in forma anche se sono un orrendo pigro?

Se anche voi vi siete ampiamente rotti le scatole di buttare soldi dalla finestra con abbonamenti in palestra mai utilizzati, esistono comunque dei sistemi che vi permettono di raggiungere un buon risultato.

Regola numero uno: la costanza. Sto parlando di quella cosa che vi spinge a ripetere un’azione durante i giorni e le settimane, anche se non ne avete voglia. Tipo scaccolarvi, ma con più sforzo richiesto. Se vi manca la costanza siete già fregati in partenza, e finirete a fare le sabbiature pur di non mettere in mostra le vostre forme. Ma, se avete letto bene l’introduzione a questo post, avrete capito che la costanza è una caratteristica essenziale per poter diventare delle persone migliori (e per evitare di photoshopparvi in maniera esagerata).

Instagram vs Real Life

Regola numero due: il cibo. Se siete del gruppo “a me non piace mangiare”, io vi rispondo che sono del gruppo “non mi piacciono le persone a cui non piace mangiare” e nella mia testa finite nella categoria di persone da biasimare e da guardare con compatimento (ma questo è un altro discorso). Detto ciò, è indubbio che mangiare piaccia a molti, ed è oggettivamente impossibile dire di no a questo. Io non sono una dietologa e né tantomeno una salutista, ma vi posso dire che se iniziate a togliere lo zucchero dal caffè, la pasta 5 volte la settimana, la coca cola e il quadratino di cioccolato a fine pasto già può essere considerato “un progresso”. Non un grande salto in avanti, ma perlomeno equiparabile alla scelta di Anna Tatangelo di farsi ricrescere le sopracciglia: piccoli passetti per un futuro migliore.

anna-tatangelo-sopracciglia

Regola numero tre: fare esercizio. Niente panico, il titolo del post è “guida pratica per pigri”, quindi non inizierò con la storia di ammazzarsi di squat e di corsa. Certo è che però qualcosa bisogna fare, per buttare giù la pancia da birra. Lo so che molti alla parola “running” hanno delle reazioni inconsulte, ma provare a camminare un po’ a passo spedito non ha mai ucciso nessuno. A parte qualcuno che aveva problemi cardiaci, ma quello è un altro discorso. Prendetevi un cane, andate ad abitare in un palazzo senza ascensore, scendete dal tram un paio di fermate prima e fate il resto della strada a piedi, trovatevi un amante insaziabile che vi costringa a fare sesso per quattro ore di seguito (e mentre lo fate contraete glutei e addominali). Insomma: fate qualcosa. Ho letto da qualche parte che è una roba che ha a che fare con le endorfine, roba potente che si mette in circolo, e più ce n’è più ne vorresti, quindi è solo questione di iniziare.

gym

Un suggerimento che mi sento di darvi è guardate i filmati di fitness su youtube stampatevi un calendario, con delle caselle belle grosse. Ogni qualvolta farete qualcosa di concreto per raggiungere l’obiettivo-bikini fate una croce sopra al giorno. Se alla fine del mese il numero di X è superiore a quindici, direi che vi potete andare a tuffare nella maionese del Mc Donald’s. Se è inferiore, magari è il caso di tornare a leggere la Regola Numero Uno. Ricordate che luglio è dietro l’angolo, basta un attimo e ci ritroveremo in spiaggia a piangere come vitelli, pentiti di quella volta in cui abbiamo detto “massì, in fondo io mi piaccio anche così

Commenti via Facebook

Wannabefre

Credo nell'ironia e nel sarcasmo come armi per conquistare il mondo.

Sognavo di fare il prete, ma poi ho finito per studiare economia. Se però mi chiedete cosa sia il cuneo fiscale io vi rispondo che cuneo lo potete dire a vostra sorella, razza di maleducati.

Vivo di pasta, sushi e Nutella sui biscotti di pastafrolla, pertanto credo che le persone che non mangiano siano meschine e abiette.

Sono una figa, perché oltre ad avere gli occhi verdi e una faccia che si abbina ai centrotavola fatti all'uncinetto, so anche la tabellina del cinque a memoria. Il mio sogno di vita è essere pagata per trasformare ossigeno in anidride carbonica.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: