RuPaunza’s Drag Race (All Stars 2×03)

Buon vener… ehm, martedì, amici del #RuPaunzasDragRace. So di essere estremamente in ritardo questa volta ma vi assicuro che non è colpa mia. Per qualche motivo sconosciuto, ogni volta che provavo a scrivere qualcosa, tutto ciò che appariva sullo schermo era YAAAAAAASSS GAGA YAAAAASS, #BUYPERFECTILLUSIONONITUNES e KATY PERRY MAGNATE ER CORE. Misteri della tecnologia, I suppose. Ma torniamo all’argomento principale di oggi: quanto è stata noiosa questa puntata? Sì, metto le mani avanti sin da subito: ho sbadigliato per tutto il tempo. Andiamo a vedere perché.

vlcsnap-2016-09-13-12h24m12s91

BYE BYE TATI!

All’inizio di anche questo episodio, ritroviamo le nostre queen di nuovo nella werk room dopo l’eliminazione di Tatianna da parte di Alaska. Anche Katya ammette che avrebbe fatto la stessa la stessa scelta, rispettando così il patto fatto all’inizio della stagione. Mi è dispiaciuto che Tatianna sia uscita così presto, ma potrebbe sempre ritornare, come promesso da Ru. Tati a parte, l’episodio si configura sin dall’inizio come l’Alyssa Edwards Show. Phi Phi non sembra molto a suo agio con questo e accusa Alyssa (non direttamente) di aver partecipato ad All Stars più per popolarità che non per vera voglia di riscatto. Ma il giorno che l’opinione di Phi Phi sarà rilevante, Santino wins a fuck sewing competition and Visage wears a fucking turtleneck. #AINTGONNAHAPPEN

vlcsnap-2016-09-13-12h25m30s103

BADDEST BITCHES IN HERSTORY

Anche durante questo episodio viene saltata la mini challenge e Ru, apparso nella werk room, annuncia che la maxi challenge sarà una lipsync extravaganza dal titolo ‘Baddest Bitches In Herstory’! A ogni partecipante viene assegnato il ruolo di una bad girl del passato secondo quest’ordine:

Alaska – Eva (non la Longoria, quella della mela),
Roxxxy – Evita (ma anche l’accento sulla E non è che sarebbe inappropriato) Peron
Detox – Marie Antoinette (ve la buco questa Maria Antonietta #piena)
Ginger – Caterina La Grande, Regina di Russia (avrei preferito Anastasia)
Katya – Lady Diana (pre-decomposizione)
Alyssa – Annie Oakley (da non confondere con Tyler Oakley)
Phi Phi – Elena di Troia (e qua i commenti si scrivono da soli)

vlcsnap-2016-09-13-12h26m36s252Durante le prove della coreografia, chi si mette a mettere zizzania a destra e a manca? Sarà forse uno dei camera men? Ma no, ovviamente è sempre lei, Phi Phi. Con commenti più o meno velati, s’impunta soprattutto con Ginger e Alyssa, che però sono subito NOT TODAY, SATAN. NOT TODAY. E se Ginger effettivamente risente della difficoltà della prova (già in passato dimostrò di non essere proprio una grande ballerina), Alyssa va a segno, impressionando i coreografi lì ad aiutarle. Back in the werk room, Lacrime Di Coccodrillo O’Hara confessa di essere stata pesantemente bullizzata dopo la sua stagione (chissà perché), anche da Detox stessa. Fortunatamente Nostra Signora di Glamtron Alaska irrompe nella scena con un sermone su come insultare anonimamente le persone sui sociale media sia una gran carognata: for fuck’s sake, it’s just drag
vlcsnap-2016-09-13-12h27m15s136

SHOW TIME!

Arriva finalmente il momento di vedere le esibizioni delle ragazze sul palco! Ma, personalmente, niente di entusiasmante. La canzone è ance carina e loro grossomodo tutte pazzesche, ma l’esibizione nel suo complesso lascia un po’ il tempo che trova. Alyssa ruba lo show a tutte: esilarante, nel personaggio e azzeccando ogni singolo passo, si dimostra una grande professionista. Soprattutto, riesce nel compito di risaltare in mezzo in questo gruppo di grandi talenti, al contrario di altre, come Ginger e Katya, che un po’ scompaiono tra la folla.
vlcsnap-2016-09-13-12h28m20s14Giudice onorario di questa puntata è Jeremy Scott (che io personalmente DETESTO), che insieme al solito panel of judges deve giudicare la passerella di questa puntata: category is… FUTURE OF DRAG. Purtroppo il tema futuristico presenta sempre il tranello di cadere nel basic (così come all’ultimo MET Gala), e infatti possiamo notare una grande varietà di argento e acciaio che anche basta. Phi Phi stupisce tutti con un outfit PAZZESCO da cosplay, così come Detox che lascia senza parole con il suo look robot androgino. Se Alaska non convince e Roxxxy risulta banale, anche Alyssa l’ho trovata piuttosto messy, ma de gustibus. Katya cerca di emulare la principessa Leia di Star Wars, ma sembra più la versione intergalattica di Sora Lella, ma il look di Ginger di carnevale da 15 euro è decisamente il peggiore.
vlcsnap-2016-09-13-12h29m16s61E i giudici risultano grossomodo dello stesso parere: Detox e Alyssa infatti vengono nominate vincitrici di questa sfida, mentre Katya e Ginger finiscono tra le peggiori due. E proprio qua arriva al colpo di scena: dopo un lipsync piuttosto meh per colpa della canzone scelta, Alyssa vince e decide di mandare a casa Ginger. Nonostante il patto iniziale di eliminare la peggiore nella sfida (e Katya viene decisamente più criticata dai giudici), Alyssa decide di salvarla perché ha molto altro da dimostrare. Vedremo come questa rottura della decisione comune avrà effetti sui prossimi episodi. Così Ginger è costretta a sashay away, ma come già con Coco e Tatianna, anche a lei viene promessa da Ru la possibilità di vendetta.

vlcsnap-2016-09-13-12h30m22s215Ma adesso voglio sentire la vostra: soltanto io l’ho trovata sottotono rispetto alle precedenti? Eliminare Ginger è stata la scelta giusta? Quante parrucche sintetiche verranno usate per creare la pira su cui verrà bruciata presto Phi Phi?
vlcsnap-2016-09-13-12h31m50s64

FUN FACT:

– Per coincidenza, l’outfit indossato da Detox come Marie Antoinette è quasi identico a quello esibito da Robbie Turner durante la Neon Challenge dell’ottava stagione. Dato che però le stagioni sono state girate grossomodo nello stesso periodo, non ci è dato sapere se sia una mera casualità oppure una scelta della produzione;

– Katya ha confessato che in origine era stato assegnato a lei il ruolo di Marie Antoinette (prima dell’inizio della stagione) e quindi abbia dovuto un po’ arrangiarsi alla bene-meglio per il ruolo di Diana;

. Lo sketch di Ginger nei panni di Caterina la Grande gioca tutto sul fatto che la Regina sarebbe stata un po’ una Cicciolina ante-litteram: leggenda vuole infatti che passasse molto del suo tempo da sola nelle stalle reali a sollazzarsi con i suoi puledri;

– La versione di Baddest Bitches Of Herstory su Spotify è più lunga, comprendendo anche Frida, Giovanna D’Arco e Cleopatra (assegnate presumibilmente alle queen già eliminate). Inoltre la (pazzesca) cantante Allie X ha dichiarato su Twitter di aver prestato lei la voce a Lady Diana nella canzone.

Ed eccoci finalmente arrivati alla fine di questo episodio. Avrei voluto commentarlo prima con voi, ma era anche questa una perfect illusion. Dite la vostra su twitter con l’hashtag #RuPaunzasDragRace e insultiamo tutti insieme Phi Phi, che mi sa che siamo tutte PIENE ormai. Detto questo, be fierce e ci vediamo al prossimo episodio. And don’t fuck it up.

Commenti via Facebook
Sebs

Sebs

Studente di cinema sardo trapiantato a Bologna. Tra i miei interessi rientrano le serie tv, le drag queen e la continua lotta contro il regime patriarcale. Rispondo anche al nome di Alaska Thunderfuck o Trixie Mattel, but you can call me Joanne.
Sebs
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: