S04E05 – Girlfriends’ Guide to Divorce

Se siete amanti del trash e soprattutto non potete vivere senza il trash della serie di reality show americani “The Real Housewives” non potete non conoscere Bravo, canale satellitare americano famoso proprio per il suo palinsesto “spazzatura“. Martedì però Bravo ha lanciato la sua prima serie sceneggiata, Girlfriends’ Guide To Divorce, sorprendentemente lontana dal trash dei reality e più vicina alla qualità delle serie via cavo.

Girlfriends’ Guide To Divorce” segue le vicende di Abby McCarthy (Lisa Edelstein), autrice di guide fai da sè best-seller. Per il mondo Abby è una madre e moglie perfetta ma a casa è da tempo separata con il marito Jake (Paul Adelstein) e nasconde la loro separazione con scarso successo ad amici e figli. La crisi matrimoniale ha portato Abby ad allontanarsi dal resto delle mamme perfette della sua città e ad avvicinarsi a quelle che vengono viste come le “madri testimonial del divorzio“: la terribile avvocatessa Lyla (Janeane Garofalo) e l’ex modella libertina Phoebe (Beau Garrett.)

La storia in sè non è di certo nulla di nuovo, negli ultimi anni la tv ha creato un’enormità di serie su donne che cercano di bilanciare la carriera e la famiglia, ma “Girlfriends’ Guide To Divorce” – a parte pochi momenti – non è banale e deve la sua forza ad un ottimo cast. Su tutti brilla senza dubbio Lisa Edelstein, conosciuta soprattutto come la dottoressa Cuddy in “House“, ma che il sottoscritto ama e apprezza sin dal suo piccolo ruolo di trans in “Ally McBeal“. La Edelstein è, senza esagerare, eccezionale in ogni scena, soprattutto in quella finale. Lisa Edelstein però non è di certo l’unica attrice brava della serie, ad interpretare l’egoista e traditore marito c’è Paul Adelstein – che ricorderete per il suo ruolo di Cooper in “Private Practice” – e la sua fisionomia e il suo viso abbastanza adorabile non rendono difficile simpatizzare anche per lui nonostante sia impossibile non tifare per il club delle divorziate o presto tali. Infine anche la Garofalo e la Garrett, che interpretano le amiche di Abby, sono importanti per l’apporto recitativo che danno alla serie.

Il cast però non è l’unico elemento di qualità di questo dramedy creato da Marti Noxon. La sceneggiatrice, che con “Girlfriends’ Guide To Divorce” ha finalmente una serie interamente creata da lei, ha la fortuna di avere fatto una splendida gavetta con serie come “Buffy“; “Mad Men“; “Private Practice“; “Glee” e “Grey’s Anatomy” e si vede. Nonostante la storia sia abbastanza banale la sceneggiatura eleva la serie a ottimi livelli con un perfetto mix di dramma e commedia. La serie è infatti a volte tragica, così come può essere tragico un divorzio all’interno di una famiglia di quattro persone, e a volte esilarante, in quanto spesso proprio le tragedie della vita possano essere tragicomiche.

Girlfriends’ Guide To Divorce” è il tipo di serie che i gay e le donne e ragazze non possono non amare, è la serie perfetta per chi come me è cresciuto a pane e “Sex & The City” e che come primo cocktail ha preso un cosmopolitan.

VOTO

La prima serie di “Girlfriends’ Guide To Divorce” è composta da 13 episodi e andrà in onda ogni martedì alle 9 su Bravo. Il primo episodio, andato in onda martedì scorso, ha totalizzato 1.041.000 spettatori e un rating di 0.5, ascolti nè stupefacenti nè pessimi.

[Seriesly? vi da appuntamento tra una settimana.]

Seriesly[Segui Seriesly? su Twitter o Facebook per rimanere aggiornato su tutte le novità]
[Segui Fabrizio Busillo su Twitter]

Commenti via Facebook

Fabrizio Busillo

Fabrizio. 25 anni. Laureando in Scienze Della Comunicazione. Amo tutto ciò che è arte e un po' meno le persone. Troppo spesso ad una serata fuori casa preferisco il divano, un bicchiere di Pinot Grigio e un buon telefilm. Il mio motto è "Who needs a life when you have television?"
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: