Se sei grassa ti tirano le pietre, se sei magra ti tirano le pietre

Buongiorno a tutti e ben ritrovati. Dopo aver capito che la posizione che va per la maggiore tra i lettori di questo blog è quella “da animale da fattoria”, possiamo chiudere il capitolo zozzate e passare alla prossima foto da commentare.

Spero ci stia tutto nel monitor, in qualsiasi caso ritrae il Ministro Belga della Salute.

Come possiamo vedere, ci sono due ordini di problemi: il primo, lampante, è quel maglioncino color corallo che crea problemi alla vista potenzialmente irreparabili. Il secondo è che il Ministro è un tantino sovrappeso. Ma giusto un filo, eh. A quanto pare, giù di polemiche perché a parlare di salute e di alimentazione c’è una buzzicona che avrà bisogno di otto scranni del parlamento per poter stare comoda.

Attenzione, la mia non vuole essere perfidia, in quanto parlo con cognizione di causa; ho trascorso un viaggio in aereo a fianco di due taglie XXL e vi assicuro che la proposta di avere i sedili doppi o tripli per chi possiede otto culi non è poi tanto malaccio. Ma andiamo avanti.

La polemica verte tutta sul concetto del TU QUOQUE. Come può una persona sovrappeso parlare di salute, se lei è la prima a trascurare l’alimentazione? Perché non ci piazziamo una persona più magra?

Qui la situa è complessa, gente. Come ci si comporta in questo caso? Posto che l’obesità è una malattia e non è che può essere curata in uno zerodue, la questione della credibilità può essere effettivamente un punto a suo sfavore. Però mi viene da dire che

  • In generale, il genere umano è veramente costituito da persone che non ce la fanno. Se fosse stata nominata una gnocca paurosa, in minigonna e tacchi e capace ANCHE di abbinare il rossetto alle scarpe, sicuramente ci sarebbero stati commenti o insinuazioni sulle sue capacità o sulla sua serietà. Insomma, non se ne esce mai da questa trappola dell’aspetto estetico. Ne è prova il fatto che anche Nicole Minetti ha dovuto dimostrare di essere all’altezza del suo ruolo pubblico e ahahahahahahahahah ok la smetto.
  • Se questa donna è competente e capace e brava eccetera, il punto è che allora il suo peso passa in secondo piano. Non ha senso continuare a discuterne. Io vorrei che in Parlamento entrassero prima di tutto persone competenti e serie, soprattutto in un momento in cui tutto cola a picco. Mettersi a discutere della taglia di un ministro e domandarsi se dei bambini, vedendola, inizieranno a bere sugna bollita invece di decidere di andare in palestra è come se Schittino, mentre la nave affondava, si fosse messo a controllare se la vernice dello scafo fosse magenta o rubino. Per dire.
  • Se la sua obesità è data da una disfunzione, allora è il caso di tacere e di chiedere scusa; sarebbe la stessa cosa inveire contro un muto perché non è capace di cantare ASEREJE. L’obesità ha diverse cause, e se la sua è data da una problematica seria, allora di che cosa stiamo parlando?
  • Noi, in quanto italiani dovremmo veramente TACERE e TACERE e TACERE e TACERE. Al di là delle facili battute su Mara Carfagna, Nicole Minetti, Iva Zanicchi e tutta la schiera di menti eccelse che hanno popolato gli scranni del Parlamento, vorrei anche soffermare l’attenzione su Rosi Bindi ed Emma Bonino, persone magari capacissime ma per l’amor di Dio, basta voler assomigliare a Facoceri incazzati e Topi con gli occhiali, altro che maglioncino color cerume. Quindi anche noi dovremmo farci un esame di coscienza.

Il punto di tutta la storia è che vorrei iniziare la settimana con un sempre gradito FATEVI I FATTACCI VOSTRI e PIANTATELA DI GUARDARE NEL CULO DEGLI ALTRI.

Baci a tutti, anche a chi indossa una 50.

Commenti via Facebook

Wannabefre

Credo nell'ironia e nel sarcasmo come armi per conquistare il mondo.

Sognavo di fare il prete, ma poi ho finito per studiare economia. Se però mi chiedete cosa sia il cuneo fiscale io vi rispondo che cuneo lo potete dire a vostra sorella, razza di maleducati.

Vivo di pasta, sushi e Nutella sui biscotti di pastafrolla, pertanto credo che le persone che non mangiano siano meschine e abiette.

Sono una figa, perché oltre ad avere gli occhi verdi e una faccia che si abbina ai centrotavola fatti all'uncinetto, so anche la tabellina del cinque a memoria. Il mio sogno di vita è essere pagata per trasformare ossigeno in anidride carbonica.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: