636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

Sextastic s02e19 – Versatilità

Braaam! Bentornati, con una certa prepotenza in un nuovo ricco e paradossale appuntamento con Sextastic. Che fa seguito ad un week end scintillante dove the fabulous @fabry_ si è palesato qui tra le rovina romane, qui tra abbacchi e cupcakes, qui dove le movenze pop sono dannatamente pop. Qui dove non c’era la favolosità è venuto a portarmela lui. Ed io ho stata ispirata per questo nuovo fenomenale post che vi lascerà tutti con un atroce e fuorviante dubbio. Che vi svelerò alla fine, ovviamente. Ma andiamo con ordine. (Come sempre?).

Ecco sapete, mi sono diverse volte lamentato su come gli attivi omosessuali sembrano essersi dileguati in chissà quale isola delle Valalalasss. Insomma, ricordo tempi lontani in cui gli attivi erano una carne facile da reperire e soprattutto accessibile a noi miserables dell’ultim’ora. Erano una quantità che ti metteva paura, tanto che non riuscivi davvero a scegliere il migliore. Nel 2013 (e chi ci avrebbe scommesso mai) gli attivi non ci sono più. O meglio ci sono: sono due. E si sono addirittura fidanzati tra loro. E tutti gli altri?

Sono diventati passivi. Sì. Punto e a capo arrivederci alla prossima settimana #levatevi.

Ok. No. Abbiamo giocato. In realtà tutti gli attivi sono davvero diventati passivi. Ma la cosa assurda è che per una strana e assurda legge di mercato si sono ricreate, in condizioni davvero ostili, le versatili. Ma perché i versatili non esistevano già? Sì. Ma qui parliamo di altro, perché i versatili quelli veri, erano una categoria di pochi eletti, nella quale raramente ti ci imbattevi. Tanto che quando ne rimorchiavi uno era argomento di conversazione per almeno una settimana con le amiche, “Sai lui è versatile”, come se fosse chissà quale informazione importantissima. E a me, neanche a farlo apposta, i versatili non sono mai interessati.

vs

E poi il gran cambiamento. Ovvero l’arrivo prepotente delle Versatili. Che, badate bene, si differenziano dalla categoria di prima perché per natura e apparenza totalmente passive ma sotto le coperte con la passione della versatilità (#credeghe). Sulla carta. Perché poi nel mentre è un attimo che non te le ritrovi a 90 con chissà quali intenti. Ecco, quando una versatile te la trovi nel letto poi non è che tu possa farci chissà cosa. Perché è lì che ne vuole da te. E tu sei lì che ne vuoi da lei. O almeno lo speri. E invece il rapporto diventa una gara dove non vince nessuno che non soddisfa nessuno dei due e tu pensi che forse era meglio se avessi aperto Giallo Zafferano e ti facevi la ricetta della settimana.

Ma la spiegazione di come le Versatili si siano riprodotte e sdoganate è alquanto un mistero. Ovvero io ho una mia teoria, che si basa tutta sulla sopravvivenza della specie. O, se me lo permettete, alla stramaledetta voglia di cazzo voglia di divertimento che alberga in tutti noi. Perché quella si sa, non si esaurisce mai. A differenza degli attivi. E siccome è davvero difficile andare a cercare Maria per Roma, ecco che di necessità virtù ci siamo ritrovati con tutta questa gente che balla Britney e Ke$ha come se non ci fosse un domani.

E oltre a ballare poi te la rimorchi per forza. Perché altrimenti non ti resta che Federica. Ma scusate se poi io mi auto bacchetto, ovvero questo è il solito post sugli attivi che non ci sono più, le checche che diventano versatili, e le checche vere che si affidano alle cure di telefilm melanzosi e inutili. Ok, scusatemi, e perdonate la divagazione, che per fortuna l’amore è davvero tutta un’altra cosa.

Einvece.

[L’archivio di Sextastic]
[Il blog di Annabelle Bronstein]

Commenti via Facebook

Annabelle Bronstein

È davvero poco interessante sapere chi sono veramente. Mi sono laureato e subito dopo mi sono trasferito a Roma. Alla ricerca dell’amore. Quello con la A maiuscola, che ti fa battere il cuore e ti stende senza parole. Ma la ricerca, purtroppo, tutt’ora continua e io ho deciso, qualche tempo fa, di condividere con il web le mie avventure. E così è stato! Amante della musica pop, del cinema e del teatro, e col sogno nel cassetto di diventare una star a 360°, per ora non supero i 90! E mi diletto sulle pagine de Il Pisello Odoroso a farne di ben donde. Definito dai più come una puttan blogger, a me piace poco definirmi, e farne di più di ogni!
Annunci

Comments (11):

  1. Fabry

    5 febbraio 2013 at 11:40

    Quanto sei pazzesca. Post dalle sacrosante verità. Dopo aver insegnato alle romane di levarsi dovremmo insegnare alle versatili che è ora di tornare a fare le ONLY TOP.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      5 febbraio 2013 at 18:47

      Want you to make me feel like I’m the only top in the world.

      Rispondi
  2. clippermark

    5 febbraio 2013 at 11:58

    I tuoi post mi danno sempre molto da pensare e sto tutto il giorno a cercare risposte alle domande che ci poni…

    Scusate ma con chi si è fidanzato Scanu che ha una fedina?

    Volevo dire che la ricetta di questa settimana di GialloZafferano è stratop!

    Rispondi
  3. Daniii

    5 febbraio 2013 at 14:14

    Mamma mia come sentivo il bisogno che un tuo post avvalorasse la tesi che vado ripetendo per ogni dove.
    Direi che Scanu rappresenta alla perfezione questa nuova legione di versatili.

    Inutile dire che io ho sempre detestato i versatili, veri e presunti.

    Inutile dire che mi unisco a voi chiedendo un ritorno degli only top.

    Altrimenti mi rimarrá solo l’argentino sedicente etero della scorsa settimana…

    Rispondi
      • Daniii

        6 febbraio 2013 at 09:52

        Ehm..non è che sono in scambio culturale, è che vivo a Barcellona signor Ponza 🙂
        E qui, in questo crocevia di culture, le lingue (parlate e non) si intrecciano e si mescolano dando vita a quel dialetto di merda che è il catalano 🙂

        Rispondi
  4. Annabelle Bronstein

    5 febbraio 2013 at 17:17

    Siete pazzesche!
    Le versatili sono sono dell’illusioni… È delle illuse #diciamocelo
    E cuori all’infinito per voi

    AB

    Rispondi
  5. DISCO REX

    5 febbraio 2013 at 21:25

    A me le versatili hanno sempre dato l’idea del piatto mari e monti. Un piatto inutile. E immangiabile.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: