Sextastic s02e30 – Season Finale: La nuova frontiera del rimorchio

Vi sembrerà strano, ma a volte ci sono coincidenze che inaspettatamente ci sorprendono. Un anno fa, circa, proprio durante un week end con le mie amiche (le RdP) ho scritto il primissimo post di questa rubrica. Ed ora eccomi qua, affacciato su questo stesso terrazzo di Porto Santo Stefano a scrivere il Season Finale di questa seconda stagione. Lo so, a volte ci piace ironizzare e sentirci delle grandi star. Ma in realtà siamo persone come le altre. E nonostante tutte le risate che ci facciamo da queste parti, in realtà sono molto soddisfatto di questo altro anno insieme.

sara

Ok. Dopo faccio i dovuti ringraziamenti, ora però torniamo a Sextastic! Sì miei cari, perché questa settimana si chiude con il botto. Avevo in mente qualcosa di più intimo per concludere. Poi mi sono lasciato andare. Sticazzi le cagate intimiste. A noi interessa il rimorchio. Quello duro e puro. Quello che ti fa sentire vivo e che ti soddisfa. Specialmente sotto le coperte. E visto che io sono sempre avanti, oggi vi svelerò una grande verità, che i più tacciono. Ma ognuno di voi sa che sto assolutamente dicendo la verità. Perché la nuova frontiera del rimorchio è senza alcuna ombra di dubbio Twitter.

Qualche anno fa, quando Twitter era appena nato, la qualsivoglia si interrogava principalmente sull’utilità di un mezzo così restrittivo (solo 140 caratteri sono apparentemente molto pochi). Inizialmente, quando ho aperto il mio account avevo seri problemi su cosa e come scrivere. Pensateci, alcune volte si ha troppo da dire, altre troppo poco. Ma se è di sesso che si parla? Ebbene 140 caratteri sono più che sufficienti. E così con l’avvento e la diffusione dei tweet, inevitabilmente, sono nati anche account palesemente porno. Fateci un giro anche voi su questa giostra. Basta digitare una parola chiave per finire in situazioni più porno di Tumblr.

Così, ci si ritrova in profili palesemente gay, (occhio perché non ci sono solo ragazzi, ma anche ragazze. Fiumi di profili per lesbiche con foto che lasciano ben poco all’immaginazione). Peni eretti di ogni genere, fattezze e colore. Sì miei cari. E poi i maniaci porcelloni di ogni genere. Quelli a cui basta vedere una sottoveste per farli impazzire. Ma intendiamoci, Twitter è una fucina di qualsiasi cosa voi possiate immaginare. Hipster, gattini, sailor moon, cani, Spice Girls varie, fanbase. Qualsiasi cosa vi venga in mente su Twitter c’è, ed è ampiamente argomentato. Chessò anche il papà di Fabry_.

Ma la differenza sostanziale è che qui si può interagire. Si possono inviare messaggi. Si possono combinare appuntamenti e perché no, vedersi. Non ve lo scordate, io sono stato scaricato a Roma Termini mentre raggiungevo il tipo, proprio via DM (Direct Message) mentre correvo come una pazza psichiatrica e scoprivo, inevitabilmente, che il dramma era proprio lì. Dietro l’angolo. Ma arrivano testimonianze unanime che oggigiorno il rimorchio duro passa proprio attraverso Twitter. Ovviamente dimenticatevi di me, io posso solo essere peggio di Carrie che viene lasciata con un post-it. Per me via Twitter solo due di picche. E non come le intendiamo noi buongustaie.

I Porno DM sono di gran moda. Basta una foto, una parola, una stellina e si può scatenare la fantasia di uno qualsiasi dei vostri follower per fargli partorire qualche bel piccolo poema zozzo dritto dritto al vostro account. E devo ammettere che nonostante io non ne abbia mai ricevuto uno, anche se ne ho mandati diversi, probabilmente avrei un moto di soddisfazione a riceverne. Perché diciamocelo chiaramente, chi non sarebbe soddisfatto a ricevere un DM rimorchione? Io mi metto subito a lavoro però, da domani, mi dedicherò in maniera assidua e presente ad aizzare le vostre fantasie. Prima o poi qualcuno ci cascherà. Me lo sento.

E questo è quanto. Vi invito a rimanere connessi con me, via Twitter, attraverso il mio blog o mandandomi una mail. Scrivetemi e fatevi sentire, l’appuntamento è a settembre con delle novità trasbordanti e glitterate, ma non posso non dire grazie a qualcuno. Ovviamente al Signor Ponza, che voi non lo sapete, ma corregge e pubblica i miei post obbrobriosi  a qualsiasi ora. Grazie alle RdP tutte, perché noi la periferia ce la mangiamo. Grazie a Fabry_ che mi fa ridere, e che c’è, e che è anche dimagrito molto. Grazie a Filo per la sua geniale ironia ed Ariel per la sua verve culinaria. Grazie a Matteowolk, che è finalmente entrato nella squadra. Grazie a tutti voi che leggete e commentate, che anche se non lo sapete, ma a me fate cagare duro per l’ansia.

Ci leggiamo ASAP!

Sextastic (app)

[L’archivio di Sextastic]
[Il blog di Annabelle Bronstein]

Commenti via Facebook

Annabelle Bronstein

È davvero poco interessante sapere chi sono veramente. Mi sono laureato e subito dopo mi sono trasferito a Roma. Alla ricerca dell’amore. Quello con la A maiuscola, che ti fa battere il cuore e ti stende senza parole. Ma la ricerca, purtroppo, tutt’ora continua e io ho deciso, qualche tempo fa, di condividere con il web le mie avventure. E così è stato! Amante della musica pop, del cinema e del teatro, e col sogno nel cassetto di diventare una star a 360°, per ora non supero i 90! E mi diletto sulle pagine de Il Pisello Odoroso a farne di ben donde. Definito dai più come una puttan blogger, a me piace poco definirmi, e farne di più di ogni!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: