Sipario Hallopeen Edition

Bella gente benvenuti in una nuova puntata di Sipario, l’unica rubrica che se non usi gli Ugg da settembre a giugno allora puoi anche cambiare canale perché tanto sicuramente non fa per te. Siamo appena entrati nella magica stagione  della malattia, quella stagione che un giorno fa freddo, un giorno fa caldo, il giorno dopo hai il cimurro. Com’è come non è, è anche la stagione delle troiette, che grazie ad Halloween possono trasformarsi in vere mignotte senza che nessuno abbia niente da ridire. Ma siccome devo ancora imparare a caricare le foto su WordPress, ho deciso che sono troppo superiore per parlare dei vip che si vestono da zoccole e passeremo così immantinente a parlare semplicemente di chi in questa settimana ha perso un altro briciolo di dignità. Ma bando alle premesse, diamo la linea a Roma e… SIGLA!

Iniziamo il nostro lungo elenco di amenità senza tempo e senza classe partendo dalla coppia che ci dice ciao e che può andare ad insegnare agli angeli il significato di carisma e personalità. Stiamo parlando di Orlando Bloom e Miranda Kerr, la coppia più inutile degli ultimi cento anni che contro ogni previsione si separa dopo 6 anni di matrimonio e un figlio. A quanto pare però la separazione è stata tutta una roba simpa e pucci, perché come ci dice la celebre e autorevole testata internazionale Oggi, i due sono praticamente pappa e ciccia che ancora sorridono e si amano contro ogni previsione. Io non lo so, ma queste separazioni in amicizia mi stanno abbastanza antipatiche: dove sono i piatti che volano, le querele, gli avvocati, i chihuahua tirati sotto con il Cherokee?

Per una coppia che vola via come il toupé di Sandro Mayer, eccone un’altra che invece è tutta un fremito a causa di un sextape in arrivo. Chi infatti non desidera vedere Tori Spelling fare la maiala con suo marito? Non so voi, ma io potrei non desiderare altro dalla vita. È infatti notizia di due giorni fa che il magnate della Vivid Entertainment abbia offerto alla sempiterna Donna Martin milletrilioni di dollari per acquistare e distribuire il nastro: il problema è che, a quanto pare, un “amico” di Tori e di suo marito sia già entrato in possesso di una copia e minacci così di diffonderla presso il grande pubblico. Com’è come non è, ora marito e moglie hanno messo tutto in mano ai loro PR avvocati per cercare di arginare il problema: la cosa certa è che i sextape fanno 2006 peggio delle sciarpe coi teschi, e proprio per questo non posso che amare follemente quella ciula della Tori.

Anne Hathaway

Ora dovrò dire una cosa che mi farà perdere followers, amicizie, fans e donazioni al blog del Signor Ponza, ma purtroppo non posso tirarmi indietro e fare finta di niente perché dentro di me arde il fuoco di una vera pasionaria. Voi forse non lo sapete, ma praticamente la mia vita è votata ad un unico obiettivo: diventare ricco senza lavorare far risorgere Buffy the Vampire Slayer prendere il posto della Toffanin a Verissimo odiare Anne Hathaway. Io non lo so cosa mi spinge a cercare in tutti i modi di far deragliare la carriera di Annina nostra, ma proprio non la posso vedere, mi urta la sensibilità e mi fa venire dei rush cutanei che neanche il lupus di Dottor House. Ora finalmente posso lanciare la notizia che da anni aspettavo: Anne Hathaway è una stronza. Praticamente no, what’s happened: è successo che al Gran Galà delle Celebrità per la ricerca sul cancro, la bella e brava interprete del film evento della nostra generazione ha praticamente fatto diramare a tutto lo staff una mail in cui dice che non vuole essere avvicinata, parlata, autografata, salutata, fotografata, selfieata da nessun fan e plebeo nelle vicinanze. Dicheno che la simpaticissima vincitrice dell’Oscar nella vita privata sia una iena ridens e io voglio crederci, voglio credere a questo sogno che si sta profilando di fronte a me. E comunque non dite di no, ma sta diventando sempre più uguale a Sara Tommasi.

La nuova regina del Celebrità sembra invece essere diventata Lana del Rey, che nonostante quest’anno non abbia pubblicato nessun album, può comunque indicare il 2013 come il grande anno della svolta e della popolarità. Dopo il tour e dopo il successo di Young & Beautiful in primavera, dopo la top ten a sorpresa di Summertime Sadness in estate, è uscita adesso la news che la fa assurgere a vera icona di classe, stile ed eleganza. E tutto grazie ad un NO celebre, quello detto al megalomane Kanye West, che la voleva a tutti i costi come una neomelodica qualsiasi a cantare al suo matrimonio (a quanto pare la già citata Young & Beautiful è la canzone sua e di Kim Kardashian, che truci). Com’è come non è, la nostra amica fioraia ha declinato l’invito costringendo Kanye e Kim a fare solo una roba orchestrale che dal Teatro delle Vittorie in Roma è già partita la denuncia.

Eh vabbè ho tenuto per ultimo l’argomento meno importante della settimana: Lady Gaga, che è in piena promozione baraccona per il lancio di ARTPOP, che mentre vi parlo sta leakkando come se non ci fosse un domani provocando delle faide tra gays che in confronto la sfida finale di Project Runway è una guerra tra boscaioli. La signorina della domenica è infatti presente in ogni dove, dalle riviste più patinate al Maurizio Costanzo Show, una roba che le scorte di coca della Bolivia saranno esaurite per i prossimi 15 mesi per permetterle di tenere il ritmo. Com’è come non è, la nostra tipa toga Stefani è stata eletta GUARDACASO “Donna dell’anno” dalla rivista Glamour che vabbé rollo così tanto gli occhi verso il cielo che praticamente riesco a vedermi le cervella. Che volete che vi dica, il mio jolly di stima la Germanotta se l’è guadagnato questa estate con la lite furibonda con Perez Hilton, quindi per ora sta vivendo di rendita: intanto sembra che con la nemica di sempre Kelly Osbourne stia per tornare la pace, complice quella falsa della madre che ad X Factor UK ha fatto tutte le moine alla cantante. Tutti felici, tutti contenti, archiviamo anche questo catfight e attendiamo il prossimo.

Siamo così arrivati alla fine del nostro piccolo recap settimanale e io vi ricordo che dovete votarci ai Macchianera Awards che la vita è come una scatola di cioccolatini: buona per i primi cinque minuti poi subito emorroidi, brufoli e acetone. A Dio piacendo ci vediamo settimana prossima e mi raccomando non fate troppo i ghei quando non sono lì a controllarvi. XOXO

Sipario (app)

[L’archivio di Sipario]
[Il Tumblr di Filodrama]

Commenti via Facebook

Filodrama

Sono nato sabato grasso di Carnevale e vabbè, ho già detto tutto. Mi piacciono le montagne russe e i parchi di divertimento, la perfezione degli alberghi, le poltrone. Non mi piacciono le persone che vincono nella vita. Ho un brutto rapporto con l’entusiasmo, nel senso che non ce l’ho quasi mai e quando mi viene sarebbe meglio non averlo. Ho studiato cinema ma faccio tutt’altro, non colleziono cose simpatiche e non ho un hobby da rivendermi nelle conversazioni con la gente. Vivo a Milano, e la amo senza riserve.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: