Sipario s02e24 – Como ama una mujer

Mentre in America c’è una ragazza che sta riscrivendo la storia della cultura pop, qui in Italia siamo ancora fermi alle elezioni comunali e alle ricevute fiscali dei politici, ora ditemi se questo paese come può andare avanti così: nemmeno la diretta del matrimonio dell’anno è andata giù ai nostri politici, ma dico io, SE NON ORA QUANDO?

tumblr_mnc4lyj8vE1ragj4lo1_500

Com’è come non è, è inevitabile che la penultima puntata di Sipario, questa rubrica che è un apostrofo rosa tra le parole T’Appartengo, sia praticamente dedicata alle vicende delle ultime ore che hanno coinvolto la nostra attrice preferita Amanda Bynes, che tra un rantolo su Twitter e una parrucca bionda ha conquistato tutte le prime pagine dei giornali che contano. Ma facciamo un passo indietro e vediamo cos’è successo.

La nostra inviata a Hollywood Carolina Marconi ci racconta che nella notte di giovedì Amanda è stata arrestata nel suo appartamento di New York con l’accusa di possesso di marijuana e lancio delle prove dalla finestra (un bong): tutto l’ambaradan è partito dal custode del palazzo, che ha chiamato i poliziotti dopo averla vista fumare un cannone nell’ingresso dell’edificio mentre parlava con se stessa (vabbè). Una volta entrati nell’appartamento, i poliziotti hanno trovato Amanda con una parrucca bionda che lanciava il bong dalla finestra, bong che fortunatamente non ha colpito nessuno. Subito messa in manette e portata in centrale, l’attrice ha cominciato a fare le cose pazze, tanto da richiedere la sua reclusione in un centro di sanità mentale. MA NON FINISCE QUI: l’attrice ha infatti dichiarato tramite Twitter di essere stata molestata dai poliziotti, utilizzando la frase topica “he slapped my vagina” e accusandoli di aver mentito a proposito del bong lanciato dalla finestra. Adesso la situazione è in stand by in attesa che i procedimenti penali facciano il loro corso: noi rimaniamo vigili e attenti e pronti a difendere la nostra beniamina, anche se sinceramente io totally così.

A proposito di pazze, facciamo tutti un applauso per la nostra amica della domenica Catherine Zeta-Jones che finalmente ha lasciato la clinica per  malattie mentali in cui era ricoverata dall’inizio di aprile per risolvere il suo disturbo bipolare, presente nella sua vita da ormai molti anni: nuove medicine e una nuova terapia le hanno permesso così di rimettersi al volante della sua auto e condurre una vita, si spera, il più normale possibile. Luciano Onder prega per noi anche questa settimana.

Ora mi dovete tutti un attimo mollare perché arriva un’altra notizia bomba che non so se ho abbastanza pelo sullo stomaco per dirla: Selena Gomez sta ciurlando nel manico di Jared Smith. Do you know the word pedofilia portami via? Le foto del loro appuntamento purtroppo sono inequivocabili, e ci mostrano una Selenita tutta friccicarella, con il suo shatush appena fatto da 500 dollari, il vestito nero da gattona e soprattutto quell’accessorio al braccio che risponde al nome di figlio quattordicenne di Will Smith, una delle baby celebrities più odiose dell’establishment tutto. A questo punto 10, 100, 1000 Justin Bieber. Ora che ci sia o meno del tenero non lo so, sta di fatto che ti devi veramente vergognare figlia mia, oppure al contrario, tantissima stima se il tuo obiettivo è il padre, vuol dire che ti ho insegnato bene le cose della vita.

Settimana in bianco per il bel Leonardo Di Caprio, che dopo quella merda di i successi de Il Grande Gatsby non è riuscito a portarsi a letto la modella del momento, Cara Delevingne, che sorprendentemente gli ha dato il benservito rifiutando il suo invito a raggiungerlo nella stanza d’albergo a Cannes. Si dice infatti che Leonardo nostro sia rimasto abbagliato da quella cretina di Cara, ma che quest’ultima, a differenza di Gisele, Bar Rafaeli e le altre arrampicatrici sociali, non abbia ceduto al suo fascino da bevitore di birra. OCA!

In vista della prossima uscita dell’album, si rimette in moto la macchina dei PR di Lady Gaga, che dopo aver fatto la zoppa per tutta la primavera è di nuovo la sgallettata che tutti amiamo (einvece). Girano voci sempre più insistenti su un prossimo duetto con Beyoncé, voci nate soprattutto dal rumor che vuole la Germanotta sul palco del Mrs. Carter Show nella tappa di New York, molto probabilmente per rinverdire i fasti di Telephone. Sta di fatto che le urla dei gabbiani di questa settimana sono gentilmente offerti dai gays del mondo, che già speculano su una collaborazione tra le due anche per i rispettivi album in uscita, anche se francamente ormai da Beyoncé l’unica cosa nuova che mi aspetto è una pubblicità per la Nuvenia.

Daje de punta e daje de tacco siamo giunti anche alla conclusione di questa puntata di Sipario, l’unica rubrica dove la fellatio vale più di una consecutio. E con questa io vi saluto e penso di ritirarmi a vita privata perché non raggiungerò mai più una tale vetta di lirismo che Dostoevskij inchinati proprio. Baci baci!

Sipario (app)

[L’archivio di Sipario]
[Il Tumblr di Filodrama]

Commenti via Facebook

Filodrama

Sono nato sabato grasso di Carnevale e vabbè, ho già detto tutto. Mi piacciono le montagne russe e i parchi di divertimento, la perfezione degli alberghi, le poltrone. Non mi piacciono le persone che vincono nella vita. Ho un brutto rapporto con l’entusiasmo, nel senso che non ce l’ho quasi mai e quando mi viene sarebbe meglio non averlo. Ho studiato cinema ma faccio tutt’altro, non colleziono cose simpatiche e non ho un hobby da rivendermi nelle conversazioni con la gente. Vivo a Milano, e la amo senza riserve.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: