Socializziamo

Twitter: è il social network che uso di più, soprattutto da quando è entrato a far parte della mia vita il mio attuale marito: l’iPhone. Ci scrivo i miei cazzi (non li mostro in foto però, eh), i miei stati d’animo, le mie perle di saggezza, le cose che sto facendo (tipo: “hey sto andando in bagno!”). Grazie a Foursquare vi aggiorno anche sui luoghi che frequento, così che se qualcuno mi vuole stalkerare gli facilito la vita.

Tumblr: il mio secondo blog a cui a volte ho voluto più bene che a questo. Molto più snello e meno impegnativo: posto foto, canzoni, citazioni, video. Tutta roba molto immediata. Una botta e via, insomma.

Facebook: su FB c’è la fan page del Signor Ponza dove si possono commentare i miei post e interagire col sottoscritto. Cosa che si può fare anche qui ma se lo fate ANCHE su facebook è meglio. Per ottenere invece il mio facebook personale dovete almeno farmela/o annusare.

Google+: l’emblema di quanto possa essere sottovalutato un social network. Tra tutti è quello che preferisco per condividere la qualunque. E voi dovreste fare meno le fighe di legno e usarlo molto di più, perché merita.

Flickr: non sono un fotografo. E si vede e forse è per questo che non rimorchio nessuno. Di conseguenza il mio account su Flickr è usato soprattutto per sbatterci su tutte le foto che faccio, anche se orribili. Di recente ho aggiunto la raccolta “foto che mi piacciono”, che non significa siano le foto più belle, ma, appunto, sono quelle che mi piacciono di più.

Last.fm: grazie a questo fantastico social network potete rendervi conto di tutte le trashate che passano dal mio iTunes e dal mio iPod. E se vi iscrivete potete sputtanarvi a vostra volta.

Friendfeed: ho un account, ma non lo uso. Mi fa schifo, per usare un eufemismo. Lo uso solo per consultare la pagina dedicata all’iPhone.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: