Spariamo sulla croce rossa

Ho un serio problema. Mi piace molto l’ultima canzone di Vasco Rossi, Manifesto Futurista della Nuova Umanità. In tutta la mia vita, posso vantarmi di aver sempre odiato Vasco e i suoi pezzi, molto di più di quanto io non odi Ligabue.

Ma questa no, è diversa. Mi prende, si impossessa di me e del mio cervello e non se ne va più. Sarà quel modo di cantare strano che caratterizza tutto il pezzo, sarà il testo così accattivante, sarà la musica dei Muse in sottofondo, non so cosa di preciso, ma mi prende proprio tanto da arrivare al punto di ascoltarla in loop.

Anche i fan più accaniti della rockstar ormai prossima alla pensione potranno convenire con me (dopo avermi insultato, ovviamente, e aver intonato “olè olè olè olèèè vascoooo vascoooo”) che la canzone è decisamente diversa rispetto al solito. Devo solo decidere a quale di queste cose assomiglia di più:

  • a una sigla di un cartone animato, soprattutto quando parla dell’aiuto di potenze superiori;
  • al delirio di un vecchio ubriaco che, ormai arrivato all’ottava pinta della serata, non riesce più ad articolare le parole in modo corretto e a emettere suoni al tono di voce consueto;
  • la volontà di reinterpretare la musica dei Muse con un testo scritto a caso sopra.

Volete darmi una mano a scegliere?

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: