636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza
Studio Aperto

Studio Aperto ha fatto scuola

Troppo spesso, io per primo, abbiamo sottovalutato il fenomeno Studio Aperto. L’abbiamo deriso, l’abbiamo descritto come l’esempio del giornalismo di basso spessore, senza renderci conto che ormai ne siamo circondati.

Ma che cos’è di preciso Studio Aperto? Un rotocalco? L’erede legittimo di Verissimo? Novella 2000 nella versione per il piccolo schermo? Niente di tutto questo. Quello che è nato come il telegiornale di Italia Uno ha in realtà definito un nuovo genere, unico e con innumerevoli tentativi di imitazione. Dove la notizia di stringente attualità politica diventa il contorno di fatti di cronaca della provincia che a mala pena trova spazio sulla stampa locale, che a loro volta sono l’antipasto per gli approfondimenti di gossip, per i servizi sul meteo e soprattutto per i reportage che sono costruiti con l’unico scopo di ingolosire il telespettatore, tra immagini ammiccanti di soubrette che hanno avuto i loro quindici minuti di celebrità o semplici seni nudi delle prime bagnanti della stagione.

E mentre noi eravamo lì con la puzza sotto il naso a sorseggiare i nostri Cosmopolitan, mentre prendevamo in giro le varie Silvia Vada, Benedetta Parodi e Patrizia Caregnato, il “morbo Studio Aperto” si diffondeva per il Paese arrivando a contagiare le redazioni più importanti e rinomate del Belpaese.

E come ci insegna Studio Aperto stesso, basta con le chiacchiere e le riflessioni inutili, lasciamo parlare le immagini (basta cliccare su un’immagine per far partire la galleria, leggere la descrizione e, perché no, anche commentare).

[Non dimenticarti di mandare il blog in nomination ai #MIA13]

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
Annunci

Comments (14):

  1. Vale B

    20 giugno 2013 at 12:16

    Vabbhè, quando ero una disoccupata non mi perdevo nemmeno un appuntamento con Studio Aperto! ..per non parlare di Lucignolo!

    Rispondi
    • Signor Ponza

      21 giugno 2013 at 10:52

      Qualcuno mi deve ancora spiegare perché Lucignolo sia stato fatto fuori dalla televisione italiana. Non me ne do pace. Soprattutto “Lucignolo Bella Vita”

      Rispondi
  2. Giulio GMDB

    20 giugno 2013 at 14:39

    Ho smesso di guardare qualsiasi cosa per TV tranne qualche film e qualche serie tipo Fringe, GoT o simili… Penso che l’ultima volta che ho guardato Studio Aperto sia qualche anno fa.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      21 giugno 2013 at 10:52

      Ormai Studio Aperto è anche fuori dalla televisione, è intorno a noi.

      Rispondi
  3. Baol

    21 giugno 2013 at 11:29

    Non leggevo “derriere” da tanto di quel tempo che mi ero anche scordato del sul significato…

    Rispondi
    • Signor Ponza

      23 giugno 2013 at 14:27

      Cercano di bilanciare la bassa lega dei contenuti con parole dal gusto retrò.

      Rispondi
  4. Roberto P.

    23 giugno 2013 at 16:23

    L’Arcuri che sfila col costume argentato
    Il Backstage del calendario Max della Canalis
    Sexy Diavolita
    quanti ricordi <3

    Rispondi
    • Signor Ponza

      23 giugno 2013 at 18:22

      Melita la Diavolita. Anche se la mia edizione preferita rimane quella di Lucignolo Bella Vita con Mascia Ferri e Alessia Fabiani

      Rispondi
  5. Ilbrembils86

    24 giugno 2013 at 21:40

    Io comunque tutta la vita #teammarcella, quella di “Salviamo le forme” che propone esercizi da bodybuilder alle casalinghe di Voghera.

    Rispondi
    • Signor Ponza

      24 giugno 2013 at 22:12

      Lei un po’ la amo, anche se mi ha rubato l’idea per diventare famoso in televisione.

      Rispondi
      • Ilbrembils86

        24 giugno 2013 at 22:21

        Io odio il fatto che abbia più trapezi e deltoidi di me. Però è una specie di Jill Cooper versione pocket, quindi va amata a prescindere.

        Rispondi
        • Signor Ponza

          24 giugno 2013 at 23:15

          Tra l’altro devo ancora capire com’è che si fanno ad avere quei muscoli lì. Magia nera?

          Rispondi
    • Signor Ponza

      30 giugno 2013 at 11:59

      Guarda quanto trasuda la professionalità da queste foto. Tra l’altro se non ricordo male anche lei inizio come Letterina, giusto?

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: