636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

catfight

Zequila Pappalardo Catfight Mai più

Pausa Catfight – Podcast #2: e tu, da che parte stay?

Dopo il trionfale debutto di lunedì con la prima puntata di Che bello fare le pause – Pausa Corona (da qualche giorno siamo anche sbarcati su iTunes, quindi potete iscrivervi al

Annunci
#XF8 Live puntata 3

#XF8 Live puntata 3 – Il senso di X Factor per la dance

Buonasera e bentrovati a un nuovo appuntamento con la trashcronaca dei live di X Factor 8, il programma i cui cambi di giudici vengono sempre criticati da tutti, ma che

#XF6 Live Puntata 6 – Sdi be lei leiba?

Dopo la puntata di settimana scorsa vista e recensita in differita, questa sera torno nel magico mondo di SKY in HD e mi gusto la puntata in diretta e le rughe di Simona Ventura fino all’ultimo pixel.

Siamo tutti d’accordo che questa è la puntata in cui eliminiamo i Frères Chaos o Cixi? Ed è la stessa puntata in cui elimineremo fisicamente Max Novaresi? Molto bene allora. Incominciamo.

Per la cronaca, il tema della puntata è la dance. Ce lo ricordano anche i ragazzi che aprono con una frocissima coloratissima performance fatta di I Will Survive di Gloria Gaynor in versione tutt’altro che dance. Il ritmo pian piano sale e, manco a dirlo, Daniele è a suo agio come un limone tra le cozze.  In ogni caso il concetto di “dance” degli autori è rimasto un tantino arretrato, tipo agli anni ’70.

La mia teoria secondo cui ospiti di prestigio e ospiti poracci si alternano sul palco di X Factor viene confermata dalla presenza questa settimana di Conor Maynard.

Si parte subito con un triplo salto mortale: Ics che canta Malarazza di Modugno in versione dance. L’arrangiamento è decisamente circense, così come performance e costumi. Un animale da palcoscenico che forse ha trovato il giusto ammaestratore. Elio dimostra subito che è incarognito per l’eliminazione di Nice come nemmeno la peggiore Arisa dopo l’eliminazione delle DonaLella.

Simona presenta Davide infilando una serie di parole a caso, evidentemente pescate da un bambino bendato all’interno di un’urna prima della trasmissione. Tra queste: “David Guetta”, “let’s have a party”, “dance mondiale” e “sdi be lei leiba”.

Davide canta Apologize di Timbaland e Simona se la scoatta come fa solitamente le sere in cui all’Hollywood nevica.

Tommassini decide di fargli strusciare addosso una sventola del corpo di ballo e Davide, che da ormai settimane non ha modo di “scaricare la tensione con la fidanzata”, non capisce più nulla e fa una performance demmerda al di sotto delle aspettative. Caldaia però riscuote come al solito le molestie sessuali verbali di Arisa.

Sipario s02e03 – Siamo tutti Rihanna

Dopo una pausa forzata per lasciare il giusto spazio al Gran Galà dei disoccupati famosi di Riva del Gardaland, finalmente anche Sipario riprende il suo normale corso settimanale per narrarvi di quella terra ostile che profuma di pollo fritto, Doccia Bronze Bilboa e benzina e che tutti noi chiamiamo Hollywood. Sono infatti ricominciate le serie tv che amiamo di più (e che ovviamente verranno cancellate in 3… 2… 1… GCB mi leggi?), il palinsesto è stato strutturato alla bisogna in modo tale da non farci avere una vita, e tutte le zoccolette del globo stanno lanciando le loro creazioni per farci spendere come paze in vista del Natale praticamente imminente. Le piccole certezze della vita.

Mi tocca aprire la puntata parlando del catfight della settimana, avvenuto qualche giorno fa tra quelle due piñate ripiene di caramelle Rossana altrimenti note come Nicki Minaj e Mariah Carey, che direttamente dal backstage di American Idol hanno fatto le cretine del ghetto che Anna Frank ti prego spiegacelo tu. Praticamente no, a cominciare la lotta tra vitelle è stata la donna con la J messa a cazzo nel nome la quale ha iniziato ad inveire contro la poverah Mariah rea di averla etichettata come “insicura” e quindi “inadatta” a ricoprire il ruolo di giudice. Apriti culo cielo: la Minaj è arrivata anche a minacciare di SPARARLE in faccia se avesse avuto un’arma a portata di mano (il fatto della minaccia di morte è stato poi negato dalla produzione, ma a me piace credere che sia così). Com’è come non è, io totally così e pronto ad assistere a nuove scene madri in men che non si diche.

Dobbiamo inoltre confermare il grande evento che tutto il jet set internazionale (io, Oprah e Silvana Giacobini) aspettava e temeva da tempo, ovvero la reunion carnale tra Rihanna tutta panna e Chris Brown, che è inutile ciurlare nel manico con minchiatine varie, ma possiamo affermare con sicurezza che siano praticamente tornati insieme. La bella e brava amica di Pomeriggio Cinque è stata infatti fotografata mentre usciva dal cesso del Divina di via Molino delle Armi della discoteca più in di Bel Air tutta scapigliata e con macchie bianche sul vestito a fiori di Najoleari seguita dopo qualche minuto da Chris Brown intento a mettersi la camicia Bershka nei pantaloni e buttare una manciata di kleenex croccanti per terra. A questo dobbiamo aggiungere che il cantante aveva da poche ore mollato la fidanzata storica, quindi basta fare 2 + 2 e BOOM, qui ciolla ce cova. Ricorda Rihanna, te lo dice un tuo amico fraterno, gli uomini non cambiano, fanno i soldi per comprarti e poi ti vendono! Detto questo, #siamotuttirihanna.

I liceali

Stasera sono a cena con i miei compagni del liceo. O meglio, riformulo. Stasera sono a cena con alcuni compagni del liceo. Sono ormai passati quasi cinque anni da quando

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: