636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

commenti

Into the Woods

Into the Woods, Into the noia

Gli ingredienti per fare un film indimenticabile, potenzialmente, c’erano tutti: Rob Marshall + Musical + Disney = PAZESQUE. Purtroppo devo chiedere a Egidio Romio dalla regia da far entrare in

Annunci

La finale di #Sanremo2015 con #SorelleKermesse Live!

Dal momento che Forte Forte Forte è ancora in onda e nessuno dice nulla, non vediamo perché questa sera anche noi di Signorponza.com non dovremmo andare in onda con un nostro

#Sanremo2015: livetweeting delle #SorelleKermesse

Per tutta la durata del Festival di Sanremo 2015, questo post raccoglierà in tempo reale tutti i tweet che contengono l’hahstag #SorelleKermesse e che quindi faranno parte del grande gruppo

Quando il Festivàl chiama, le Sorelle Kermesse rispondono

Prima di cominciare il post, chiedo a Rudy Neri di far partire la sigla (l’unica e la sola). Ci siamo. Anche quest’anno è arrivata la Settimana Santa, il periodo in cui

Push The Bottom s01e05 – L’insostenibile assenza di Jessica Morlacchi

Push the bottom

La scorsa settimana ci siamo presi una pausa in segno di protesta nei confronti della regia e degli autori di The Voice. Gli effetti della nostra protesta si sono visti e il live show ci è sembrato tutto sommato più piacevole delle battles, quindi torniamo sulle nostre poltrone e ci prepariamo a sfoderare i nostri giudizi sulla puntata di ieri sera che potete sempre e comunque rivivere nel mio spumeggiante post (con tanto di citazione in diretta di un mio tweet).

Team Annabelle Bronstein – Team Noemi

Noemi

Miei cari amici scrivere di The Voice è sempre più appassionante. Così come scrivere di Fabio Troiano e della sua irriverente verve. A me da solo un’incontenibile voglia di buttarmi dalla prima finestra utile. Violentemente. Come se non ci fosse un domani.

Noemi. Mia cara Noemi. Cosa vogliamo fare? Vogliamo sistemare questo look? Vogliamo darci pace? Vogliamo capire la direzione giusta? Non so magari verso un bel team di lookmaker di livello? Basta questi improbabili look imbarazzanti che mia nonna sei pazzescah. Basta la permanente. Basta questo mood noi siamo i ragazzi giovani e ci divertiamo. Ecco forse questo è già avvenuto, perché la mia coach ha fatto una seconda puntata un po’ sottotono e anche durante la sua esibizione di Vuoto a Perdere non ha per niente esaltato. Condivido, infine, la scelta su Diana Winter. Pezzo unico che convince sempre.

Altro momento iconico la Carrà. Sempre più Carramba alike, e sempre più icona, ma talmente icona che Madonna levati ASAP. Oppure levate Troiano e lasciate Carolina Di Domenico per sempre, che davvero è l’unica capace di gestire una conduzione che abbia una dignità.

Sextastic s02e29 – The London Edition

Ben ritrovati miei Prodi in questo nuovo appassionante appuntamento di Sextastic. Sono in esclusiva internazionale nella pazzescah Londra e siccome l’Italia continua a spirare lentamente e ad agonizzare, ho deciso di regalarvi qualche dettaglio interessante su questa città evidentemente fuori dalla norma.

Ovviamente io non avrei nulla di dannatamente sexy da raccontare, per questo mi sono lasciato guidare da mio cugino. Eventualmente ve lo state chiedendo, anche lui è gaio, australiano, e molto più inserito di me nel mood londinese. Sì, perché signorine mie io Londra me la ricordavo come un posto dove il divertimento gay era super cool. Evidentemente lo è ancora, con posti come il G-A-Y e l’Heaven a fare da padrone. Se però si viene qui a cercare il sesso (perdonatemi, un po’ come io avevo sperato per me, ad essere proprio sinceri) in realtà avete bisogno solo di due cose fondamentali: una connessione internet sul vostro telefono e Grindr.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: