636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

luca tommassini

#XF6 Live Puntata 9 – La finalissima: perché niente è come te e me insieme

Avete fatto il ripassone che oggi interrogo? Stiamo finalmente per scoprire chi flopperà sfonderà nel mercato discografico italiano per i futuri 30 2 anni. Che la finalissima di X Factor 2012 abbia inizio.

Si parte subito forte con un simpaticissimo siparietto tra Alessandro Cattelan e Eros Ramazzotti che vince la Palma d’Oro per la peggior interpretazione ever.

I tre finalisti si esibiscono insieme a Eros sulle note di Terra Promessa. A contorno del tutto c’è della carne di manzo di prima scelta che suona dei tamburi. Un solo sguardo a Ramazzotti ci fa capire che la nevicata di questa sera a Milano non è per nulla casuale.

Per il vincitore ci sono in palio ben 300.000€ di contratto con una casa discografica, più o meno l’equivalente che un giovane laureato riuscirebbe a mettere insieme dopo 50 anni di stage a 500€ al mese. Quindi se non vince Chiara, giuro che grido.

Stasera ogni concorrente avrà l’occasione di duettare con un cantante in cerca di raccimolare qualche euro perché caduto in rovina artista di fama internazionale. Davide e Skye (ex Morcheeba) cantano Rome Wasn’t Built in a Day. Davide canta tutto alla stessa maniera, sempre muovendosi con la stessa scioltezza di un blocco di cemento armato. Simona invece è tarantolata e non sta ferma un attimo. Come già ricordato, ha nevicato di brutto su Assago.

Annunci

#XF6 Live Puntata 8 – Voi lo sapevate che Tommassini ha lavorato con Michael Jackson?

È più temibile Silvio Berlusconi di nuovo premier oppure una vittoria di Ics a X Factor? Ed è con questo difficile quesito che cominciamo la cronaca di quella che avrebbe dovuto essere la finale dell’edizione 2012 di X Factor, ma che alla fine sarà solo un lungo preludio alla finale di domani. SKY che ridefinisce il concetto di “agonia”.

La performance di apertura è dedicata ai cantanti che sono stati vittima delle scelte miopi dei giudici o del pubblico sovrano: le DonaLella, Romina e Daniele (che poi ci fossero anche gli altri è un dettaglio). Alla fine arrivano anche loro, i finalisti: Ics, Chiara, Cixi e Davide.  Poi tre mai visti prima che dalla regia mi dicono essere gli Akmé. Una bellissima messa in scena e probabilmente non c’era modo migliore per cominciare, bisogna darne atto.

Ma ora torniamo a criticare e fare commenti acidi che nemmeno uno yogurt al limone scaduto nel bel mezzo dell’estate.

Nella prima manche sono i concorrenti a scegliere la canzone da cantare, quindi aspettiamoci il peggio.

Cixi ha scelto You Need Me But I Don’t Need You di Ed Sheeran. Se potessi scrivere un brano per Cixi, lo intitolerei “Anche meno”, visto la sua tendenza a far lievitare il proprio ego come fosse pasta della pizza. Tommassini allestisce una performance evidentemente ispirata a Beyoncé ai Billboard Awards 2011, che a sua volta aveva copiato Lorella Cuccarini, che a sua volta si era fatta allestire la performance da Luca Tommassini. In pratica, Tommassini che copia sé stesso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: