636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

partito democratico

Primarie PD e diritti civili: quali sono le posizioni dei candidati?

Mercoledì 26 aprile 2017 la tv italiana ci ha regalato un grande show! Non sto parlando di Chi l’ha visto, parlo del confronto tra i candidati alle Primarie del Partito

Annunci
Incontro Renzi Berlusconi

Che cosa mi piace di Matteo Renzi e che cosa no

Bentornati a Cosmopolis, la rubrica che una settimana c’è e poi ti distrai un attimo e non c’è più (per poi ricomparire un altro giorno). Un po’ come i segretari

Candidati primarie PD

I candidati alle primarie PD sono 4, non 2

I temi caldi dell’attualità politica sono molti. Da un lato c’è Mister Obama che è proprio un pettegolo e, a quanto pare, si è messo ad ascoltare tutte le conversazioni

Cosmopolis

Cosmopolis s01e12 – Pippo Civati è l’uomo giusto per il Partito Democratico?

Il grado di vitalità del Partito Democratico, in una scala che va da massima vitalità a Ariel Sharon, è pericolosamente vicino alle condizioni dell’ex primo ministro di Israele. È un

Cosmopolis s01e04 – S&M

Commentare i funerali del Partito Democratico l’elezione del Presidente della Repubblica è un’impresa ardua, soprattutto perché se ne potrebbe parlare per pagine e pagine. Ma siccome è lunedì, la farò breve.

Ho deciso quindi di concentrarmi sul partito più amato dai franchi tiratori e sull’uomo chiamato Carisma che lo guida: rispettivamente il PD e Pierluigi Bersani. Per descrivere il ruolo che hanno avuto in questi giorni durante gli avvenimenti che hanno portato alla rielezione di Giorgio Napolitano, farò ricorso a una raffinata metafora.

Praticamente alcuni miei amici mi hanno riferito che esiste un genere di film, piuttosto facilmente reperibili su internet, che si chiama “porno”. Inoltre, mi hanno spiegato che esiste una sottocategoria di questa tipologia di film che si chiama Slave & Master, anche conosciuta come S&M (ed è subito Rihanna feat. Britney). Praticamente significa che durante il rapporto ci sono dei ruoli stabiliti, per cui c’è chi è dominante e assume il ruolo di Master, mentre chi è sottomesso assume il ruolo di Slave. Ed è quindi il Master che ha il controllo completo su quello che si fa, mentre lo “schiavo” subisce in silenzio.

Pierluigi Bersani e il Partito Democratico sono riusciti ad entrare a Monte Citorio (cit. di un deputato del Movimento 5 Stelle) con tutte (o quasi) le carte in mano per essere Master e ne sono usciti da Slave che più sottomessi non ce n’è. In particolare la gigantesca figura di merda il calvario del PD si è articolato in diverse fasi.

FASE 1 – FRUSTINO

Hanno proposto Franco Marini, di intesa con il centrodestra, provocando lo scontento dei militanti della base e soprattutto la spaccatura interna al partito che non ha votato il nome proposto dal Segretario. Ci si è fatti del male, ma è solo l’inizio.

Frustino

Neanche la politica può vivere senza Ruzzle

Quelli che vi racconto oggi sono due tentativi che il centro-sinistra ha fatto per risultare simpa a tutti noi, cioè quelli che Studio Aperto chiama “il popolo di internèt”. Il

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: