636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

piedi

Trend autunno inverno

I Nuovi trend sui social Autunno / Inverno 2014-2015

Raga, facciamo con calma. Anche se l’estate è bella che trapassata e già le nostre squame da spellamento stanno lasciando una scia nei nostri letti, noi riprendiamo con la massima

Annunci

#AskFabry s02e05 – Romeo’s Anatomy

Mentre pianificavo il mio Capodanno, che a giudicare dall’ultimo estratto conto al massimo potrò passare a Pieve Fissiraga, mi chiama il Signor Ponza per dirmi che ha bocciato la mia richiesta di ferie e che quindi siamo qua a lavorare. Sento odore di vertenza sindacale, ma non stiamo qua a fare i comunisti che mangiano i bambini e fanno sesso con i preti, abbiamo un sondaggio da chiudere. La settimana scorsa, forse quella prima, parlavamo di persone che sono fan del pene ma mettono mi piace alla vagina, e vi chiedevamo: come dire alla tua amiche che il suo fidanzato è finocchio?  “Non è gay, è solo molto sensibile” vince con il 46,66% dei voti, chiaro sintomo che è universalmente riconosciuta la delicatezza d’animo degli omosessuali. Il secondo posto è occupato invece da “Amore, anche se fosse etero porta le Hogan“, quindi nessun napoletano ha votato questo sondaggio, mentre la medaglia di bronzo spetta a “Sua cugina mi ha detto che era in prima fila da Madonna“, e qua non commento nemmeno.

Anche questa puntata rimaniamo nel mondo G.A.Y. e andiamo in soccorso di un amico che ha seri problemi nel trovare l’anima gemella. Come se non avessimo parlato abbastanza dell’argomento.

Caro Fabry,

complimenti per la trasmissione e tutto quanto, vorrei venire subito al dunque per esporti il mio problema: non riesco mai a cavare un ragno dal buco su Grindr, Gay Romeo e cose del genere. Avvicino solo persone squilibrate e quando credo di aver trovato qualcuno di interessante, o spariscono o si rivelano fidanzati o sposati. Ma cosa devo fare per trovare uno normale? Grazie della tua saggezza!

E.

Caro Ettore, è così che ti chiami nella mia testa oggi 01/11/12, grazie per la tua lettera. Grazie per avermela scritta tipo due mesi fa e aver atteso la risposta nel momento più propizio. The time is now, quindi tirate fuori il blocco per gli appunti perché vi faccio lo studio sociologico sui Social Network Gay.

Per prima cosa un appunto sulla definizione: chiamarli social network a me ha sempre provocato grasse risate, cosa c’è di sociale nello sfogliare foto di manzi e/o mutande ripiene di pacchi? Nel senso, un’implicazione di tipo sociale ce la posso anche trovare, se consideriamo abbassarsi le mutande una pratica sociale. A volte mi piace considerarla beneficenza, ma questa è un’altra storia. Ci sarebbero migliaia di cose da dire riguardo questi siti, io mi limiterò a elencare i comportamenti più comuni riscontrati nelle mie (E in quelle dei miei amici, che ringrazio per la stesura di questo post) innumerevoli ore passate online. Ci tengo a chiarire che si tratta di uno studio sociologico, e che pertanto ha una certa valenza culturale e vi pregherei anche di considerare l’elevata erudizione con la quale affronterò l’argomento.

Che cerchi?

Ma che bella domanda. Cosa cerco? Ma razza di ammasso di muscoli e testosterone, sono due ore che mi mandi le foto dei tuoi pettorali, dei tuoi bicipiti, del tuo glande e delle tue natiche. Potrei eseguire una visita andrologica a distanza e mi chiedi anche cosa cazzo cerco? Cerco una relazione seria, con il tuo pene. E non mi fate nemmeno menzionare il disprezzo verso quelli che scrivono “Non ho perso niente, non chiedetemi cosa cerco”. Ma andate a farvelo mettere al culo in Nigeria.

Sara Tommasi ciuccia bene i vasi e Sabina Began bacia bene le ascelle (di Berlusconi)

Se Sara Tommasi e Valerio Pino non fossero stati sufficienti, ci pensa Sabina Began a ridefinire il punto più basso che l’essere umano può raggiungere: Mi sento ancora l’Ape Regina,

#AskFabry #4: la differenza tra twitstar e twitdiva

Bentornati alla rubrica più letta della Riviera Ligure. Oggi ascoltiamo cosa ci chiede via twitter la nostra amica Stefania: Caro @fabry_, che differenza c’è tra twitstar e twitdiva? #AskFabry Cara

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: