636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

survivors

Sextastic s02e27 – Sopravvivere all’ormonella

Eccoci con un nuovo appassionante episodio di Sextastic. Bentornati miei cari su una delle rubriche più hot della rete. A proposito di robe hot, non so voi ma finalmente la temperatura sale su. Conseguentemente non solo allergie e spossatezza si impadroniscono del nostro corpo. Niente affatto, perché un nuovo drammatico agente si impossessa di noi. Sì miei cari, sto parlando dell’ormonella. Una devastante, inesauribile, voglia di farne di bendonde con il primo essere umano che capiti di lì a poco.

Ma se siete delle sfigate orrende come la sottoscritta e siete a corto di uomini (eh sì, è così, checché ne dica Paolo Fox), non resta altro che cercare di sopravvivere alla stessa con sagacia, ingegno e chi più ne ha ne metta. Ovviamente mi tocca sottolineare che questi espedienti sono tutti provati da me. E soprattutto in nessuna occasione sono ricorso all’aiuto di Federica. Più comunemente conosciuta come la nostra mano amica. Certo, ho deciso a priori che volevo combattere in maniera originale la voglia di cazzo. Ma vi lascio al countdown.

ormonella

3. Programmare vacanze
Visto che abbiamo fatto la muffa per tutto l’inverno ed abbiamo risparmiato come delle impavide formichine, è arrivato il momento di usufruire di quel piccolo e minuscolo gruzzoletto. Non è necessario ovviamente andare chissà dove. Basta anche solo un week end, con le persone giuste naturalmente. Quali le mete più utili? Sicuramente una capitale europea fa al caso nostro. Parigi, Londra, Barcellona, Helsinki o Amsterdam. Ovviamente più si va a nord e più bisogna pensare che possa essere più fresca l’aria. Utile, naturalmente, a refrigerare i bollenti spiriti. In generale il posto più è affollato e meglio è. Partite col presupposto che volete girare la città. Monumenti, gallerie e piazze. Ritagliatevi anche uno spazio per vivere la gay life locale. Senza troppe pretese, ovviamente, non aspettatevi troppo. E ricordate che Italians do it better. Specialmente all’estero. Un consiglio? Conquistate il tipo di turno con un invito a cena. Ma cucinate voi. Basta una banalissima chitarra alla bolognese per farlo cadere ai vostri piedi. Credetemi tutto già testato. La mia scelta? Londra, con mio cugino gay. Levatevi.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: