636677.8dd5717.d2017444d5964f338385d63985e4c44b
Il blog del Signor Ponza

terza puntata

XF7

#XF10 – La terza puntata dei live

Accendete le copertine elettriche, aprite un Tavernello del ’99 e sedetevi sul divano, perché siamo quasi pronti per il terzo live! Questa settimana dovremo privarci di quell’esperienza sensoriale (si ?!)  che

Annunci
Pazzesco Logo Radio Stonata

Tra poco ON AIR con la terza puntata di Pazzesco! #PZSQ

Siete pronti? Siete carichi? Dalle 20 ci trovate  ON AIR su Radio Stonata per la terza puntata di Pazzesco. Ci potete ascoltare in diretta andando a questo link: http://bit.ly/1E81IAW. Nel menù di oggi

X Factor 9 Terza Puntata

X Factor 9 – La terza puntata dei live

Ah, signora mia, come passa il tempo quando ci si diverte! Sembrava ieri che assistevamo a un’altra performance indimenticabile di Luca a X Factor, quando in realtà sono passati già

Figli Di Pochino Express

Pochino Express – Terza puntata

Quella che segue è la cronaca di Pechino Express vista dagli occhi di due concorrenti in gara, Fabry e Signor Ponza (aka I BLOGGER) che, per motivi poco chiari stati oscurati dalla produzione. Le parole

The voice of Ponza – Battles 3a Puntata: The Voice of Ultimo sforzo

The Voice of Ponza (app)

Grazie a Dio (quindi grazie a Raffaella Carrà), questa settimana si conclude la parte registrata di The Voice che, sostanzialmente, significa ritmi lenti che neanche nel Sanremo di Giorgio Panariello e soprattutto giudici sempre vestiti allo stesso modo. Settimana prossima ci saranno i live show e noi tutti ci illudiamo che saranno frizzanti e che Fabio Troiano sparisca inghiottito da un buco nero.

Gabriella vs Francesco. Il primo team in gara è il team di Filodrama, ossia il team ogni riccio è un capriccio di Riccardino Cocciante. Che assegna ai due concorrenti in gara Sorry Seems To Be The Hardest Word dei Blue di Elthon John. Io scusate ma i filmati in cui interviene Kekko dei Modà con espressione contrita mi fanno reagire con equilibrio. Tipo così. E niente chiamate la polizia, i carabinieri, l’esercito, il telefono rosa, perché su Raidue stanno violentando una povera canzone. Ritroveremo ai live show Francesco che spero incontri sulla sua via Enzo Miccio, Carla Gozzi, Clio Makeup e anche Amanda Lear ne Il Brutto Anatroccolo.

Gabriella vs Silvia. “Lei è molto grintosa” dice Gabriella parlando di Silvia. Che più che una concorrente sembra una camionista che passava di là per scaricare le confezioni di Golia Active Plus per i product placement. D’altronde ricordiamo che Noemi ha il Team Lesbo (o Team Annabelle Bronstein), ossia quel team che non vorrei mai incontrare da solo in una strada buia di sera. #NoOmofobia. Le loro due voci mi piacciono molto, ma per pure timore che non si sa mai, vorrei che passasse Silvia. La canzone scelta è Gold and Glitter di Rebecca Ferguson. O meglio GOLD E GLIDER. Anche Noemi ha paura e porta ai live Silvia.

#XF6 Live Puntata 3 – Vorrei sentirvi in un pezzo in italiano

Stasera il pubblico di X Factor si divide in due categorie: quelli interessati alla gara e quelli interessati agli One Direction. Nella prima categoria rientra il sottoscritto e tutte le persone che hanno superato i sedici anni, nella seconda rientrano tutte le ragazzine ormonellose, che tendenzialmente devono ancora scoprire le gioie del sesso,  si fanno chiamare Directioner e si scattano foto come queste (credits a @matteowolk, che è un Directioner a sua volta):

A questo punto l’obiettivo dichiarato di questa cronaca della puntata di X Factor diventa provocare le Directioner (ad esempio lanciando la scommessa su chi sarà la Geri Halliwell dei One Direction, che abbandonerà per primo il gruppo per darsi alla carriera da solista e girare video su uno yacht con Luca Tomassini), per scatenare una guerra carampunica nei commenti e fare il picco delle visite, come modestamente era già successo grazie alle carampane di Matteo Becucci. Mica cazzi.

Ma basta con la chiacchiera e con i brufoli, è già arrivata l’ora di immergerci nella gara. Sono carico come una molla e questo vuol dire che se tutto va bene mi addormenterò già dopo la prima manche.

Si comincia con gli Scissor Sisters che nel frattempo sono in contemporanea in concerto ai Magazzini Generali, le magie della televisione. Jake Shears sempre più Immanuel Casto, mentre Simona Ventura stasera è conciata come se stesse per partecipare a una di quelle festicciole in cui ci si maschera e ci si porta dietro pure il frustino, ma non perché ci sono dei cavalli nei dintorni.

Dopo la performance registrata di Only The Horses incomincia il vero live. L’età media del pubblico è 14 anni. E nella media ho già calcolato anche l’età di Simona Ventura, per dire. La puntata di stasera è dedicata ai gruppi, come a voler illudere la categoria di Arisa di avere chance di vincere. Mi dispiace dirvelo, però non siete mica le DESTINI CIALIS.

Primissima a esibirsi dopo un pippone immenso di Morgan in cui vomita parole a caso come glam, elettropunkgrunge e prot, è Chiara con I Want to Hold Your Hand dei Beatles. Le si chiede di essere sensuale, la vestono di pizzo e l’effetto è esattamente quello che immaginavo: porno segretaria anni’80. Con la stessa scioltezza di una giovane anziana di 80 anni. La sua voce però spicca su tutto: sui pizzi, sui merletti e anche su Morgan.

Daniele questa sera è sponsored by Puma, oltre che da Simona Ventura che dal tavolo dei giudici balla come un’ossessa, ricordando i bei tempi andati al Billionaire in mezzo ai russi coi pippi, mentre lui canta Tutti i miei sbagli dei Subsonica. Per me Daniele è un sì tutta la vita.  Un no per i suoi capelli. Simona comunque, oltre ad avere evidenti problemi con l’italiano, ha evidenti problemi con la scelta dei brani. E poi prova a buttarla sulla tv del dolore evocando il padre che non gli dice “bravo”. Quand’è che cambiamo i giudici?

Arisa sceglie per i Fratelli Incesto Little Talks dei Of Monsters and Men. Noto solo ora che il vestito di Arisa sembra lattice e che già me la vedo partecipare alla stessa festa a cui parteciperà più tardi Simona con il suo frustino. E quindi tutto torna. I Fratelli Jattura cantano correndo all’impazzata da una parte all’altra del palco come faccio io quando gioco a Singstar coi microfoni wireless. E anche la qualità della performance ricorda molto le mie esibizioni. Simona ha finalmente la possibilità di sfoggiare il suo “questa è una scelta gigiona”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: