10 tatuaggi brutti che vedrai sempre in spiaggia

Non si parla che di Game of Thrones vacanze ultimamente, ma d’altronde per tutto il resto “se ne riparla a Settembre”. Tutti a contare i giorni che ci separano dalla partenza e a scegliere le canotte più cool da indossare nei party estivi. Ci sono però persone che non si preoccupano assolutamente di dover essere cool.

Voglio affrontare il discorso tatuaggi. I tatuaggi sono un argomento molto delicato: possono avere mille significati, possono essere semplici pezzi di arte impressi sulla pelle e soprattutto sono per sempre. Ma soprattutto, ognuno se li fa sulla propria pelle quindi agli altri non dovrebbe interessare.

Su questo siamo tutti d’accordo.

C’è un però. Quando arriva l’estate e si iniziano a scoprire i corpi che, più o meno bene, hanno superato la prova costume, ecco spuntare anche i tatuaggi che per la maggior parte dell’anno rimangono coperti ai più. E quante volte questi tatuaggi si rivelano una cagata pazzesca? Sto parlando di tutti quelli che, forse in un giorno di totale follia o forse pienamente consci e convinti di quello che stavano per fare si sono lasciati andare all’idea di farsi un banalissimo tatuaggio. Soggetti visti e rivisti, mode ormai passate e idee davvero tutt’altro che geniali.

Ecco quindi una lista dei peggiori tatuaggi che, anche quest’anno e ahimé, per sempre, saremo costretti a vedere in spiaggia o in piscina. De gustibus, certo, ma a tutto c’è un limite.

Tribale

tribale-tatuaggi

In assoluto il re dei tatuaggi di merda. Negli anni ’90 l’eroina ha mietuto molte vittime, ma anche la moda dei tatuaggi tribali non è stata da meno. Non saprei neanche come descriverli, ma la cosa peggiore è quando quelle fantasie astratte prendono forme di teste di leone, scorpioni o dio solo sa cosa.

Stelline, farfalle e cuoricini

Spesso piccoli, spesso in gruppo con le amiche per ricordare quanto il vostro legame sia speciale. Talvolta addirittura il motivo viene ripetuto qua e là: uno sciame di farfalline sulla scapola o una cascata di cuoricini sul braccio. Ma spendere ‘sti soldi in altro, no?

Alfabeti esotici

Scritte in arabo, caratteri cinesi e kanji giapponesi. E poi votano Salvini. Perché vuoi mettere che bello farsi scrivere felicità in cinese per dare quel tocco da wanderlust appassionato di culture straniere? Spero che esistano tatuatori che si divertono a scrivere cazzate agli ignari tatuati.

Nome

Non sia mai che vi fermi la pula e vi siete dimenticati la carta d’identità. Ecco quindi quelli che si tatuano il proprio nome. Oppure quello di un vostro caro, non sia mai un vuoto di memoria. Meglio ancora se in caratteri gotici, come se dovessero combattere la battaglia del Signore degli Anelli.

Data di nascita

Vedi sopra. Qui non solo hanno dimenticato di portarsi dietro la carta d’identità ma hanno addirittura paura di dimenticarsi di organizzare la festa per il proprio compleanno. O di fare gli auguri ai figli o al proprio partner. Il tocco da intellettuale in questo caso lo danno i numeri romani.

Facce di figli/parenti

Questo tipo di tatuaggio è spesso legato alla morte. Purtroppo non di quello che per primo ha avuto questa idea. Però spesso no, si sceglie semplicemente di tatuarsi il volto di un parente, di Maradona o dei propri figli, facendo sembrare degli innocenti neonati, dei rugosi mastini.

Ragnatela sul gomito

Ad uno che decide di farsi tatuare una ragnatela sul gomito io le ragnatele gliele auguro nelle mutande. Qualcuno chiami un’impresa di disinfestazione.

Donne nude

Ora io dico: cosa vi viene in mente di farvi tatuare delle tette o delle donnine nude sul braccio! Ragionate forse col pisello? Evidentemente sì. La maggior parte delle volte questo tatuaggio è portato da 50enni panzoni che probabilmente ascoltano Vasco. Trovo volgare, VOLGARISSIMO.

Fiamme sul collo

A meno che non siate degli avanzi di galera o vogliate partecipare ai casting per il prossimo Fast&Furious non mi capacito perché tatuarsi delle fiamme sul collo. O qualsiasi altro simbolo. Più tamarri di una puntata di Pimp My Ride.

Soggetto floreale sul collo del piede

Prerogativa femminile, si spera. Edere, fatine dei boschi, fiori rampicanti sul collo del piede. Non siete affatto eleganti come pensate e soprattutto Alessandra Celentano doesn’t approve!

Insomma prima di farvi un tatuaggio pensateci bene oppure sappiate che comunque vada in spiaggia questi obbrobri li vedrete. Altrimenti seguite i nostri consigli da tatuarvi sulla pelle, così non sbagliate!

Commenti via Facebook

clippermark

Ho 26 anni e sono nato in Abruzzo anche se negli ultimi anni ho iniziato a cambiare città come le mutande. Vado spesso in Germania per cercare di capire come mai mettano l’ananas sulla pizza ma voglio viverci da quando ho scoperto che mi piace. Da ormai 4 anni scrivo ricette sul mio blog "Una cucina per Chiama" ma tutto è iniziato quando da piccolo ho visto in TV Antonella Clerici: io però ho imparato a cucinare.
Dicono di me: "stai sempre in giro", dico di loro: "fatevi i cazzi vostri".
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: