Teoria Ponza sulla voglia di leggere libri – Parte 1

Il mio ruolo di ricercatore verrà presto messo in discussione dal rigore scientifico con cui esporrò questa mia teoria. Vi dico solo che ho usato Paint per produrre i grafici.

Vorrei parlare del piacere di leggere un buon libro. Mi sono reso conto, nel corso della mia breve ma intensissima vita, che la voglia di dedicarsi alla lettura vive dei momenti altalenanti, influenzati da alcuni fattori ben precisi. Ho cercato quindi di individuarli e rappresentarli in diverse fasi, a ciascuna delle quali corrisponde una maggiore (“Tanta voglia”) o minore (“Zero voglia”) di leggere.

Ciclo voglia libri

  1. FASE 1: Ho finito i libri da leggere. Arriva un momento in cui ti (ri)prende improvvisamente la voglia di leggere. Questa voglia si manifesta chiaramente nel momento in cui tutti i libri interessanti sono già stati letti e non c’è più niente di nuovo in casa. Questa situazione si traduce con l’esigenza di recarsi in libreria (o, per i più chic, in biblioteca) e ci conduce alla FASE 2.
  2. FASE 2: Ho comprato i nuovi libri! L’acquisto di nuovi libri porta a un aumento esponenziale della voglia di leggere. Quelle pagine ancora intonse, quelle copertine tutte colorate e così rigide, una nuova storia o un nuovo racconto che sta per cominciare. Non si vede l’ora di iniziare a leggere. Se avessimo la coda, scodinzoleremmo.
  3. FASE 3: Ho iniziato a leggere il libro nuovo. Si raggiunge in questa fase il picco della voglia (di lettura). Ci si immerge all’interno del racconto, divorando le prime pagine e ansiosi di vedere come si evolve la storia. Si hanno grandi aspettative. Come all’inizio di una relazione sentimentale.
  4. FASE 4: Il libro non è questo grande capolavoro che mi aspettavo. Inizia a subentrare la delusione. Anche perché, guardiamoci in faccia, fra le centinaia di migliaia di libri che escono ogni anno, quanti sono i libri veramente belli? Quindi c’è un’altissima probabilità che non lo sia nemmeno quello appena acquistato. Il tempo dedicato alla lettura diminuisce sempre di più e ogni altra fonte di distrazione alternativa è benvenuta.
  5. FASE 5: E’ uscito un nuovo aggiornamento dell’iPhone. L’iPhone, ma anche qualsiasi altra cosa, sostituisce il divertimento fornito dalle pagine dei libri. E allora si torna a trascorrere ore a lanciare uccelli incazzati contro porcellini verdi.
E’ altrettanto importante considerare il peso che riveste la fase della vita in cui ci trova, ma questa sarà la seconda parte della mia teoria che vi spiegherò in un prossimo post. La comunità scientifica è già in fermento.
Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: