TI Cloud

A parte i frequenti casi di perdita della memoria per le cose importanti che mi costringono a usare in maniera ossessiva liste, promemoria e todo (per le cose meno importanti, tipo i vincitori del Festival di Sanremo degli ultimi 20 anni, ho invece una memoria di ferro), c’è stato un episodio nella mia vita che mi ha fatto prendere in considerazione l’importanza di avere sempre un piano B, un backup pronto di tutto quello a cui teniamo. In particolare, mi è capitato di perdere TUTTO quello che avevo sul blog. Perso per sempre, cancellato, caput. E io non avevo salvato niente da nessuna parte. E siccome a questo blog ci tengo davvero tanto (ma meno che al mio iPhone), potete capire la mia disperazione.

Tutto questo per dire che da allora salvo tutti i file a cui tengo su almeno uno o due spazi di archiviazione virtuale, le famose “nuvolette”. Così se dovessi fare altre baggianate, non perdo più nulla. Tutti i miei file di lavoro, le foto che ho scattato, i video di Michael Jackson, di X Factor, i dieci libri che ho iniziato a scrivere. Tutto.

E da oggi anche Telecom Italia offre un servizio di Cloud, questa volta tutto italiano, che consente di salvare e conservare, in modo del tutto automatizzato, dati, file, foto, video e allegati della vostra e-mail. Tutto a prova di baggianate, come quelle che faccio io e mi portano a perdere per sempre le cose a cui tengo. Per uno spazio complessivo di 200GB che, tanto per intenderci, è enorme. Il servizio è associato alla linea ADSL di Telecom Italia e viene gestito dal PC tramite un programma molto semplice con interfaccia estremamente intuitiva. Se non bastasse, c’è anche un servizio di supporto telefonico. A prova non solo di baggianata, ma anche adatto a tutti, esperti e meno esperti. Si attiva dalla pagina del proprio abbonamento ADSL Flat ed il primo mese è gratis.

Perché fidarsi di affidare i propri dati e i propri ricordi alla Nuvola? TI Cloud è un servizio affidabile perché al passo con la normativa italiana in materia di protezione dei dati e non ha nessun tipo di intrusione pubblicitiaria. Quindi c’è poco da preoccuparsi.

Ma siccome il sottoscritto non è un esperto, ci tengo a sottolineare che alcuni guru dell’internèt (baciamo le mani sempre) come Massimo Mantellini, Gianluca Neri e Marco Zamperini hanno provato il servizio e ne hanno evidenziato i punti di forza sul blog Eraclito. E poi vabbè lo usa anche Mara Maionchi, per cui per me questo è più che sufficiente.

Mara Maionchi e TI Cloud

Insomma, siamo ormai arrivati in un’epoca in cui inevitabilmente i supporti fisici di archiviazione (CD, DVD et similia) sono destinati a perire (con buona pace delle case discografiche, tanto per dirne una) ed è quindi arrivato il tempo di pensare di sostituirli con le nuvole. La Nuvola Italiana di Telecom Italia è un servizio che si propone al passo con questi cambiamenti.

E voi? Che cosa ne pensate? Avete già effettuato il passaggio dal DVD al Cloud? Oppure siete ancora affezionati al supporto fisico? Ci vediamo sulla Nuvola?

Articolo sponsorizzato

Commenti via Facebook
Signor Ponza
Seguimi

Signor Ponza

Founder & Editor at Signor Ponza Blog
Sono bravo in molte cose, tra queste non c'è "scrivere bio".
Signor Ponza
Seguimi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: