Tinder – episodio 3: state tutti molto male

Buongiorno biscottini! Come state? Siete andati a pucciare i piedi al mare in questo weekend lungo o avete dormito come ho fatto io?

Dunque dunque, sentivo l’urgenza di condividere con voi un’altra serie di storie e screenshot da Tinder. Vi ricordate che nel primo episodio di questa saga (#coinquilinoetero ti devi solo levare) vi avevo raccontato delle tipologie di uomo incontrate e nel secondo di come avessi deciso di smetterla di cercare l’anima gemella online? Bene, sono ancora convinta che questa sia la cosa giusta da fare, ma ho continuato a usare questa app perché ormai è diventata abitudine. Più vado avanti a cuoricinare gente, però, più mi accorgo che, uomini, state tutti molto male.

C’è il morto di figa che vuole andare subito ai fatti e si crede un grande corteggiatore. E invece. Mi piace smerdarlo così:

IMG_2491

Cioè tipo che mi sono già pentita di avergli dato corda. Però che ridere. Mi ha pure mandato una galleria di foto su Whatsapp <3.

C’è quello che fa il romantico, ma vuole una sola cosa e sappiamo tutti che cosa:

IMG_2493

Per altro, io falsa come Giuda. In realtà ero così:

C’è quello che, poraccio, non ha capito che forse non mi interessa più di tanto:

IMG_2492

Sì, sono sparita, mi hanno rapito gli alieni. Chiama Mulder e Scully asap!

C’è il pazzo scatenato:

IMG_2521
No, ma grazie, grazie davvero, perché senza di te non l’avrei mai capito. E “chiacchiere” si scrive con la “i”, cretino. Questo qui mi ha fatto incazzare per due giorni. Faceva tutto da solo: mi piaci, ma ti interesso?, no ma ho capito che non ti interesso, bloccami tu, <3 <3 <3, usciamo, dove ti piace essere baciata, dai dimmelo se ci tieni davvero a me. BLOCCA CONTATTO. Probabilmente sarà stato del segno zodiacale della Bilancia, sono tutti così quelli della Bilancia.

C’è poi quello che mi prende per un cucciolo di panda (però poi sai sono a Milano solo stanotte e allora che dici ci vediamo?):

2

Infine ci sono i migliori: quelli che parlano, parlano, parlano e magari anche un po’ ti interessano e c’è sintonia e glielo fai capire e magari potrebbe scapparci qualcosa e poi chissà da cosa nasce cosa e invece niente, non ti chiedono di uscire, perché boh. Davvero avete bisogno che vi infiliamo la lingua in bocca per capire che ci piacete? Ma sveglia! Oh, invece quelli noiosi, ma noiosi come un film francese, subito a chiederti di fare aperitivo.

E allora io continuo a non capirvi, razza di cretini che non siete altro! 

Vi lascio con un caso raro di scioglilingua, gentilmente screenshottatoci da un’amica (che ringraziamo):

3

Queste cose a Beyoncé non succedono.

[Leggi le puntate precedenti]
[Leggi il blog di Ilalicious]
[Segui Ilalicious su Twitter]

Commenti via Facebook

Ilalicious

Mi ispiro a Beyoncé, ma sono più Michelle Williams, quella delle Destiny's child che nessuno si ricorda.
Mi piacciono gli unicorni e gli arcobaleni, la musica pop e i programmi trash, i dolci e la pizza, i panda e i gatti ciccioni, i glitter e i minipony.
Scrivere mi aiuta a ordinare i pensieri e dare senso a ciò che mi accade. Anzi no, scrivo perché voglio diventare famosa come Chiara Ferragni.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: